DIDATTICA DEGLI EVENTI CULTURALI

DIDATTICA DEGLI EVENTI CULTURALI

_
iten
Codice
56441
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 1° anno di 9922 PEDAGOGIA, PROGETTAZIONE E RICERCA EDUCATIVA (LM-85) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PED/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PEDAGOGIA, PROGETTAZIONE E RICERCA EDUCATIVA )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento di Didattica degli eventi culturali  intende aprire lo sguardo sul settore del patrimonio culturale in senso lato delle culture materiali e immateriali che interagiscono sul territorio, per consentire ai professionisti - pedagogisti, progettisti, ricercatori di ambito educativo - di avvalersi  di tutti gli strumenti che "l'esperienza culturale"  offre sia come fruizione di eventi, sia come progettazione di percorsi formativi, compensativi, di riabilitazione sociale. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Riflettere attraverso la ricerca sul ruolo formativo degli "eventi" che concernono arte, cinema, musica, teatro, valorizzazione del territorio, ecc.; analizzare le proceduralità di ordine didattico impiegata nella loro progettazione e realizzazione; mettere alla prova le competenze acquisite confrontandosi con realtà territoriali o attraverso pratiche simulate.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

a) riflessione sul ruolo delle esperienze culturali informali nei processi di formazione delle persone e nella creazione ed espressione delle forme comunitarie e sociali;

b) analisi delle dinamiche che sottendono la creazione e gestione di eventi culturali

c) lavoro teorico-pratico, soprattutto in forma cooperativa, finalizzato alla connessione di esperienze culturali ed eventi con gli obiettivi che potranno essere tipici e specifici del professionista in formazione

d) acquisizione di competenze progettuali, relazionali e organizzative in ordine a quanto sopra.

Modalità didattiche

Il corso prevede:

a) lezioni interattive sui temi fondativi di ordine teorico (didattica e cultura, cultura didattica, processi educativi e cultura della comunità e del territorio, project management di eventi),

b) seminari con l’intervento di soggetti ed enti produttori di eventi culturali presenti sul territorio, ma anche in ambito nazionale e internazionale,

c) visite a luoghi e contenitori culturali significativi rispetto agli obiettivi formativi del corso,

d) esperienza di ricerca e/o progettazione di gruppo monitorata in collegamento con il Laboratorio di progettazione di eventi. La partecipazione al Laboratorio non è obbligatoria, ma vivamente raccomandata, e consente di acquisire 1 cfu di laboratorio,

e) utilizzo di Aulaweb come strumento di interazione costruttiva. 

La modalità di realizzazione del corso richiede disponibilità da parte degli studenti all’interazione, al lavoro cooperativo, alla relazione e discussione con soggetti esperti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso presenta agli studenti un quadro generale circa il ruolo formativo degli “eventi” che concernono arte, cinema, musica, teatro, valorizzazione del territorio, ecc. con l’intento di avviare capacità di analisi e riflessione, per gradatamente accedere alle procedure di ordine didattico che è bene impiegare nella loro progettazione e realizzazione.

L’idea pedagogica di fondo è che,  solo se la sostanza prevale sulla forma, l’evento culturale è effettivamente in grado di suscitare cultura personale, originaria e creativa, nelle persone che lo vivono. 

Nel tempo, tuttavia, l’evento culturale si è trasformato anche nel suo ruolo sociale e oggi si rende necessaria una riflessione più profonda sull’esperienza culturale delle persone in differenti contesti e a seconda di età a situazioni di vita, nonché sulla fruizione (qualità e quantità) che i soggetti hanno delle risorse culturali diffuse, sul significato che essa acquisisce, sull’esigenza di padroneggiarne la comprensione da parte del pedagogista, del progettista di percorsi educativi e formativi, del ricercatore.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per gli studenti che frequenteranno le lezioni e parteciperanno al Laboratorio:

Testi obbligatori (in aggiunta alla ricerca o progettazione realizzata con il Laboratorio): 


  1. R. Cerri, Eventi culturali e percorsi di formazione, Aracne, Roma, 2008 

  2. L. Argano - A. Bollo - P. Dalla Sega - C. Vivalda, Gli eventi culturali. Ideazione, progettazione, marketing, comunicazione, FrancoAngeli, Milano, 2005 
  3. Materiali di approfondimento rinvenibili su Aulaweb

