L'insegnamento fornisce gli strumenti di base per orientarsi di fronte agli aspetti istituzionali, al contesto economico, alle politiche culturali e alle prassi organizzativo-gestionali che hanno storicamente caratterizzato e caratterizzano attualmente lo spettacolo dal vivo, con particolare riguardo ai settori del teatro di prosa e dell’opera lirica.

Conoscenze pregresse: è consigliato, ma non obbligatorio, avere sostenuto Storia del teatro e dello spettacolo e Storia della musica.

  • Obiettivi e contenuti
    • OBIETTIVI FORMATIVI
      Obiettivo dell’insegnamento è rendere gli studenti consapevoli delle principali
      dinamiche istituzionali, economico-finanziarie e organizzative che hanno
      caratterizzato nei secoli la produzione e la distribuzione di spettacolo dal
      vivo. L’insegnamento mira inoltre a problematizzare la situazione teatrale
      contemporanea e porre in luce il dinamico equilibrio che attualmente
      caratterizza le aziende teatrali, in bilico tra la volontà di rimanere fedeli a
      una ricca tradizione di consuetudini, saperi e professionalità consolidate e la
      necessità di ridefinire la propria operatività, per essere all’altezza dei
      processi di cambiamento istituzionale e gestionale in atto e delle impegnative
      sfide aperte sul fronte della competizione nel reperimento dei finanziamenti.
      OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO
      - Capacità di leggere i fenomeni teatrali secondo ottiche economico-organizzative;
      - Conoscenza dei principali assetti produttivi e distributivi;
      - Comprensione delle problematiche di sostenibilità economica dell'azienda teatrale;
      - Conoscenza elementare delle strategie di fund-raising nel pubblico e nel privato. 
      
      
      PROGRAMMA/CONTENUTO

      Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

      I primi due moduli disegneranno i principali lineamenti di Storia dell'organizzazione e dell'economia teatrale, a partire dalla nascita del teatro moderno (ossia dalla metà del XVI sec.) fino al XX secolo. L’attenzione sarà focalizzata in prevalenza sul caso italiano, con spunti comparativi al contesto europeo, in un'ottica di relazioni e scambi internazionali connaturata all'evento teatrale.

      Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

      Il terzo modulo sarà realizzato in collaborazione con la Fondazione Luzzati - Teatro della Tosse (http://www.teatrodellatosse.it) e sperimenterà un’interazione fra progettazione culturale e insegnamento accademico, coinvolgendo direttamente gli studenti. Attraverso un gruppo di lezioni in cui sarà ospite il direttore artistico del teatro, dott. Amedeo Romeo, visite al teatro, incontri con lo staff e altre attività, gli studenti si confronteranno con un caso concreto, mettendo a tema il problema della sostenibilità economica (in stretta sinergia con gli aspetti artistico-tecnici) di un'azienda teatrale, dal punto di vista della durata lunga (la continuità nel tempo dell’ente), media (la programmazione della stagione) o breve (la produzione del singolo spettacolo).

      TESTI/BIBLIOGRAFIA

      Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

      FREQUENTANTI
      1) Un volume a scelta tra: Ri-organizzare teatro. Produzione, distribuzione, gestione, a cura di Mimma Gallina, Milano, Franco Angeli, 2016 oppure Alessandro Acquarone, Pratica ed etica del management teatrale: per una ridefinizione dell'organizzazione ed economia dello spettacolo, Milano, Angeli, 2009 oppure Franco D’Ippolito, Teoria e tecnica per l’organizzatore teatrale, Roma, Editoria&Spettacolo, 2006 (tranne §§ 2.2 e 2.3).

      2) Gli appunti delle lezioni (parte 1 e parte 2).

      3) I materiali didattici completi pubblicati su Aulaweb (parte 1 e parte 2).

      NON FREQUENTANTI

      1) Un volume a scelta tra: Ri-organizzare teatro. Produzione, distribuzione, gestione, a cura di Mimma Gallina, Milano, Franco Angeli, 2016 oppure Alessandro Acquarone, Pratica ed etica del management teatrale: per una ridefinizione dell'organizzazione ed economia dello spettacolo, Milano, Angeli, 2009 oppure Franco D’Ippolito, Teoria e tecnica per l’organizzatore teatrale, Roma, Editoria&Spettacolo, 2006 (tranne §§ 2.2 e 2.3).

      2) Un volume a scelta tra:

      • J. Rosselli, L’impresario d’opera. Arte e affari nel teatro musicale italiano dell’Ottocento, Torino, EDT, 1985.
      • G. Pedullà, Il teatro italiano nel tempo del fascismo, Bologna, Il Mulino, 1994 (disponibile anche la seconda edizione Titivillus 2009).
      • Livia Cavaglieri, Trust teatrali e diritto d’autore (1894-1910). La tentazione del monopolio, con un’appendice di Matteo Paoletti, Corazzano, Titivillus, 2012.

      3) Aulaweb: solo le Letture in formato pdf (parte 1 e parte 2).

       

      Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

      FREQUENTANTI
      1) Un volume a scelta tra: Ri-organizzare teatro. Produzione, distribuzione, gestione, a cura di Mimma Gallina, Milano, Franco Angeli, 2016 oppure Alessandro Acquarone, Pratica ed etica del management teatrale: per una ridefinizione dell'organizzazione ed economia dello spettacolo, Milano, Angeli, 2009 oppure Franco D’Ippolito, Teoria e tecnica per l’organizzatore teatrale, Roma, Editoria&Spettacolo, 2006 (tranne §§ 2.2 e 2.3).

