METODI E TECNICHE DI PSICOLOGIA DI COMUNITA'

METODI E TECNICHE DI PSICOLOGIA DI COMUNITA'

_
iten
Codice
56074
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
8 cfu al 2° anno di 8753 PSICOLOGIA (LM-51) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PSICOLOGIA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’individuo  e i contesti sociali  sono considerati inseparabili dalla psicologia di comunità, essi creano un ecosistema la cui conoscenza è fondamentale per comprendere il comportamento della persona e per aumentarne il benessere. Agire in un’ottica di psicologia di comunità, attraverso i suoi metodi e le sue tecniche, significa  intervenire sui processi relazionali e di gruppo  guardando al territorio come comunità in grado di sostenere il benessere.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende promuovere la formazione dello psicologo nei contesti socioculturali, organizzativi e territoriali in funzione del benessere della persona, dei gruppi e della comunità. In particolare si intende formare alla capacità di proporre interventi multilivello, di leggere i contesti in ottica preventiva, approfondendo il lavoro di comunità all’interno dei servizi socio-sanitari e del privato sociale.

Modalità didattiche

Il corso alternerà lezioni frontali in cui saranno introdotti i metodi e le tecniche, con lezioni partecipate attraverso la presentazione d’interventi sul campo. Potranno inoltre essere organizzate attività di gruppo volte a favorire un apprendimento attivo delle metodologie proprie della psicologia di comunità.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Saranno approfondite in particolare le seguenti tecniche: analisi e stesura dei profili di comunità; analisi organizzativa di istituzioni, gruppi, associazioni; elaborazione e costruzione di progetti di valutazione e di intervento di comunità.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Francescato D., Tomai M., Ghirelli G. (2011)Fondamenti di psicologia di comunità, Carocci, Roma,   2011 (solo i capitoli 4, 5, 10).

Santinello M., Vieno A. (a cura di) (2013) Metodi di intervento in psicologia di comunità, Il Mulino, Bologna.

Slide e documentazione caricata su aulaweb (https://sdf.aulaweb.unige.it/) sono considerate parte integrante della bibliografia del corso.

Per i non frequentanti preparare anche:

Dallago L., Santinello M., Vieno A. (2004)Valutare gli interventi psicosociali, Le bussole, Carocci, Roma.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: DISFOR, 4° piano stanza 4A6 Martedì 11.30-12.30 Tel. 01020953720 E-mail: laura.migliorini@unige.it  

Commissione d'esame

LAURA MIGLIORINI (Presidente)

NADIA RANIA

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso alternerà lezioni frontali in cui saranno introdotti i metodi e le tecniche, con lezioni partecipate attraverso la presentazione d’interventi sul campo. Potranno inoltre essere organizzate attività di gruppo volte a favorire un apprendimento attivo delle metodologie proprie della psicologia di comunità.

INIZIO LEZIONI

26 settembre 2017

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

METODI E TECNICHE DI PSICOLOGIA DI COMUNITA'

ESAMI

Modalità d'esame

Le conoscenze acquisite durante il corso saranno accertate attraverso una prova scritta. Attraverso tale modalità, si verificheranno le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite dallo studente. Per gli studenti frequentanti si prevede una valutazione in itinere.

Per sostenere l’esame è indispensabile iscriversi attraverso il portale studenti.

Modalità di accertamento

Attraverso domande dirette che permettano di indagare le conoscenze relative alle tecniche e alle  metodologie della psicologia di comunità, e/o attraverso la presentazione e l’analisi critica di casi di riferimento saranno valutati i risultati di apprendimento.

Gli studenti dovranno acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione delle principali metodologie e tecniche della psicologia di comunità in funzione della realizzazione d’interventi psico-sociali.

Gli studenti dovranno saper utilizzare, sia sul piano concettuale sia su quello operativo, le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.

Gli studenti dovranno acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per saper comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.

Gli studenti dovranno sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche, tecniche e metodologie della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.