BENTONOLOGIA E ITTIOLOGIA

BENTONOLOGIA E ITTIOLOGIA

_
iten
Codice
84213
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
12 cfu al 2° anno di 9021 SCIENZE DEL MARE (LM-75) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DEL MARE )
moduli
Questo insegnamento è composto da:

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso di bentonologia ha l'obiettivo di approfondire la bionomia bentonica, le caratteristiche degli organismi coinvolti nelle più importanti associazioni bentoniche nonché dare una panoramica delle problematiche connesse all’utilizzo antropico dell’ambiente e delle risorse bentoniche.

Il corso di ittiologia ha l'obiettivo di approfondire le conoscenze sulla diversità dei pesci cartilaginei e ossei, di definire le caratteristiche e gli adattamenti delle specie in habitat differenti nonché dare una panoramica delle problematiche connesse allo sfruttamento delle risorse ittiche. Sono inoltre previste delle uscite didattiche per fornire gli strumenti di base per lo studio e l’osservazione delle comunità superficiali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso di bentonologia ha l'obiettivo di approfondire la bionomia bentonica, le caratteristiche degli organismi coinvolti nelle più importanti associazioni bentoniche nonché dare una panoramica delle problematiche connesse all’utilizzo antropico dell’ambiente e delle risorse bentoniche.

Il corso di ittiologia ha l'obiettivo di approfondire le conoscenze sulla diversità dei pesci cartilaginei e ossei, di definire le caratteristiche e gli adattamenti delle specie in habitat differenti nonché dare una panoramica delle problematiche connesse allo sfruttamento delle risorse ittiche. Sono inoltre previste delle uscite didattiche per fornire gli strumenti di base per lo studio e l’osservazione delle comunità superficiali.

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni in laboratorio

Escursioni in mare

PROGRAMMA/CONTENUTO

BENTONOLOGIA – Il corso prevede 20 lezioni frontali rivolte allo studio delle principali comunità bentoniche marine e dulcacquicole: 1) Introduzione al corso e definizioni generali; 2) Bionomia bentonica; 3) Studio del benthos; 4) Ecologia del benthos; 5) Simbiosi e mimetismo nel benthos; 6) Il benthos degli ambienti intertidali; 7) Il benthos del subtidale roccioso e delle grotte; 8) Il benthos del subtidale incoerente; 9) Il benthos degli ambienti dominati da vegetali; 10) Il benthos del circalitorale mediterraneo: il coralligeno; 11) Il benthos degli ambienti effimeri; 12) Il benthos degli ambienti dominati da animali: le foreste di corallo e i fondi a spugne; 13) Il benthos degli ambienti profondi; 14) Il benthos delle scogliere coralline; 15) Il benthos polare ; 16) Il benthos dei fiordi; 17) Il benthos di acque dolci; 18) Il benthos degli ambienti di transizione; 19) Impatto antropico sulle comunità bentoniche; 20) Conservazione delle comunità bentoniche.

Il corso prevede inoltre 4 laboratori: 1) Analisi di immagine tramite tecniche di visual census; 2) Tecniche di ROV-Imaging per lo studio della fauna profonda; 3) Analisi di meiofauna di sedimenti incoerenti; 4) Laboratorio IUCN. Sono previste anche 2 uscite (invernale ed estiva) in campo lungo il litorale ligure volte alla caratterizzazione (tramite snorkeling)  delle biocenosi intertidali di fondo incoerente e di fondo duro, della prateria di Posidonia oceanica e di ambiente effimero (Velella velella). Alternativamente, se possibile, verrà organizzata una giornata dedicata allo studio del bycatch dello strascico profondo per lo studio delle biocenosi dei fondi fangosi batiali.

 

ITTIOLOGIA – Il corso prevede 20 lezioni frontali rivolte allo studio delle principali comunità bentoniche marine e dulcacquicole con particolare riferimento a: 1) Generalità ed evoluzione dei pesci; 2) Agnati; 3) Pesci cartilaginei; 4) Pesci ossei; 5) Fasi larvali; 6) Parassitosi; 7) Biodiversità dei pesci di acque libere; 8) Biodiversità dei pesci di fondo duro; 9) Biodiversità dei pesci di fondo mobile; 10) Biodiversità dei pesci degli ambienti dominati da vegetali; 11) Biodiversità dei pesci di grotta e substrato artificiale; 12) Biodiversità dei pesci profondi; 13) Biodiversità dei pesci di reef 1; 14) Biodiversità dei pesci di reef 2; 15) Biodiversità dei pesci di acque fredde; 16) Biodiversità dei pesci di acque dolci; 17) Impatto antropico sulle comunità ittiche; 18) Acquacultura; 19) Cenni sulle tecniche di pesca; 20) Conservazione delle comunità ittiche.

Il corso prevede inoltre 3 laboratori: 1) Tecniche di ROV-Imaging per lo studio della fauna ittica profonda; 2) Laboratorio sulle tecniche di pesca; 3) Laboratorio IUCN. Sono previste anche 2 uscite, di cui una in campo lungo il litorale ligure volta alla caratterizzazione delle comunità ittiche di fondo incoerente e di fondo duro e della prateria di Posidonia oceanica, e un’altra svolta presso il mercato del pesce di Genova per il riconoscimento della fauna ittica commerciale mediterranea.

Modifiche sul programma potranno intervenire nel caso di studenti che scelgono il corso mutuato da Biologia (numero ridotto di ore) oppure, per le uscite, in caso di maltempo. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Raccolta di articoli scientifici.

A disposizione (scaricabili da Aula WEB) copia di iconografia usata nelle lezioni, testi degli esercizi e PowerPoint.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente.

Commissione d'esame

MARZIA BO (Presidente)

FEDERICO BETTI

GIORGIO BAVESTRELLO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni in laboratorio

Escursioni in mare

INIZIO LEZIONI

A partire dal 20 febbraio 2017 (II Semestre)

ESAMI

Modalità di accertamento

Prova orale ed esposizione di un caso di studio approfondito individualmente. L’esame è finalizzato a valutare le conoscenze degli elementi fondamentali della materia e la capacità di collegamenti tra i vari argomenti.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza regolare è fortemente raccomandata. Verrà inoltre richiesto, per chi volesse partecipare alle attività in acqua, di effettuare una visita medica.