ALTRI ORDINAMENTI E COMPARAZIONE GIURIDICA

ALTRI ORDINAMENTI E COMPARAZIONE GIURIDICA

_
iten
Codice
64928
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 2° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
2° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 2 frazioni: A, B. Questa pagina si riferisce alla frazione A
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso è articolato in due moduli, che si svolgono rispettivamente nel I e nel II semestre. Dopo una introduzione dedicata alla comparazione giuridica, le lezioni trattano delle principali esperienze di civil e di common law. Saranno oggetto del corso anche esperienze come quella cinese o islamica. Durante entrambi i moduli si procederà all’analisi di fonti in lingua, soprattutto giurisprudenziali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

modulo di sistemi giuridici comparati

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Presentazione istituzionale dei sistemi giuridici di common law e civil law. Storia giuridica delle relative aree e terminologia giuridica nel contesto antico e moderno. particolare attenzione ai termini ricorrenti negli strumenti normativi dell’Unione Europea o nei loro lavori preparatori.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, seminari ed eventuali approfondimenti da parte degli studenti

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il secondo modulo verte sugli sviluppi della common law negli Stati Uniti d’America. Parte delle lezioni avrà ad oggetto anche i sistemi estranei alle classificazioni common law e civil law, come ad esempio l'esperienza cinese e quella islamica, grazie all’intervento di specialisti delle materie. Si procederà all’analisi di fonti in lingua, soprattutto giurisprudenziali.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Studenti frequentanti

Appunti e materiali pubblicati su aulaweb supportati dalla lettura di V. Varano – V. Barsotti, La tradizione giuridica occidentale, vol. I, Testo e materiali per un confronto civil law common law, 5° ed, Torino, 2014, cap. III e V (escluse appendici)

R. Cavalieri (cur.), Diritto dell’Asia Orientale, 2° ed, Venezia, 2009, pp. 1 – 117.

Studenti non frequentanti

V. Varano – V. Barsotti, La tradizione giuridica occidentale, vol. I, Testo e materiali per un confronto civil law common law, 5° ed, Torino, 2014, cap. III e V (escluse appendici)

R. Cavalieri (cur.), Diritto dell’Asia Orientale, 2° ed, Venezia, 2009

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Gli studenti e i laureandi si ricevono nella giornata di mercoledì  (15.30-17.30) o in altri giorni su appuntamento. E' in ogni caso gradita una mail (Francesca.Brunetta@unige.it) per meglio organizzare gli appuntamenti.

Commissione d'esame

FRANCESCA BRUNETTA D'USSEAUX (Presidente)

ANDREA PERELLI

MATTEO PATRONE

ELENA ANNA GRASSO

UMBERTO DE MAGISTRIS

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, seminari ed eventuali approfondimenti da parte degli studenti

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 18 settembre al 7 dicembre 2017 (12 settimane)
II semestre dal 26 febbraio al 18 maggio 2018 (12 settimane)

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ALTRI ORDINAMENTI E COMPARAZIONE GIURIDICA A

ESAMI

Modalità d'esame

Gli studenti frequentanti sosterranno due verifiche scritte; la prima a dicembre 2017, vertente sulla parte di programma svolta durante il primo semestre e la seconda a maggio 2018, vertente sulle lezioni tenute durante il secondo semestre. L’esame avrà ad oggetto il programma svolto durante il corso, comprensivo degli approfondimenti su specifici argomenti ed integrato dai materiali che saranno utilizzati a lezione (disponibili su aulaweb)

Il voto finale risulterà dalla media dei voti ottenuti nelle due verifiche con facoltà per il docente di aumentarlo in caso di particolare profitto.

Per gli studenti non frequentanti l’esame consiste in una prova orale (sui libri di testo indicati nel programma) negli appelli previsti dal calendario della Scuola.

Per sostenere l’esame è tassativamente richiesta la preventiva iscrizione (entro il termine di 48 h prima dell’appello), con le modalità telematiche predisposte e regolate dall’Ateneo.