La Facoltà di Farmacia ritiene indispensabile la conoscenza della lingua inglese per la migliore formazione degli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale. Pertanto organizza corsi gratuiti a frequenza libera di lingua inglese (intermedio-avanzato), tenuti da un Docente madrelingua, con elementi di inglese scientifico. Anche se in possesso di una buona padronanza della lingua inglese è comunque consigliata la frequenza al corso.

  • Obiettivi e contenuti
    • OBIETTIVI FORMATIVI
      Contenuto: Analisi di siti web e relativi videoclip, in rapporto alle loro caratteristiche intersemiotiche, interazionali, interculturali e interdisciplinari. Letture riferite agli aspetti teorici dell’analisi testuale; riflessioni su metodi di applicazione di modelli di analisi testuale, compresa l’attività traduttiva. Obiettivi: Capacità espositiva nella lingua inglese al livello B2 QCREL nei diversi registri di comunicazione orale, scritta e multimodale; analisi metalinguistica di testi multimodali in lingua inglese in riferimento alle strutture fonetiche, morfologiche, sintattiche, lessicali, testuali e pragmatiche; studi metodologici finalizzati alla pratica e alla riflessione sull’attività traduttiva, scritta e orale, dall’inglese all’italiano nelle sue articolazioni non letterarie e nelle applicazioni multimediali.
      OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

      Il corso comporta una riflessione circa le micro/macrostrutture e micro/macroabilità tipiche dell’inglese scientifico. Lo studente è tenuto ad acquisire precisione nell’utilizzo delle microstrutture. Con questo termine si intende quanto tipicamente insegnato in ambito scolastico relativamente alle strutture morfosintattiche della lingua inglese quali ad esempio il sistema verbale e, in modo particolare, l’aspetto del verbo, ed il ruolo dei verbi, avverbi, pronomi, preposizioni e congiunzioni nelle costruzioni affermative, negative, interrogative, modali, subordinate, temporali, concessive, consecutive, condizionali, dubitative, passive, impersonali, infinitive e ipotetiche. Tutto ciò costituisce un passo essenziale per l’acquisizione e l’approfondimento delle microstrutture grammaticali più frequenti del discorso scientifico quali ad esempio: 1) l’utilizzo del sostantivo (nominalizzazione) per esprimere processi astratti e le conseguenze sulle costruzioni negative, dimostrative (uso dell’articolo) e interrogative nel discorso scientifico; 2) il ruolo del verbo ed altre parti del discorso nell’esprimere opinioni, probabilità, possibilità ed ipotesi (modalità); 3) la quantificazione e l’espressione di dati statistici; 4) la comparazione; 5) l’espressione della sequenzialità; 6) l’utilizzo di acronimi, inizialismi ed abbreviazioni nel discorso medico-scientifico; 7) la deagentivizzazione (quest’ultima in virtù del fatto che “la lingua scientifica, tra i costrutti sintattici, predilige quelli che permettono di oscurare l’agente, se non addirittura di cancellarlo del tutto”; si veda la voce nel sito web dell’Accademia della Crusca riferito a Michele A. Cortelazzo). A loro volta, queste caratteristiche dell’inglese sono solo un passo intermedio verso la padronanza delle abilità più avanzate come descrivere grafici, presentare un caso di studio, riassumere un articolo scientifico, effettuare comparazioni di dati ecc., abilità che giocano un ruolo intrinseco nella professione biomedica.

      PROGRAMMA/CONTENUTO

      Contemporaneamente alla revisione degli aspetti morfo-grammaticali, il corso mira all’introduzione di temi relativi a molte delle attività che si svolgono nei contesti specializzati biomedici e farmacologici nazionali ed internazionali con particolare riferimento ai sistemi di comunicazione e di gestione. Quindi, oltre a quanto già specificato in merito alle microstrutture linguistiche e le microabilità interazionali, il corso verterà su vari aspetti professionalizzanti quali la carriera farmaceutica e biomedica nelle società anglosassoni con uno studio comparativo della situazione italiana e quella dei vari paesi anglosassoni.

      La lettura implica la comprensione degli strati più profondi del testo e cioè implicazioni più o meno esplicite, rimandi e deduzioni che si possono inferire; tutto ciò non è così scontato nella lingua straniera e a volte risulta assai complesso. Per questo, il volume in adozione – The Medical Alphabet – può essere definito misto, in quanto rimanda ad una vasta filmografia medica e farmaceutica relativa che costituisce un ausilio importante nel percorso professionalizzante e mira a consentire allo studente una competenza linguistica specialistica tanto scritta quanto orale. Nell'ambito del concetto di apprendimento costante, le lezioni rivisiteranno quanto insegnato precedentemente. La costante rilettura e revisione in autonomia da parte dello studente di quanto esposto a lezione è una chiave importante per acquisire livelli di competenza sempre più avanzati. La costanza nel leggere anche solo due o tre pagine in inglese ogni giorno e vedere un breve video o svolgere periodicamente uno degli esercizi previsti nel volume consigliato permetterà di acquisire conoscenze e competenze che dureranno tutta la vita.

      TESTI/BIBLIOGRAFIA

      Anna Loiacono (2013). The Medical Alphabet. An English textbook in healthcare. Matarrese editore. Andria.

  • Chi
  • Come
    • MODALITA' DIDATTICHE

      1. Lezioni frontali, interattive

      2. Lezioni online

      3. Assignments (compiti da svolgere per l'autoapprendimento).

      Le lezioni frontali sono un misto di lezione e discussione e sono in inglese. Risorse online saranno utilizzati per coadiuvare l'insegnamento e dettagli riguardo a questo saranno dati durante il corso.

      Essendo una perfetta corrispondenza fra gli argomenti del corso e le conoscenze pregresse dello studente della lingua inglese difficilmente realizzabile, sarà lo studente stesso come regista dei propri studi a garantire, in ultima analisi, la coerenza disciplinare attraverso uno studio responsabile e autonomo. Non a caso il libro di riferimento appartenente alla serie The Medical Alphabet distingue gli argomenti in maniera analitica e chiara permettendo così letture e consultazioni anche in ordine diversa da quella alfabetica. Quanto appreso tramite la lettura scientifica in lingua inglese non può che rafforzare l’apprendimento in lingua italiana e vice versa. Dal confronto fra fonti diverse, dalle loro divergenze e somiglianze, si impara molto.

      MODALITA' D'ESAME
      MODALITA' DI ACCERTAMENTO

      La capacità espositiva in inglese dello studente e l’applicazione dei principali aspetti dei modelli testuali acquisiti ed utilizzati durante il corso saranno valutate mediante : a)un colloquio generico sul testo adottato;  b) l’approfondimento di un argomento del testo adottato o affrontato durante il corso, a scelta dello    studente;   la lettura e traduzione di un brano scientifico scelto dai colleghi della commissione.

  • Dove e quando
    • Appelli
      Data Ora Tipo Luogo Note
      20 giugno 2018 9:30 Orale Genova
      9 luglio 2018 9:30 Orale Genova
      23 luglio 2018 9:30 Orale Genova
      4 settembre 2018 9:30 Orale Genova
      18 settembre 2018 9:30 Orale Genova
      28 gennaio 2019 9:30 Orale Genova
      15 febbraio 2019 9:30 Orale Genova
  • ALTRE INFORMAZIONI
  • Contatti