PEDAGOGIA SPECIALE

PEDAGOGIA SPECIALE

_
iten
Codice
72124
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 2° anno di 8750 SCIENZE PEDAGOGICHE E DELL'EDUCAZIONE (L-19) GENOVA

1 CFU al 2° anno di 9280 EDUCAZIONE PROFESSIONALE (L/SNT2) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PED/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE PEDAGOGICHE E DELL'EDUCAZIONE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso intende far acquisire agli studenti una preparazione di base che gli consentirà di osservare e progettare interventi educativi in diversi contesti che accolgono persone con disabilità. Verrà effettuata un’analisi dell’evoluzione della pedagogia speciale da un punto di vista culturale e legislativo e verranno analizzati gli strumenti progettuali utili per intervenire nella pratica.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Pianificare e saper organizzare progetti educativi e riabilitativi, in un contesto di partecipazione e recupero alla vita quotidiana dei soggetti in difficoltà.

Modalità didattiche

Sono previste lezioni dialogate (supportate da slide) in cui verranno discusse le problematiche connesse alla pedagogia speciale e al rapporto educativo in situazioni di bisogno educativo  speciale. Il corso prevederà anche esercitazioni pratiche (di gruppo), analisi di studi di caso e visione di video. Le esercitazioni avranno l’obiettivo di aiutare lo studente ad applicare nella pratica quanto appreso a livello teorico.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso è suddiviso in tre moduli di approfondimento.

 

Modulo 1

Identificazione epistemologica della pedagogia e didattica speciale

Nodi concettuali nella formazione di una cultura inclusiva

I principali autori di riferimento

Il percorso legislativo

Approcci: BES, SEN, Capability

 

Modulo 2

Classificazioni: dall'ICDH all'ICF

Il modello della Qualità della Vita

Strumenti dell'inclusione: DF, PDF, PEI-Progetto di Vita

Approcci di intervento: strategie comportamentali, metacognitive, collaborative, adattamenti e interventi sui comportamenti problema

 

Modulo 3

Analisi di specifiche disabilità

Riflessione sulle possibili modalità di intervento

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per i frequentanti:

PENNAZIO V. (2017), Formarsi a una cultura inclusiva. Franco Angeli Milano

COTTINI L., FEDELI D., ZORZI S. (2016), Qualità di Vita nella disabilità adulta. Erickson, Trento

Materiale fornito dal docente

 

Per i non frequentanti

PENNAZIO V. (2017), Formarsi a una cultura inclusiva. Franco Angeli Milano

COTTINI L., FEDELI D., ZORZI S. (2016), Qualità della Vita nella disabilità adulta. Erickson, Trento.

BOCHICCHIO F. (2017) (a cura di), L'agire inclusivo della scuola. Logiche, metodologie e tecnologie per insegnanti ed educatori. Libellula Tricase, Lecce

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Nel primo semestre ricevo gli studenti il venerdì dalle ore 12.00 alle ore 14.00 presso il DISFOR, stanza 1A3 Nel secondo semestre ricevo su appuntamento da concordare tramite e-mail I tesisti sono invitati a prendere appuntamento attraverso l’indirizzo mail indicato: valentina.pennazio@unige.it

Commissione d'esame

VALENTINA PENNAZIO (Presidente)

FRANCO BOCHICCHIO

LEZIONI

Modalità didattiche

Sono previste lezioni dialogate (supportate da slide) in cui verranno discusse le problematiche connesse alla pedagogia speciale e al rapporto educativo in situazioni di bisogno educativo  speciale. Il corso prevederà anche esercitazioni pratiche (di gruppo), analisi di studi di caso e visione di video. Le esercitazioni avranno l’obiettivo di aiutare lo studente ad applicare nella pratica quanto appreso a livello teorico.

INIZIO LEZIONI

venerdì 29 settembre 2017

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

PEDAGOGIA SPECIALE

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto con possibile integrazione orale 

Studenti frequentanti:

Al termine di ogni modulo è prevista una prova scritta soggetta a valutazione.

Il voto finale sarà determinato dalla media dei voti delle tre prove.

Studenti non frequentanti:

Dovranno sostenere un esame scritto su tutto il programma 

Modalità di accertamento

La valutazione intende accertare:
- conoscenza e capacità di comprensione/rielaborazione teorica e legislativa;
- capacità di operare collegamenti tra teorie, strategie di progettazione e di intervento;
- autonomia di giudizio;
- capacità di esposizione, orale e scritta, in ordine alle conoscenze possedute, alla
loro trasposizione critica in termini di fruibilità professionale e all’uso del linguaggio
specifico della disciplina.

ALTRE INFORMAZIONI

Il calendario dettagliato del corso sarà caricato sul portale dell’e-learning aulaweb. Gli studenti sono invitati a consultare periodicamente la pagina dell’insegnamento per verificare eventuali cambiamenti e/o spostamenti delle lezioni. Informazioni e comunicati saranno comunicati su aulaweb.

Per qualunque problema inerente la didattica: valentina.pennazio@unige.it