Per gli studenti non frequentanti almeno il 70% delle lezioni e/o non partecipanti al laboratorio

Testi obbligatori : 


  1. R. Cerri, Eventi culturali e percorsi di formazione, Aracne, Roma, 2008 

  2. L. Argano - A. Bollo - P. Dalla Sega - C. Vivalda, Gli eventi culturali. Ideazione, progettazione, marketing, comunicazione, FrancoAngeli, Milano, 2005 
  3. Materiali di approfondimento rinvenibili su Aulaweb
  4. Inoltre due (2) testi a scelta fra i seguenti:
  • A.Acerbi, D.Martein, Musei, non-musei, territorio. Modelli per una pedagogia urbana e rurale, Franco Angeli, Milano, 2006

  • C. Bernardi, Il teatro sociale. L’arte tra disagio e cura, Carocci, Roma, 2004

  • F. De Biase (ed.), L'arte dello spettatore. Il pubblico della cultura tra bisogni, consumi e tendenze, Franco Angeli, Milano, 2008 

  • S. R.Sedita, M.Paiola, Il management della creatività. Reti, comunità e territori, Carocci, Roma, 2008 


DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Renza Cerri  Luogo: STANZA 1A6 - DISFOR - Corso Podestà 2, Genova. Giorni: II semestre (dal 21 febbraio 2017 al termine delle lezioni) martedì dalle 9,30 alle 11,30. Durante il I semestre e nei periodi di sospensione delle lezioni la docente riceve su appuntamento (renza.cerri@unige.it). Eventuali variazioni saranno segnalate in bacheca.

Commissione d'esame

RENZA CERRI (Presidente)

ANDREA TRAVERSO (Presidente)

DAVIDE PARMIGIANI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso prevede:

a) lezioni interattive sui temi fondativi di ordine teorico (didattica e cultura, cultura didattica, processi educativi e cultura della comunità e del territorio, project management di eventi),

b) seminari con l’intervento di soggetti ed enti produttori di eventi culturali presenti sul territorio, ma anche in ambito nazionale e internazionale,

c) visite a luoghi e contenitori culturali significativi rispetto agli obiettivi formativi del corso,

d) esperienza di ricerca e/o progettazione di gruppo monitorata in collegamento con il Laboratorio di progettazione di eventi. La partecipazione al Laboratorio non è obbligatoria, ma vivamente raccomandata, e consente di acquisire 1 cfu di laboratorio,

e) utilizzo di Aulaweb come strumento di interazione costruttiva. 

La modalità di realizzazione del corso richiede disponibilità da parte degli studenti all’interazione, al lavoro cooperativo, alla relazione e discussione con soggetti esperti.

INIZIO LEZIONI

Il corso si tiene nel II semestre

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIDATTICA DEGLI EVENTI CULTURALI

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame è orale.

Il suo svolgimento si differenzia per studenti frequentanti e non come indicato alla voce "modalità di accertamento"

 

Modalità di accertamento

Per gli studenti frequentanti che prendono parte al Laboratorio l'accertamento delle conoscenze e competenze via via acquisite avviene già durante il corso attraverso il monitoraggio e la valutazione del lavoro di ricerca o progettazione svolto. L'interazione su Aulaweb svolge un ruolo significativo a tal fine. In sede d'esame questa parte operativa risulterà già valutata e il colloquio verterà sui testi obbligatori e sulla riflessione da parte dello studente circa modalità, criticità, prospettive della ricerca o progetto realizzati in gruppo.

Per gli studenti non frequentanti la valutazione avviene solo in forma di colloquio in sede d'esame e tenderà ad accertare le conoscenze apprese attraverso lo studio dei testi indicati e dei materiali di approfondimento, nonchè a considerare le capacità riflessive e progettuali dello studente in ordine ai temi del corso, nella prospettiva dello sviluppo professionale.

In ogni caso il colloquio dovrà valutare:

  • comprensione degli argomenti;
  • capacità di analisi e sintesi;
  • padronanza di linguaggio
  • utilizzo di una terminologia specifica adeguata.

ALTRE INFORMAZIONI

Ulteriori informazioni saranno reperibili attraverso i seguenti URL

URL AULA WEB

Didattica degli eventi culturali
https://sdf.aulaweb.unige.it/

URL ORARIO LEZIONI

Didattica degli eventi culturali
http://disfor.unige.it/didattica/orario-lezioni