LINGUA GRECA E GENERI LETTERARI (LM)

LINGUA GRECA E GENERI LETTERARI (LM)

_
iten
Codice
80234
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 2° anno di 9023 SCIENZE DELL'ANTICHITÀ: ARCH., FILOL.E LETT., STORIA (LM-15)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ANTICHITÀ: ARCH., FILOL.E LETT., STORIA)
periodo
1° Semestre

PRESENTAZIONE

Lingua Greca e Generi Letterari propone trattazioni il più possibile approfondite di testi greci antichi. Non mancheranno commenti storico-letterari, filosofici, ecc., ma si insisterà soprattutto sulla lettura diretta, evidenziando i più significativi aspetti linguistici e critico-testuali delle opere studiate. Dove si tratti di brani poetici, saranno forniti rudimenti di metrica. Per seguire il corso è necessaria una buona conoscenza del greco antico.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Saranno analizzati testi rilevanti per le problematiche legate al rapporto fra dialetti, lingua letteraria e generi della letteratura greca antica, con nozioni fondamentali di metrica allo scopo che lo studente possa apprezzare l'apporto specifico dei principali autori, sviluppare la capacità di contestualizzione e di interpretare un testo con adeguata competenza filologica e sensibilità letteraria.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi formativi dell'insegnamento di Lingua Greca e Generi Letterari consistono nel far acquisire agli studenti le seguenti competenze, conoscenze e abilità: sapersi orientare almeno a grandi licee, attraverso la lettura guidata di testi in lingua originale, fra le principali tipologie letterarie dell'antichità greca; familiarizzare, sempre attraverso la lettura diretta, con l'evoluzione della lingua e dei dialetti; saper utilizzare gli strumenti della disciplina; saper condurre un'esegesi autonoma (s'intende a livello elementare) dei testi; acquisire conoscenze grammaticali, linguistiche, critico-testuali, stilistiche e metriche.

 

Modalità didattiche

Il corso sarà basato sulle lezioni frontali, ma cercherà di stimolare la partecipazione attiva degli studenti. Se necessario, si proporranno esercitazioni scritte, o eventualmente delle 'tesine' scritte e/o orali. Si prevede l’intervento di esperti della disciplina.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

6 CFU

L’Aiace di Sofocle

TESTI/BIBLIOGRAFIA

(1) Sofocle. Aiace; Elettra, a cura di M. P. Pattoni – E. Medda, Rizzoli, Milano 2000 (rist. 2015).

(2) Il Filottete di Sofocle (in un’edizione scolastica a scelta, purché dotata di testo a fronte e di commento).

(3) V. Di Benedetto, Sofocle, La Nuova Italia, Firenze 1991 (con ristampe).

(4) Un testo a scelta fra: M. Di Marco, La tragedia greca: forma, gioco scenico, tecniche drammatiche, Carocci, Roma 20093, e G. Ieranò, La tragedia greca: origine, storia, rinascite, Salerno Editrice, Roma 2010.

DOCENTI E COMMISSIONI

Walter Lapini

Ricevimento studenti

 

Mercoledì ore 12-13 presso la Sezione Ellenica del Dafist (st. 237)

 

Ricevimento laureandi

 

Mercoledì ore 12-13 presso la Sezione Ellenica del Dafist (st. 237)

 

Commissione d'esame

LIA RAFFAELLA CRESCI

FRANCESCA GAZZANO

VALTER LAPINI (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso sarà basato sulle lezioni frontali, ma cercherà di stimolare la partecipazione attiva degli studenti. Se necessario, si proporranno esercitazioni scritte, o eventualmente delle 'tesine' scritte e/o orali. Si prevede l’intervento di esperti della disciplina.

 

INIZIO LEZIONI

19 settembre 2017

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consisterà in un colloquio orale.

Modalità di accertamento

L’esame accerterà le competenze sui testi spiegati in aula e sui saggi riservati allo studio individuale. Come soglia minima sarà richiesto di leggere correttamente, e di tradurre in maniera sciolta, uno o più brani compresi nel programma, facendo seguire un commento grammaticale, filologico e letterario sulla base delle spiegazioni fornite dal docente durante il corso. Raggiungeranno la soglia di eccellenza coloro che, oltre alle abilità sopra indicate, siano capaci di leggere e interpretare in modo personale e originale le nozioni apprese vuoi durante il lavoro in classe vuoi attraverso lo studio individuale. 

ALTRE INFORMAZIONI

Chi fosse impossibilitato a frequentare assiduamente dovrà concordare con il docente (w.lap@libero.it // 338-1880197), con congruo anticipo, un programma alternativo.

I testi usati nel corso che non siano disponibili sul mercato saranno fotocopiati (nei limiti delle norme sul copyright) o sostituiti.