SISTEMI A EVENTI DISCRETI

SISTEMI A EVENTI DISCRETI

_
iten
Codice
66296
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 3° anno di 8719 INGEGNERIA INFORMATICA (L-8) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-INF/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA INFORMATICA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso ha innanzitutto l'obiettivo di fornire le conoscenze metodologiche necessarie per la rappresentazione di sistemi tecnologici di varia natura (sistemi di produzione, sistemi di trasporto, sistemi e reti informatiche e di servizi) come sistemi dinamici ad eventi discreti. Verranno esaminate le possibili classi di modelli ad eventi discreti (logici e temporizzati, deterministici e stocastici) e verranno trattate le tecniche per l'analisi delle proprietà strutturali e per la valutazione delle prestazioni. Verranno inoltre forniti gli strumenti per la progettazione di controllori di tipo supervisivo. Il programma include inoltre lo studio e l'applicazione dei concetti fondamentali e di strumenti informatici relativi alla simulazione ad eventi discreti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso passerà in rassegna le principali classi di modelli ad eventi discreti: automi e linguaggi, reti di Petri, modelli markoviani, sistemi a coda. Per ognuna di tali classi, saranno evidenziate le capacità di rappresentazione, saranno esaminate le principali proprietà e saranno introdotti i più importanti strumenti di analisi. Saranno considerati modelli puramente logici, modelli temporizzati e modelli ibridi. Saranno presi in esame sia modelli deterministici sia modelli stocastici.
Saranno anche trattate le tecniche di controllo supervisivo e la simulazione ad eventi discreti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Verranno distribuite le note del corso a cura del docente

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento.

Commissione d'esame

RICCARDO MINCIARDI (Presidente)

SIMONA SACONE

DAVIDE GIGLIO

GIORGIO CANNATA

MICHELE AICARDI

LEZIONI

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

SISTEMI A EVENTI DISCRETI

ESAMI

Modalità d'esame

Esame scritto più orale

Modalità di accertamento

Durante il corso l’allievo si familiarizzerà con gli approcci più importanti, e più utilizzati nelle applicazioni, relativi all’impiego di modelli ad eventi discreti.