L’Europa dopo l’Impero

 

  • Obiettivi e contenuti
    • OBIETTIVI FORMATIVI

      Il corso mira a fornire una preparazione di base sulla formazione dell’Europa contemporanea (XIX-XX secolo), sui principali processi di trasformazione culturale, economica, istituzionale, politica, sociale, sui momenti essenziali di svolta. Attraverso riflessioni di carattere metodologico e storiografico, il corso intende inoltre fornire una consapevolezza critica della profondità temporalità dei principali problemi dell’Europa di oggi al fine di consentire agli studenti della Scuola di Scienze umanistiche di orientarsi adeguatamente nella sua complessa realtà.

      OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

      L’obiettivo del corso è di fornire agli studenti un quadro dettagliato della situazione storica, politica, economica e sociale dell’Europa durante l’Ottocento e i primi anni del Novecento con particolare attenzione alla storia dell’impero russo. L’ottica è quella da una parte di seguire il progressivo emergere degli Stati europei dopo la sconfitta di Napoleone e dall’altra di analizzare quelle contraddizioni ottocentesche che, forse ancora oggi, restano al centro della politica europea.

      PROGRAMMA/CONTENUTO

      Il corso intende fornire un’introduzione ai temi e ai problemi della storia europea dell’Ottocento e dei primi decenni del Novecento seguendo l’emergere faticoso degli Stati nazionali dopo la caduta di Napoleone e l’affacciarsi, negli stessi decenni, sulla scena politica del vecchio continente di imperi vecchi e nuovi: l’impero russo, quello francese e inglese vittoriano, il ricostituito Kaisertum austriaco e il nuovo Reich guglielmino. Il tentativo di unire queste due prospettive, nazionale e imperiale, costituisce il filo rosso del corso che indagherà i molti risvolti di una stagione imperiale ottocentesca costantemente lacerata tra le spinte verso la modernità e il desiderio di conservazione del passato, fino a che l’incapacità di tenere assieme impero e nazione precipiterà l’Europa nel primo conflitto mondiale. Una particolare attenzione sarà dedicata agli aspetti politici, sociali, culturali e diplomatici della situazione russa.

      TESTI/BIBLIOGRAFIA

      Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 6 CFU

      Il manuale:

      A. M. Banti, L'età contemporanea. Dalle rivoluzioni settecentesche all'imperialismo, Roma-Bari, Laterza, 2017

      e UN testo a scelta tra i seguenti:

      D. Saunders, La Russia nell’età della reazione e delle riforme, 1801-1881, Bologna, il Mulino, 1997

      M. Natalizi, Il burattinaio dell’ultimo Zar. Grigorij Rasputin, Roma, Salerno, 2016

      G. Pécout, Il lungo Risorgimento. La nascita dell’Italia contemporanea (1770-1922), Milano, Mondadori, 2011

      A. M. Banti, Il Risorgimento italiano, Roma-Bari, Laterza, 2016

      R. Magraw, Il secolo borghese in Francia, 1815-1914, Bologna, il Mulino, 1996

      D. Bajrot, J-P. Chaline, A. Encrevé, Storia della Francia nell’Ottocento, Bologna, il Mulino, 2003

      M. Bellabarba, L’Impero asburgico, Bologna, il Mulino, 2014

      D. Qataert, L’Impero ottomano, Roma, Salerno, 2008

      J. Breuilly, La formazione dello stato nazionale tedesco (1800-1871), Bologna, il Mulino, 2004

      M. D. Pugh, Storia della Gran Bretagna 1789-1990, Roma, Carocci, 2008

       

      Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 9 CFU

      Il manuale:

      A. M. Banti, L'età contemporanea. Dalle rivoluzioni settecentesche all'imperialismo, Roma-Bari, Laterza, 2017

      e DUE testi a scelta tra i seguenti:

      D. Saunders, La Russia nell’età della reazione e delle riforme, 1801-1881, Bologna, il Mulino, 1997

      M. Natalizi, Il burattinaio dell’ultimo Zar. Grigorij Rasputin, Roma, Salerno, 2016

      G. Pécout, Il lungo Risorgimento. La nascita dell’Italia contemporanea (1770-1922), Milano, Mondadori, 1999

      A. M. Banti, Il Risorgimento italiano, Roma-Bari, Laterza, 2009

      R. Magraw, Il secolo borghese in Francia, 1815-1914, Bologna, il Mulino, 1996

      D. Bajrot, J-P. Chaline, A. Encrevé, Storia della Francia nell’Ottocento, Bologna, il Mulino, 2003

      M. Bellabarba, L’Impero asburgico, Bologna, il Mulino, 2014

      D. Qataert, L’Impero ottomano, Roma, Salerno, 2008

      J. Breuilly, La formazione dello stato nazionale tedesco (1800-1871), Bologna, il Mulino, 2004

      M. D. Pugh, Storia della Gran Bretagna 1789-1990, Roma, Carocci, 2008

       

      Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 12 CFU

      Il manuale:

      A. M. Banti, L'età contemporanea. Dalle rivoluzioni settecentesche all'imperialismo, Roma-Bari, Laterza, 2017

      e TRE testi a scelta tra i seguenti:

      D. Saunders, La Russia nell’età della reazione e delle riforme, 1801-1881, Bologna, il Mulino, 1997

      M. Natalizi, Il burattinaio dell’ultimo Zar. Grigorij Rasputin, Roma, Salerno, 2016

      G. Pécout, Il lungo Risorgimento. La nascita dell’Italia contemporanea (1770-1922), Milano, Mondadori, 1999

      A. M. Banti, Il Risorgimento italiano, Roma-Bari, Laterza, 2009

      R. Magraw, Il secolo borghese in Francia, 1815-1914, Bologna, il Mulino, 1996

      D. Bajrot, J-P. Chaline, A. Encrevé, Storia della Francia nell’Ottocento, Bologna, il Mulino, 2003

      M. Bellabarba, L’Impero asburgico, Bologna, il Mulino, 2014

      D. Qataert, L’Impero ottomano, Roma, Salerno, 2008

      J. Breuilly, La formazione dello stato nazionale tedesco (1800-1871), Bologna, il Mulino, 2004

      M. D. Pugh, Storia della Gran Bretagna 1789-1990, Roma, Carocci, 2008

  • Chi
  • Come
    • MODALITA' DIDATTICHE

      Lezioni frontali

      MODALITA' D'ESAME
      MODALITA' DI ACCERTAMENTO

      Il corso prevede una prova orale finale, condotta dal docente, volta a verificare l’acquisizione dei contenuti disciplinari. In particolare, il colloquio punta ad appurare la padronanza dei temi trattati, la capacità di contestualizzarli e a saggiare l’abilità di analisi e riflessione su fonti e documenti.

  • Dove e quando
    • INIZIO LEZIONI

      18 settembre 2017

      RICEVIMENTO STUDENTI
      Marco Natalizi

      Il ricevimento si svolge il Martedì alle ore 17 presso lo studio - Via Balbi 6, III piano

      Appelli
      Data Ora Tipo Luogo Note
      16 gennaio 2018 10:00 Orale Genova Locali DAFIST via Balbi 6, aula Q
      6 febbraio 2018 10:00 Orale Genova Locali DAFIST via Balbi 6, aula Q
      22 maggio 2018 10:00 Orale Genova Locali DAFIST via Balbi 6, aula Q
      12 giugno 2018 10:00 Orale Genova Locali DAFIST via Balbi 6, aula Q
      3 luglio 2018 10:00 Orale Genova Locali DAFIST via Balbi 6, aula Q
      24 luglio 2018 10:00 Orale Genova Locali DAFIST via Balbi 6, aula Q
      4 settembre 2018 10:00 Orale Genova Locali DAFIST via Balbi 6, aula Q
  • ALTRE INFORMAZIONI
    • Curriculum Docente

      Marco Natalizi (1963) è professore associato di Storia dell’Europa orientale. Si è formato presso l’Università di Pisa, Firenze e Siena. Le sue pubblicazioni comprendono: Il burattinaio dell’ultimo Zar. Grigorij Rasputin (Salerno editrice, 2016); Pietro il Grande. Uno zar in Europa (EDISES, 2014); L’ingresso della Russia in Europa, in Storia d’Europa e del Mediterraneo. Dal Medioevo all’età della globalizzazione, Sezione V. L’Età moderna (secoli XVI-XVIII), Vol. XII. Popoli, stati, equilibri del potere (Salerno Editrice, 2013); La rivolta degli orfani. La vicenda del ribelle Pugačëv (Donzelli Editore, 2011); Il caso Černyševskij (Bruno Mondatori, 2006); All’ombra della legge. L’amministrazione delle comunità urbane in Russia nella metà del XVIII secolo (Bruno Mondatori, 2003); Nikolaj Gavrilovič Černyševskij, Scritti politico-filosofici, traduzione, introduzione e note a cura di Marco Natalizi (Maria Pacini Fazzi, 2001). E’ socio della Società Italiana per la Storia dell'Età Moderna (SISEM) e della Società Italiana di Studi sul Secolo Diciottesimo (SISSD).

  • Contatti