      2) Gli appunti delle lezioni (parte 1, parte 2, parte 3).

      3) I materiali didattici completi pubblicati su Aulaweb (parte 1, parte 2, parte 3).

      4) Matteo Paoletti, Manuale atipico di sopravvivenza teatrale. Emanuele Conte e il Teatro della Tosse, Corazzano, Titivillus, 2017.

       

      NON FREQUENTANTI

      1) Un volume a scelta tra: Ri-organizzare teatro. Produzione, distribuzione, gestione, a cura di Mimma Gallina, Milano, Franco Angeli, 2016 oppure Alessandro Acquarone, Pratica ed etica del management teatrale: per una ridefinizione dell'organizzazione ed economia dello spettacolo, Milano, Angeli, 2009 oppure Franco D’Ippolito, Teoria e tecnica per l’organizzatore teatrale, Roma, Editoria&Spettacolo, 2006 (tranne §§ 2.2 e 2.3).

      2) Un volume a scelta tra:

      • J. Rosselli, L’impresario d’opera. Arte e affari nel teatro musicale italiano dell’Ottocento, Torino, EDT, 1985.
      • G. Pedullà, Il teatro italiano nel tempo del fascismo, Bologna, Il Mulino, 1994 (disponibile anche la seconda edizione Titivillus 2009).
      • Livia Cavaglieri, Trust teatrali e diritto d’autore (1894-1910). La tentazione del monopolio, con un’appendice di Matteo Paoletti, Corazzano, Titivillus, 2012.

      3) Aulaweb: solo le Letture in formato pdf (parte 1, parte 2, parte 3).

      4) Matteo Paoletti, Manuale atipico di sopravvivenza teatrale. Emanuele Conte e il Teatro della Tosse, Corazzano, Titivillus, 2017.

      URL Orario lezioni
      ORGANIZZAZIONE ED ECONOMIA DELLO SPETTACOLO DAL VIVO (LM)
      http://www.scienzeumanistiche.unige.it/didattica/orari
  • Chi
    • Docenti
    • Livia Cavaglieri
      tel. (+39)010 2099753,interno 59753
      Livia.Cavaglieri@unige.it
    • Commissione d’esame
      84511 - ORGANIZZAZIONE ED ECONOMIA DELLO SPETTACOLO DAL VIVO (LM)
      Livia Cavaglieri (Presidente)
      Roberto Cuppone
      Luca Malavasi
  • Come
    • MODALITA' DIDATTICHE

      I primi due moduli prevedono lezioni frontali con slides e una lezione presso il Museo Biblioteca dell’attore. Alcune lezioni del III modulo avverranno presso il Teatro della Tosse e coinvolgeranno il direttore artistico del teatro e il resto dello staff.

       

      MODALITA' D'ESAME

      L’esame è orale. Gli studenti frequentanti sosterranno verifiche intermedie con votazione a mero scopo di autovalutazione.

      MODALITA' DI ACCERTAMENTO

      6 CFU:

      - 1 domanda su ognuno degli ambiti di studio elencati nei tre punti nella bibliografia

      9 CFU:

      - 1 domanda su ognuno degli ambiti di studio elencati nei quattro punti nella bibliografia

  • Dove e quando
    • URL Orario lezioni
      ORGANIZZAZIONE ED ECONOMIA DELLO SPETTACOLO DAL VIVO (LM)
      http://www.scienzeumanistiche.unige.it/didattica/orari
      INIZIO LEZIONI

       

      27 settembre 2017

      RICEVIMENTO STUDENTI
      Livia Cavaglieri

      I SEMESTRE

      Ricevimento studenti: venerdì 15-16 (valido dal 29 settembre al 1° dicembre)

      Ricevimento laureandi: lunedì 16-18 (valido dal 2 ottobre al 4 dicembre)

       

      II SEMESTRE

      Ricevimento studenti: venerdì 13-14 (valido dal 26 febbraio all’11 maggio)

      Ricevimento laureandi: lunedì 16-17 (valido dal 12 febbraio all’11 maggio)

      Per i periodi dal 1° al 28 settembre 2017; dal 5 dicembre 2017 al 24 febbraio 2018 e a partire dalla metà di maggio, il calendario settimanale dei ricevimenti viene indicato alla pagina <http://www.diraas.unige.it/dipendente/56531/>

      Appelli
      Data Ora Tipo Luogo Note
      22 gennaio 2018 15:00 Orale Genova
      5 febbraio 2018 15:00 Orale Genova
      24 maggio 2018 15:00 Orale Genova
      19 giugno 2018 15:00 Orale Genova
      4 luglio 2018 15:00 Orale Genova
      17 luglio 2018 15:00 Orale Genova
      14 settembre 2018 15:00 Orale Genova
  • ALTRE INFORMAZIONI
    • Sono attività facoltative integrate all’insegnamento i seguenti laboratori (per maggiori informazioni vedere sulle singole pagine nella sezione Insegnamenti):
      - Laboratorio di creazione di impresa culturale

      - Analisi dello spettacolo teatrale: dal testo alla scena
      - Laboratorio pratico di teatro
      - Analisi delle componenti drammaturgiche, scenografiche e registiche del teatro d'opera
      - Analisi della componente musicale del teatro d'opera

  • Contatti