TRADIZIONI DELLA SCOLASTICA MEDIEVALE (LM)

TRADIZIONI DELLA SCOLASTICA MEDIEVALE (LM)

_
iten
Codice
66508
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (METODOLOGIE FILOSOFICHE )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso approfondisce l’interazione delle diverse tradizioni culturali della Scolastica medievale in relazione alle tematiche filosofiche più rilevanti. Esso privilegia l’analisi e il commento dei testi

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende approfondire l'interazione delle diverse tradizioni culturali della Scolastica medievale in relazione alle tematiche più rilevanti dal punto di vista filosofico. Saranno privilegiati l'analisi e il commento di testi sull'argomento del corso.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del corso lo studente è in grado di contestualizzare i testi analizzati, di riconoscere i processi di trasmissione e i modi di recezione dei concetti filosofici, di impostare autonomamente una ricerca.

Modalità didattiche

Lezioni frontali con lettura e commento dei classici in programma.

PROGRAMMA/CONTENUTO

L’etica di Pietro Abelardo.

Parte introduttiva

Il contesto culturale del secolo XII.

La rinascita.

Le scuole e i metodi di insegnamento.

Parte monografica

Lettura e commento di:

 Abelardo, Dialogo tra un filosofo, un giudeo e un cristiano.

Abelardo, Etica, passi scelti.

Abelardo ed Eloisa, Epistolario, parti scelte.

Passi scelti di autori coevi.

Modalità didattiche.

Lezione frontale con il sussidio di riproduzioni.

Testi / Bibliografia

P. Abelardo, Dialogo tra un filosofo, un giudeo e un cristiano, BUR, Milano 2006.

Abelardo ed Eloisa, Epistolario, UTET-De Agostini, Torino-Novara 2015.

Altre indicazioni di lettura saranno fornite durante le lezioni.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi / Bibliografia

P. Abelardo, Dialogo tra un filosofo, un giudeo e un cristiano, BUR, Milano 2006.

Abelardo ed Eloisa, Epistolario, UTET-De Agostini, Torino-Novara 2015.

Altre indicazioni di lettura saranno fornite durante le lezioni.

DOCENTI E COMMISSIONI

Letterio Mauro

Mercoledì 11-13 studenti; giovedì 11-13 laureandi presso la Sezione di Filosofia, Via Balbi, 4 I piano.

Commissione d'esame

SIMONA LANGELLA

LETTERIO MAURO (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali con lettura e commento dei classici in programma.

INIZIO LEZIONI

8 marzo 2018

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in un colloquio orale per valutare le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente. L'esame verterà su entrambe le parti: "Parte introduttiva" e "Parte monografica".

Modalità di accertamento

Nella valutazione della prova si terrà conto, in particolare, della capacità dello studente di sapersi orientare all'interno delle fonti e del materiale bibliografico d'esame al fine di trarre le informazioni utili che gli permetteranno di illustrare temi e problemi e di saperli collegare tra loro.

Si valuteranno quindi: la padronanza dei contenuti, la capacità di sintesi e di analisi dei temi e dei concetti, la capacità di sapersi esprimere adeguatamente e con linguaggio appropriato alla materia trattata.

Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiuntamente alla loro utilizzazione critica, una buona padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza. Una conoscenza mnemonica della materia, unitamente a capacità di sintesi e di analisi articolate in un linguaggio corretto, ma non sempre appropriato, porteranno a valutazioni discrete. Lacune formative e/o linguaggio inappropriato – seppur in un contesto di conoscenze minimali del materiale d'esame – condurranno a voti che non supereranno la sufficienza. Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti durante il corso saranno valutati negativamente.

ALTRE INFORMAZIONI

Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare il docente almeno tre mesi prima dell'appello di esame: email 3830@unige.it