STORIA CONTEMPORANEA

STORIA CONTEMPORANEA

_
iten
Codice
65234
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
12 cfu al 3° anno di 8459 STORIA (L-42) GENOVA

9 CFU al 3° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8455 FILOSOFIA (L-5) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

9 CFU al 3° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

12 CFU al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

6 CFU al 2° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (STORIA )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso di Storia contemporanea si prefigge di fornire allo studente un inquadramento di base della storia dell'Otto e del Novecento dei paesi europei ed extraeuropei, attraverso una prospettiva che evidenzi la pluralità degli approcci metodologici nell'analisi storica. L'arco cronologico del corso va dagli anni settanta dell'Ottocento ai primi anni Duemila e prevede l'analisi dei principali eventi storici e la trattazione delle questioni storiografiche più rilevanti per l'età contemporanea.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’obiettivo del corso è fornire agli studenti una introduzione alle questioni e ai problemi sociali, economici, culturali e politici dell’età contemporanea, con particolare riferimento al Novecento. L’ottica è quella di una storia capace di inserire la vicenda nazionale italiana entro la trama internazionale e transnazionale alla quale essa appartiene.

Modalità didattiche

Lezioni frontali per un totale di 72 ore di insegnamento (12 CFU), con largo uso di presentazioni ppt e fonti audiovisive.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il manuale:
Giovanni Sabbatucci, Vittorio Vidotto, Il mondo contemporaneo. Dal 1848 a oggi, Roma-Bari, Laterza, 2008 (INTERAMENTE)
e UN testo a scelta tra i seguenti:

George L. Mosse, La nazionalizzazione delle masse, Bologna, Il Mulino, 2009

George L. Mosse, Le guerre mondiali. Dalla tragedia al mito dei caduti, Roma-Bari, Laterza

Alberto Mario Banti, Il Risorgimento italiano, Bari-Roma, Laterza, 2009

Wolfgang Reinhard, Storia del colonialismo, Torino, Einaudi, 2002

Kenneth Pomeranz, La grande divergenza, Bologna, Il Mulino, 2004

Raymond F. Betts, La decolonizzazione, Bologna, Il Mulino 2007

Arturo Marzano, Storia dei sionismi, Roma, Carocci, 2017.

Marco Mondini, La guerra italiana. Partire, raccontare, tornare 1914-18, Bologna, Il Mulino, 2014.

Erik Weitz, La Germania di Weimar, Torino, Einaudi, 2008

Emilio Gentile, Fascismo. Storia e interpretazione, Roma-Bari, Laterza, 2008

Matteo Pasetti, Storia dei fascismi in Europa, Bologna, Archetipo, 2009

Ian Kershaw, Che cos'è il nazismo, Torino, Bollati Boringhieri, 2003

Donald Bloxham, Lo sterminio degli ebrei. Un genocidio, Torino, Einaudi, 2010

Santo Peli, La resistenza in Italia, Torino, Einaudi, 2004.

Marco Bresciani, Quale antifascismo? Storia di Giustizia e Libertà, Roma, Carocci, 2017.

Silvio Pons, La rivoluzione globale. Storia del comunismo internazionale, Torino, Einaudi, 2012

Federico Romero, Storia della guerra fredda, Torino, Einaudi, 2009

Victoria de Grazia, L'impero irresistibile, Torino, Einaudi, 2006

Filippo Focardi, L'Europa e le sue memorie, Roma, Viella, 2013

Mark Mazower, Le ombre dell'Europa. Democrazia e totalitarismi nel XX secolo, Milano, Garzanti, 2005

Tony Judt, Postwar, Roma-Bari, Laterza 2017 (pp. 297-781).

 

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Il manuale:
Giovanni Sabbatucci, Vittorio Vidotto, Il mondo contemporaneo. Dal 1848 a oggi, Roma-Bari, Laterza, 2008 (INTERAMENTE)
e DUE testi a scelta tra i seguenti:
 

George L. Mosse, La nazionalizzazione delle masse, Bologna, Il Mulino, 2009

George L. Mosse, Le guerre mondiali. Dalla tragedia al mito dei caduti, Roma-Bari, Laterza

Alberto Mario Banti, Il Risorgimento italiano, Bari-Roma, Laterza, 2009

Wolfgang Reinhard, Storia del colonialismo, Torino, Einaudi, 2002

Kenneth Pomeranz, La grande divergenza, Bologna, Il Mulino, 2004

Raymond F. Betts, La decolonizzazione, Bologna, Il Mulino 2007

Arturo Marzano, Storia dei sionismi, Roma, Carocci, 2017.

Marco Mondini, La guerra italiana. Partire, raccontare, tornare 1914-18, Bologna, Il Mulino, 2014.

