Il corso provvede gli strumenti storiografici e teorici per l’analisi della costruzione e delle trasformazioni della categoria di genere nell’età contemporanea (fine XVIII secolo – XX secolo) e fornisce un quadro orientativo della produzione internazionale di saperi legati ai movimenti femministi e queer.

  • Obiettivi e contenuti
    • OBIETTIVI FORMATIVI
      Il corso si propone di esaminare il ruolo femminile e l’impianto culturale e sociale dei generi maschile e femminile e i loro mutamenti nella storia.
      PROGRAMMA/CONTENUTO

      1.            Introduzione al corso.

      -              Storia di genere e storia culturale: nodi teorici e storiografici.

      -              Dall’Ancien Régime alla contemporaneità: nuovi paradigmi nel sistema di genere.

      2.            Il dilemma della cittadinanza: il genere e le aporie dell’universalismo.

      -              Virtù civiche e virtù domestiche: la moderna costruzione della dicotomia pubblico/privato.

      -              Il caso delle giacobine italiane: il genere alle origini dell’immaginario politico democratico.

      3.            La “nazione del Risorgimento”: il genere nel discorso della nazione tra codici e sovversioni

      -              Il corpo sessuato della nazione.

      -              Amor di patria e amore romantico: genealogie, affetti, passioni.

      4.            Genere e nation building tra biopolitiche e rappresentazioni.

      -              La costruzione della moderna mascolinità: narrazioni e istituzioni.

      -              Il primo femminismo tra radicalità e assimilazione.

      5.            L’“omosessuale moderno” tra patologizzazione e riappropriazione.

      -              La psichiatria: il normale e il patologico nel sistema di genere.

      -              Rappresentazioni dell’omosessualità fin de siècle.

      6.            Orientalismo, razzismo, colonialismo: una prospettiva di genere.

      -              Razza e genere: categorizzazioni interdipendenti.

      -              Il caso del colonialismo italiano.

      7.            La grande guerra.

      -              La “grande occasione” delle donne.

      -              La maschilità “in trincea”.

      8.            Fascismo e Resistenza: le donne dalla nazionalizzazione alla cittadinanza.

      -              Donne e fascismo: la costruzione della “donna moderna” e le sue contraddizioni.

      -              Donne e Resistenza: politiche e pratiche di liberazione tra pubblico e privato.

      9.            Happy days? Le tensioni degli anni ’50.

      -              La mistica della femminilità: ritorno alla domesticità e patologizzazione del dissenso.

      -              Il closet: l’invisibilizzazione delle persone LGBT+.

      10.          Biopolitiche del genere tra mercato e controllo sociale: gli anni ’60.

      -              Lavoro femminile e femminilizzazione del lavoro: l’emancipazione delle donne e le contraddizioni della “modernità”.

      -              “Comizi d’amore”: l’educazione sentimentale in Italia tra politica e mass media.

      11.          Femminismi del Novecento. Anni ’70 e ’80: una prospettiva internazionale.

      -              I movimenti: controcultura, femminismo e nascita dei movimenti LGBT+.

      -              “Herstory”: le donne scrivono la storia.

      12.          La linea del colore. Femminismi intersezionali.

      -              Black feminism americano.

      -              Femminismi postcoloniali.

      13.          Gli anni ’80: nuovi orizzonti e strumenti dell’eteronormatività.

      -              Media studies: critica culturale e critica femminista.

      -              AIDS: politiche e rappresentazioni.

      14.          Femminismi queer. Anni ’90-2000.

      -              Queer studies.

      -              Transfemminismo e intersessualità.

      15.          Sessualità: saperi, rappresentazioni, rivendicazioni.

      -              Porn studies: la pornografia dalla condanna femminista alla riappropriazione.

      -              Il sex work: la prospettiva storica e la dimensione politica.

      16.          Nuove categorie, altri femminismi.

      -              Il corpo normato: disabilities studies e fat studies.

      -              Oltre il corpo: cyborg e postumano, ecofemminismo e femminismo antispecista.

      17.          Questioni aperte.

      -              Istituzionalizzazione dei saperi e delle politiche di genere.

      -              Nuovi sessismi, glass ceiling, gender wage gap, precarietà.

      18.          Conclusione del corso.

      -              Discussione finale, feedback.

      TESTI/BIBLIOGRAFIA

      Due testi a scelta fra i seguenti:

       

      Banti, Alberto M., La nazione del Risorgimento. Parentela, santità e onore alle origini dell’Italia unita, Einaudi, varie edizioni.

      Benadusi, Lorenzo, Ufficiale e gentiluomo: Virtù civili e valori militari in Italia, 1896-1918, Feltrinelli, 2015.

      De Grazia, Victoria, Le donne nel regime fascista, Marsilio, varie edizioni.

      Dijkstra, Bram, Idoli di perversità. La donna nell’immaginario artistico filosofico letterario e scientifico tra Otto e Novecento, Garzanti, varie edizioni.

      Mosse, George L., Sessualità e nazionalismo. Mentalità borghese e rispettabilità, Laterza, varie edizioni.

      Stefani, Giulietta, Colonia per maschi. Italiani in Africa Orientale: una storia di genere, Ombre Corte, 2007.

       

      URL Orario lezioni
      STORIA DI GENERE (LM)
      http://www.scienzeumanistiche.unige.it/didattica/orari
  • Chi
    • Docenti
    • Maya De Leo
      maya.de.leo@edu.unige.it
    • Commissione d’esame
      65355 - STORIA DI GENERE (LM)
      Francesco Cassata
      Maya De Leo (Presidente)
      Giuliana Franchini
      Paola Guglielmotti (Presidente)
      Roberto Sinigaglia
  • Come
  • Dove e quando
  • Contatti