LETTERATURA LATINA

LETTERATURA LATINA

_
iten
Codice
84424
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
9 cfu al 1° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1)
9 CFU al 2° anno di 8455 FILOSOFIA (L-5)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di fare acquisire agli studenti una buona conoscenza della storia letteraria e della cultura di Roma antica. Attraverso la lettura diretta dei testi antichi e di una selezione di pagine critiche, si ripercorreranno i grandi temi della letteratura latina, con una particolare attenzione alle tematiche d'interesse per gli iscritti al corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire metodi e strumenti per l’interpretazione di testi letterari latini; fare individuare i caratteri salienti della letteratura latina attraverso la collocazione degli autori nella trama generale della storia letteraria, i diversi generi letterari, le tradizioni di modelli e di stile; far riconoscere gli apporti di pensiero, di categorie mentali e di linguaggio fornite dalla letteratura latina alla formazione letteratura e della cultura europea.

Modalità didattiche

lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso, principalmente diretto agli studenti del Corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali, si concentrerà sulle uniche due opere latine dedicate alla storia dell'arte che ci siano pervenute dall'antichità. Le lezioni verteranno su una selezione di brani tratti dai libri 34-35 della Naturalis Historia di Plinio il Vecchio; a cura dello studente, inoltre, sarà lo studio di una selezione di passi dal De architectura di Vitruvio. Tutti i testi saranno letti in latino: si richiede pertanto una buona conoscenza preliminare della lingua.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Programma d'esame per 9 CFU:

1: Storia letteraria di Roma: lo studente dovrà essere preparato sulla letteratura latina, dall'età arcaica al V secolo d.C. La prova d'esame mirerà ad accertare la conoscenza dei profili degli autori, dell'evoluzione di temi e generi letterari, e dei principali testi della storia letteraria di Roma antica.

2: Plinio, Naturalis Historia 34-35: lo studente dovrà tradurre e analizzare una selezione di passi scelti dai libri 34-35 della Naturalis Historia di Plinio il vecchio. La prova d'esame mirerà ad accertare la capacità dello studente di interpretare il testo latino, le competenze linguistiche e grammaticali connesse, nonché la conoscenza complessiva di questa sezione dell'opera. Gli specifici passi saranno indicati nel corso delle lezioni e saranno tratti dal volume: Plinio il Vecchio. Storia delle arti antiche, a cura di S. Ferri, Milano: BUR.

3: Vitruvio, De architectura 1-7: lo studente dovrà tradurre e analizzare una selezione di passi scelti dai libri 1-7 del De architectura di Vitruvio. La prova d'esame mirerà ad accertare la capacità dello studente di interpretare il testo latino, le competenze linguistiche e grammaticali connesse, nonché la conoscenza complessiva di questa sezione dell'opera. Gli specifici passi saranno indicati nel corso delle lezioni e saranno tratti dal volume: Architettura (dai libri I-VII), a cura di S. Ferri, Milano: BUR.

Programma d'esame per 6 CFU:

Punti 1 (Storia letteraria) e 2 (Plinio) del programma per 9 CFU sopra riportato.

Programma d'esame per 12 CFU:

Ai punti 1 (Storia letteraria), 2 (Plinio), 3 (Vitruvio) del programma per 9 CFU sopra riportato si aggiunga:

4: Cicerone, Pro Archia: lo studente dovrà tradurre e analizzare integralmente l'orazione Pro Archia di Cicerone. La prova d'esame mirerà ad accertare la capacità dello studente di interpretare il testo latino, le competenze linguistiche e grammaticali connesse, nonché la conoscenza complessiva dell'opera. Per la preparazione di questo testo si potrà usare una qualsiasi edizione/traduzione. Si consiglia: Il poeta Archia, a cura di E. Narducci, Milano: BUR, 1992 (e ristampe successive).

DOCENTI E COMMISSIONI

Biagio Santorelli

Mercoledì, giovedì, venerdì, dalle 15:00 alle 16:00, previo appuntamento via e-mail.

LEZIONI

Modalità didattiche

lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

Mercoledì 14 febbraio, ore 17:00, aula M.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Durante il corso sono previste lezioni di approfondimento delle conoscenze di lingua latina e forme di autovalutazione sia a livello linguistico sia a livello contenutistico.
La prova finale è orale e consiste nella lettura, traduzione e commento dei testi proposti e nella verifica delle conoscenze di letteratura latina in programma.