SVEDESE.LINGUAGGI SETTORIALI

SVEDESE.LINGUAGGI SETTORIALI

_
iten
Codice
65248
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 3° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-LIN/15
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LINGUE E CULTURE MODERNE )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso, di 36 ore e per 6 CFU, è destinato in primo luogo agli studenti del terzo anno di Lingue e Culture Moderne, curriculum Lingue e culture moderne per l'impresa e il turismo, ma è aperto a tutti gli studenti che abbiano superato la prima annualità di Lingua svedese.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si propone di fornire allo studente gli strumenti lessicali, sintattici e stilistici necessari alla corretta comprensione dei testi specialistici in lingua svedese e alla loro adeguata traduzione. Particolare attenzione verrà dedicata ai linguaggi dell’economia e del turismo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Competenze lessicali di livello B2 in campo economico, commerciale e turistico.

Modalità didattiche

Lezioni frontali in aula.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Linguaggi specialistici dell'economia e del turismo (Svenskt fackspråk: ekonomi och turism). Modulo didattico di 30 ore di lezione equivalente a 6 CFU.
Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti lessicali e formali necessari per comprendere e tradurre alcune tipologie di testi pragmatici e specialistici dallo svedese all'italiano. Ci si soffermerà in particolare su testi di carattere economico, commerciale e turistico. Nel corso delle lezioni verranno inoltre compilati dei brevi glossari tematici.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense distribuite nel corso delle lezioni e reperibili in Aulaweb.
Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite nel corso delle lezioni.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: V. Bacheca nella pagina docente

Commissione d'esame

PAOLO MARELLI (Presidente)

DAVIDE AGOSTINO FINCO

CELINA NADIA BUNGE

CHIARA BENATI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali in aula.

INIZIO LEZIONI

Lezioni nel secondo semestre: lunedì 13-15 aula B, mercoledì 15-16 aula A.

ESAMI

Modalità d'esame

Prevalentemente orale, con una breve parte scritta preliminare.

Modalità di accertamento

L’esame consiste in una prova orale a fine modulo, che prevede la traduzione di alcuni brevi testi (di ambito economico, amministrativo, politico, artistico, turistico o gastronomico) dallo svedese all’italiano, la verifica delle competenze lessicali e terminologiche in questi settori e la traduzione di un breve testo dall’italiano allo svedese nell’ambito del turismo. La prova orale è preceduta da una breve verifica scritta delle capacità traduttive.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza non è obbligatoria, ma è caldamente consigliata.