STORIA DELLA MUSICA

STORIA DELLA MUSICA

_
iten
Codice
72710
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
9 cfu al 3° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) GENOVA

6 CFU al 3° anno di 8455 FILOSOFIA (L-5) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

9 CFU al 3° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

6 CFU al 2° anno di 8467 STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO (LM-89) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ART/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LINGUE E CULTURE MODERNE )
periodo
Annuale

PRESENTAZIONE

Il corso è proposto in due formati:

- due parti per complessivi 9 CFU e 54 ore di lezione;

- la sola parte I, che vale 6 CFU per 36 ore di insegnamento.

Titolo del corso:

Parte I: La musica d'arte europea da Bach a Brahms: un itinerario dal Barocco al Romanticismo.

Parte II: Sorridere sull'orlo del baratro: Ravel, Strauss, Puccini 1911-17 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento mira a fornire una guida agli stili e alle forme principali del teatro musicale e della letteratura strumentale, inserita in una dimensione diacronica della storia della musica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si prefigge di fornire allo studente l’attrezzatura concettuale per riconoscere e interpretare simboli e valori del linguaggio musicale, accrescendo la consapevolezza delle fitte relazioni interdisciplinari fra la musica, le letterature, le arti e le scienze. L’acquisizione di conoscenze e competenze rispetto a generi, forme e autori della storia della musica occidentale, debitamente indagati nei loro valori estetici, rappresenta un completamento estremamente significativo della preparazione culturale di ogni studente di studi umanistici. Al termine del corso gli studenti avranno acquisito la capacità di orientarsi in un segmento cruciale della storia della musica occidentale, e avranno sviluppato strumenti di interpretazione del linguaggio musicale utilmente applicabili anche ad altri contesti. 

Modalità didattiche

Lezioni frontali con esemplificazioni audio e video (CD e DVD).

Come integrazione al corso, la classe verrà invitata ad assistere a concerti e opere in cartellone a Genova, in relazione al programma del corso, inclusa La Rondine di Puccini, al Teatro Carlo Felice.

Sebbene non obbligatoria, la frequenza è fortemente consigliata proprio per la didattica fondata sulla costante esemplificazione audio e video.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

La parte I (6 CFU) affronta il percorso della musica d'arte europea dal 1680 al 1890 ca., dal Barocco maturo al Romanticismo. Sviluppato a lezione col ricorso costante a strumenti audiovisivi (CD e DVD), questo disegno storico intende offrire allo studente una chiave di lettura per comprendere stili, generi e autori principali del canone della musica occidentale da Bach a Brahms. Saranno pertanto affrontate quattro stagioni della musica europea: Barocco, Stile galante, Classicismo e Romanticismo. 

La parte II (3 CFU) aprirà una finestra su tre capolavori comici del teatro musicale europeo -  Der Rosenkavalier di Richard Strauss, L'heure espagnole di Maurice Ravel e La rondine di Giacomo Puccini - composti alla vigilia o durante l'immane tragedia della Grande guerra. 

Questa seconda parte permetterà agli studenti di confrontarsi con tre approcci diversissimi alla commedia musicale in piena belle époque, mostrando come linguaggi distanti (neoclassicismo, esotismo, operetta) vengano messi al servizio, sotto cieli estetici diversi, della musa della commedia.

I tre esempi in questione verranno proiettati sullo sfondo del più ampio quadro musicale della stagione 1890-1918 che ne costituisce il contesto imprescindibile. 

A completamento del corso sarà possibile assistere come classe all'allestimento della Rondine di Puccini al Teatro Carlo Felice.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Parte I (6 CFU)

R. Mellace, Il racconto della musica europea. Da Bach a Debussy, Carocci, 2017.

Parte I + II (9 CFU)

1. Libretto, registrazione in DVD o CD, e (facoltativo, per chi è in grado di leggere la musica) spartito di

- Richard Strauss, Der Rosenkavalier

Maurice Ravel, L'heure espagnole

- Giacomo Puccini, La rondine

2. R. Mellace, Il racconto della musica europea. Da Bach a Debussy, Carocci, 2017.

3. Q. Principe, Una partitura magica e seducente, in Der Rosenkavalier, Teatro alla Scala, Programma di sala, stagione 2010/11, pp. 119-132.

4. M. Girardi, Fra Klein e Boccaccio: fiabe dei tempi moderni, in L'heure espagnole - L'Enfant et les sortilèges, Teatro alla Scala, Programma di sala, stagione 2015/16, pp. 85-95.

5. G. Guanti, "Vedranno i posteri che Bijou!", in La Rondine, Teatro La Fenice, Programma di sala, 22008, pp. 13-26.

N.B.: i testi 3, 4 e 5 saranno caricati su Aulaweb a corso iniziato.

Si raccomanda, durante la preparazione dell'esame, l'ascolto frequente di opere degli autori in programma, anche ricorrendo alla dotazione di CD e DVD della biblioteca del DIRAAS (via Balbi, 2, IV piano).

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: I semestre: mercoledì alle h. 13, nello studio del docente, via Balbi 2, Genova, IV piano II semestre: da definirsi compatibilmente con gli orari delle lezioni Il docente invita a verificare sempre sulla sua pagina personale nei siti dei dipartimenti di Lingue e DIRAAS, o tramite l'Aulaweb del corso, eventuali modifiche nell'orario di ricevimento di quella specifica settimana per cause di forza maggiore.

Commissione d'esame

RAFFAELE MELLACE (Presidente)

STEFANO FERNANDO VERDINO

SIMONA MORANDO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali con esemplificazioni audio e video (CD e DVD).

Come integrazione al corso, la classe verrà invitata ad assistere a concerti e opere in cartellone a Genova, in relazione al programma del corso, inclusa La Rondine di Puccini, al Teatro Carlo Felice.

Sebbene non obbligatoria, la frequenza è fortemente consigliata proprio per la didattica fondata sulla costante esemplificazione audio e video.

 

INIZIO LEZIONI

inizio lezioni mercoledì 18 ottobre 2017

I semestre (36 h.)

 

II semestre (18 h.)

L'inizio del corso nel II semestre sarà comunicato in gennaio

 

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

L'esame consisterà nella verifica orale dei contenuti del corso e della relativa bibliografia. Verranno accertate le conoscenze sviluppate rispetto a generi e forme (strumentali e vocali), stili e autori principali della storia della musica prevista dal programma d’esame,

con particolare attenzione all’evoluzione storica di generi e stili. Nella valutazione dell’esame si terrà conto, oltre che della conoscenza del programma svolto (argomenti trattati a lezione, letture integrali o parziali indicate in bibliografia, anche in forma di materiali messi a disposizione sulla piattaforma aulaweb), anche della capacità espositiva e dell'accuratezza nell’uso del linguaggio specifico della disciplina.

Non va assolutamente considerata sufficiente la conoscenza dei soli appunti presi in classe durante il corso.