IGIENE (PARTE DI C.I.)(LM FAR)

IGIENE (PARTE DI C.I.)(LM FAR)

_
iten
Codice
64544
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
5 cfu al 1° anno di 8452 FARMACIA (LM-13) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/42
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (FARMACIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Il corso di Igiene si propone di analizzare le aree e metodologie di intervento relative alla promozione della salute attraverso l’identificazione e la misurazione delle cause e dei fattori di rischio di malattia (momento conoscitivo) e la loro rimozione e prevenzione primaria, secondaria e terziaria (momento degli interventi).

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’obiettivo generale è la promozione e la tutela della salute dell’uomo attraverso l’identificazione e la misurazione delle cause e dei fattori di rischio di malattia (momento conoscitivo) e la loro rimozione e prevenzione primaria, secondaria e terziaria (momento degli interventi). Nello specifico, il corso si prefigge di fornire allo studente competenze di base nel campo: - della metodologia epidemiologica (descrittiva, analitica, valutativa e sperimentale), dei sistemi di sorveglianza sanitaria e del risk assessment; - della medicina preventiva, riabilitativa e sociale, con particolare riferimento alla epidemiologia generale e prevenzione delle malattie infettive trasmissibili (immunoprofilassi attiva e passiva, disinfezione, sterilizzazione e sanificazione ambientale), delle malattie cronico-degenerative e tumorali (stili di vita corretti e test di screening); - dell’igiene applicata all'ambiente, ai luoghi di lavoro, agli alimenti e alla nutrizione; - dell’educazione sanitaria e della promozione alla salute; - della medicina di comunità e della sanità pubblica; - della programmazione, organizzazione e gestione dei servizi sanitari (concetti di disease e risk management).

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento in Igiene si prefigge l'obiettivo di far acquisire specifiche conoscenze e competenze nel campo dell’Igiene applicata agli ambienti ospedalieri e assistenziali, ai luoghi di lavoro, all’igiene degli alimenti e della nutrizione, alla medicina di comunità, alla medicina preventiva, riabilitativa e sociale, all’epidemiologia, alla sanità pubblica, al management in sanità, al “risk management”, alla programmazione, organizzazione, gestione e valutazione sanitaria, alla promozione della salute ed all’educazione sanitaria.

Modalità didattiche

Lezioni plenarie in aula.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Introduzione all’Igiene e alla Medicina Preventiva.

Prevenzione primaria, secondaria e terziaria.

Epidemiologia descrittiva, analitica e sperimentale. Misurare la salute e la malattia (fonti di dati e tassi grezzi e specifici di incidenza, prevalenza, mortalità, letalità, etc.).

La catena infettiva, profilassi generale e notifica delle malattie infettive.

Malattie a trasmissione aerodiffusiva (Difterite, Pertosse, poliomielite, meningiti batteriche, morbillo-parotite-rosolia, varicella, ecc.).

Malattie a trasmissione con il sangue e i liquidi biologici e Sexual Transmitted Diseases (S.T.Ds) (HBV, HCV, HIV, ecc.).

Malattie a trasmissione orofecale (poliomielite ed Epatite virale A e E, ecc.).

Malattie trasmesse da vettori (malaria, peste, febbre gialla, ecc.).

Immunoprofilassi attiva e passiva. I vaccini: razionale, tipologia e modalità di somministrazione. Obiettivi e strategie percorribili di vaccinazione. Il concetto di herd immunity in vaccinologia. Il ruolo sociale delle vaccinazioni come pratica medica di Sanità Pubblica.

Il Piani Nazionale e Regionale sulle Vaccinazioni.

Difterite, Tetano, Pertosse e Poliomielite: epidemiologia e prevenzione.

Morbillo, Parotite e Rosolia: epidemiologia e prevenzione.

Meningiti batteriche da Haemophilus Influenzae tipo B, Pneumococco e Meningococco: epidemiologia e prevenzione.

Epatiti virali (HAV, HBV, HCV, ecc.): epidemiologia e prevenzione.

Infezione da HIV e AIDS: epidemiologia e prevenzione.

Influenza stagionale e aviaria: epidemiologia e prevenzione.

Il Servizio Sanitario Nazionale: la riforma sanitaria e i Piani sanitari nazionale e regionale di prevenzione.

Malattie cardio-cerebrovascolari e ipertensione: epidemiologia e prevenzione.

Tumori maligni: epidemiologia e prevenzione.

Il cancro della cervice uterina: epidemiologia e prevenzione (PAP-test e vaccino anti-virus papilloma umano).

I test di screening per la prevenzione secondaria del carcinoma della cervice uterina, del carcinoma mammario e del carcinoma colon-rettale in Liguria.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

- Marinelli P et al:“Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica”, Ed. Piccin.

- Barbuti S et al: “Igiene”, Ed. Monduzzi.

- Crovari P e Principi N: “Le vaccinazioni”, Ed. Pacini.

- Bartolozzi G: “Vaccini e vacinazioni”, Ed. Masson

- Pencheon D et al: “Manuale Oxford della pratica in sanità pubblica”, Centro Scientifico Editore.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LAURA STICCHI (Presidente)

ANNA MARIA SCHITO (Presidente)

ANDREA ORSI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni plenarie in aula.

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto

Modalità di accertamento

La prova di Igiene consiste in una domanda aperta a cui il candidato deve rispondere in 20 minuti.