Erik Weitz, La Germania di Weimar, Torino, Einaudi, 2008

Emilio Gentile, Fascismo. Storia e interpretazione, Roma-Bari, Laterza, 2008

Matteo Pasetti, Storia dei fascismi in Europa, Bologna, Archetipo, 2009

Ian Kershaw, Che cos'è il nazismo, Torino, Bollati Boringhieri, 2003

Donald Bloxham, Lo sterminio degli ebrei. Un genocidio, Torino, Einaudi, 2010

Santo Peli, La resistenza in Italia, Torino, Einaudi, 2004.

Marco Bresciani, Quale antifascismo? Storia di Giustizia e Libertà, Roma, Carocci, 2017.

Silvio Pons, La rivoluzione globale. Storia del comunismo internazionale, Torino, Einaudi, 2012

Federico Romero, Storia della guerra fredda, Torino, Einaudi, 2009

Victoria de Grazia, L'impero irresistibile, Torino, Einaudi, 2006

Filippo Focardi, L'Europa e le sue memorie, Roma, Viella, 2013

Mark Mazower, Le ombre dell'Europa. Democrazia e totalitarismi nel XX secolo, Milano, Garzanti, 2005

Tony Judt, Postwar, Roma-Bari, Laterza 2017 (pp. 297-781).

 

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

Il manuale:

Giovanni Sabbatucci, Vittorio Vidotto, Il mondo contemporaneo. Dal 1848 a oggi, Roma-Bari, Laterza, 2008 (INTERAMENTE)
e TRE testi a scelta tra i seguenti:
 

George L. Mosse, La nazionalizzazione delle masse, Bologna, Il Mulino, 2009

George L. Mosse, Le guerre mondiali. Dalla tragedia al mito dei caduti, Roma-Bari, Laterza

Alberto Mario Banti, Il Risorgimento italiano, Bari-Roma, Laterza, 2009

Wolfgang Reinhard, Storia del colonialismo, Torino, Einaudi, 2002

Kenneth Pomeranz, La grande divergenza, Bologna, Il Mulino, 2004

Raymond F. Betts, La decolonizzazione, Bologna, Il Mulino 2007

Arturo Marzano, Storia dei sionismi, Roma, Carocci, 2017.

Marco Mondini, La guerra italiana. Partire, raccontare, tornare 1914-18, Bologna, Il Mulino, 2014.

Erik Weitz, La Germania di Weimar, Torino, Einaudi, 2008

Emilio Gentile, Fascismo. Storia e interpretazione, Roma-Bari, Laterza, 2008

Matteo Pasetti, Storia dei fascismi in Europa, Bologna, Archetipo, 2009

Ian Kershaw, Che cos'è il nazismo, Torino, Bollati Boringhieri, 2003

Donald Bloxham, Lo sterminio degli ebrei. Un genocidio, Torino, Einaudi, 2010

Santo Peli, La resistenza in Italia, Torino, Einaudi, 2004.

Marco Bresciani, Quale antifascismo? Storia di Giustizia e Libertà, Roma, Carocci, 2017.

Silvio Pons, La rivoluzione globale. Storia del comunismo internazionale, Torino, Einaudi, 2012

Federico Romero, Storia della guerra fredda, Torino, Einaudi, 2009

Victoria de Grazia, L'impero irresistibile, Torino, Einaudi, 2006

Filippo Focardi, L'Europa e le sue memorie, Roma, Viella, 2013

Mark Mazower, Le ombre dell'Europa. Democrazia e totalitarismi nel XX secolo, Milano, Garzanti, 2005

Tony Judt, Postwar, Roma-Bari, Laterza 2017 (pp. 297-781).

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Sede DAFIST, Via Balbi 6, III piano: Mercoledì, 12-14

Commissione d'esame

FRANCESCO CASSATA (Presidente)

CHIARA VANGELISTA

GURI SCHWARZ

FABIANO NINO QUAGLIAROLI

NICOLA BASSONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali per un totale di 72 ore di insegnamento (12 CFU), con largo uso di presentazioni ppt e fonti audiovisive.

INIZIO LEZIONI

12 febbraio 2018

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Il corso prevede una prova finale orale. L’esame in forma orale è condotto dal docente della disciplina. La commissione esaminatrice verifica il raggiungimento degli obiettivi formativi, tenendo conto della conoscenza dei contenuti disciplinari, della prontezza e precisione delle risposte, della capacità di operare collegamenti tra gli argomenti.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza è vivamente consigliata.

Le studentesse e gli studenti in Erasmus dovranno concordare con il docente il programma d’esame.

Le studentesse e gli studenti in Erasmus potranno sostenere una parte dell'esame in lingua inglese, francese o spagnola.