CHIMICA ORGANICA E LABORATORIO

CHIMICA ORGANICA E LABORATORIO

_
iten
Codice
65529
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
8 cfu al 2° anno di 8762 SCIENZE BIOLOGICHE (L-13) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE BIOLOGICHE )
periodo
1° Semestre
propedeuticita

PRESENTAZIONE

Chimica Organica e laboratorio (CHIMORG, codice 65529) vale 8 crediti e si svolge nel primo semestre dei seguenti anni: 2° LT SB. Le lezioni si tengono in lingua italiana.
Per gli studenti iscritti, il materiale didattico è disponibile su AulaWeb.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso è finalizzato a fornire le conoscenze di base in chimica organica per una migliore comprensione, dal punto di vista chimico, delle proprietà dei principali composti che possiedono attività biologica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Ricordare le nozioni relative ad atomi, elettronegatività e legami chimici

Capire i concetti di legame covalente polare, ibridazione, legame sigma e pi-greco, isomeria, risonanza

Applicare tali concetti alla costruzione di molecole organiche, all’individuazione della loro disposizione nello spazio, al riconoscimento dei gruppi funzionali presenti ed all’assegnazione del nome IUPAC

Analizzare le molecole organiche sulla base della loro struttura, riconoscendone l’acidità/basicità, nucleofilia/elettrofilia; individuare sei diverse tipologie di reazioni chimiche

Valutare la reattività delle molecole organiche sulla base della loro struttura e dell’ambiente in cui si trovano

Creare nuove sostanze per reazione di molecole organiche semplici

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni di laboratorio

PROGRAMMA/CONTENUTO

Atomi e molecole. Orbitali ibridi del C.

Teoria della Risonanza. Formule di Lewis. Acidi e Basi.

Alcani e cicloalcani. Nomenclatura e proprietà. Conformazioni

Alcheni, cicloalcheni,polieni. Nomenclatura e proprietà. Isomeria E/Z

Alchini. Nomenclatura e proprietà.

Benzene e composti Aromatici. Nomenclatura e proprietà

Stereoisomeria ed enantiomeria. Configurazioni R/S

Alogenoderivati. Alcoli. Reazioni di sostituzione nucleofila e di eliminazione

Composti carbonilici, aldeidi e chetoni.

Acidi carbossilici e acilderivati.

Ammine; basi puriniche e pirimidiniche

Lipidi; trigliceridi. Caratteristiche chimiche e fisiche. Fosfolipidi. Terpeni.

Monosaccaridi: aldosi e chetosi; proiezioni, forme semiacetaliche; reattività.

Mono- e polisaccaridi

α-Amminoacidi: proprietà. Legame peptidico. Struttura delle proteine.

Acidi nucleici, nucleosidi e nucleotidi.

Prove pratiche di Laboratorio:

Isolamento di un olio essenziale tramite distillazione

Estrazione, separazione cromatografica ed analisi spettrofotometrica di pigmenti naturali

Risoluzione di una miscela racemica - polarimetria

Saggi di riconoscimento per le principali sostanze naturali

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Klein “FONDAMENTI DI CHIMICA ORGANICA”, 2016, Pearson Italia, Milano-Torino

Brown “INTRODUZIONE ALLA CHIMICA ORGANICA”, 2005 (2001, 1999), Edises, Napoli

McMurry “FONDAMENTI DI CHIMICA ORGANICA”, 2011, Zanichelli, Bologna

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: on appointment

Commissione d'esame

ANDREA BASSO (Presidente)

CINZIA TAVANI

LARA BIANCHI

LISA MONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni di laboratorio

INIZIO LEZIONI

A partire dal 28 settembre 2017 (I Semestre)

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

CHIMICA ORGANICA E LABORATORIO

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova scritta in cui gli studenti dovranno rispondere a domande aperte sui seguenti argomenti:

nomenclatura e isomeria

acidità e basicità

reattività

biomolecole

attività di laboratorio

Ad ogni domanda è associato un punteggio massimo, che tiene conto della difficoltà della domanda stessa; la prova scritta si intende superata quando il punteggio complessivo è almeno 18/30

gli studenti che superano la prova scitta sosterranno una prova orale che consisterà in una serie di domande sulla teoria e sulla attività di laboratorio

Modalità di accertamento

L'accertamento del raggiungimento degli obiettivi formativi viene fatto in prima battuta attraverso la prova scritta. Essa verte su tutto il programma del corso e contiene domande con diversi livelli di difficoltà; il superamento della prova garantisce l'acquisizione da parte dello studente almeno delle nozioni di base. L'esame orale è in grado di verificare con elevata accuratezza il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento ponendo domande diversificate inerenti al programma effettivamente svolto durante le lezioni del corso. Quando gli obiettivi formativi non sono raggiunti, lo studente è invitato a verificare meglio le sue conoscenze ed eventualmente ad avvalersi di ulteriori spiegazioni contattando il docente titolare del corso di insegnamento.

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità

L'esame deve essere sostenuto dopo quello di Chimica Generale ed Inorganica con Laboratorio Conoscenza di derivate, integrali, funzioni logaritmica ed esponenziale Conoscenze di Termodinamica, Elettromagnetismo, Ottica Buona conoscenza della Chimica Generale ed Inorganica

Frequenza

Consigliata per le lezioni teoriche, obbligatoria per l’attività di laboratorio e le lezioni propedeutiche ad esso