RESTAURO ARCHITETTONICO + LABORATORIO

iten
Codice
56898
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
9 cfu al 2° anno di 9914 INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA (LM-4) GENOVA

9 cfu al 5° anno di 8724 INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA (LM-4 C.U.) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/19
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA )
periodo
Annuale

PRESENTAZIONE

Il Corso intende sensibilizzare gli studenti su tematiche e problematiche relative alla tutela, manutenzione, restauro e valorizzazione del patrimonio architettonico, risorsa e testimonianza del nostro passato, fornendo i capisaldi storico-teorici e le conoscenze di base della disciplina.

Il Laboratorio permette di sperimentare, nella simulazione di un progetto di restauro, gli strumenti, concettuali e operativi, forniti per agire sul costruito storico con riguardo al patrimonio tutelato.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende fornire agli studenti le informazioni e gli strumenti, concettuali e operativi, per agire consapevolmente sugli edifici esistenti e, in particolare, sul patrimonio architettonico di più antica formazione soggetto a tutela

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso di Restauro architettonico è strutturato in modo da fornire agli studenti le seguenti competenze:

  • Conoscere e saper utilizzare i riferimenti al dibattito disciplinare sul restauro nonché i testi legislativi e normativi in materia.
  • Rilevare e analizzare un manufatto architettonico nelle sue componenti morfologiche e costruttive, inquadrandole nelle vicende storiche e nella stratificazione archeologica.
  • Valutarne lo stato di conservazione e di stabilità, individuando le cause dei fenomeni di degrado e dissesto le loro possibili ragioni storiche nonché la loro prevedibile evoluzione nel tempo.
  • Predisporre e redigere gli elaborati tecnici di sintesi delle fasi analitiche e diagnostiche.
  • Conoscere e correttamente impiegare le tecniche di intervento per contrastare degrado e dissesto e prevenire l’insorgere di possibili ulteriori patologie;
  • Valutare sistemi e tecnologie atte a coniugare le esigenze di uso e/o riuso di un manufatto storico con la conservazione del documento materiale e delle sue qualità formali;
  • Predisporre gli elaborati tecnici e amministrativi del progetto di restauro.

MODALITA' DIDATTICHE

Le attività didattiche prevedono:

  • lezioni di carattere e contenuto monografico dedicate agli argomenti sopra enunciati;
  • attività di carattere laboratoriale, svolta in gruppi (composti da 3-5 studenti) relativa al progetto di restauro di un manufatto storico (che non dovrà necessariamente rivestire carattere “monumentale”). Le attività si svolgono in parte in aula e in parte sul luogo del tema di progetto che deve essere accessibile, dotato di riconoscibili qualità storico-spaziali-formali e manifestamente bisognoso di un intervento di restauro.

Gli argomenti sono affrontati integrando i momenti della riflessione e della sperimentazione, guidando gli studenti lungo il percorso che conduce alla redazione del progetto di restauro in forma definitiva.

PROGRAMMA/CONTENUTO

La disciplina del restauro è indagata nei suoi molteplici aspetti: dai fondamenti teorici e metodologici di carattere storico, filosofico e scientifico, ai metodi e alle tecniche di rilievo, analisi e diagnosi del costruito storico, dai contenuti e gli elaborati propri del progetto di restauro alle metodiche e tecniche di intervento su elementi e materiali. I diversi argomenti sono trattati alla luce del panorama teorico-disciplinare contemporaneo e dei riferimenti normativi, nazionali e internazionali, per la tutela, la conservazione e il restauro del patrimonio architettonico, urbano e paesistico esistente. Sono, inoltre, analizzate le relazioni che legano l’architettura al contesto naturale o artificiale in cui è inserita in quanto nodi tematici ed elementi rilevanti nelle scelte progettuali.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia essenziale (fondamentale per la preparazione della prova d’esame)

  • Aa vv, Cos’è il restauro? Nove studiosi a confronto, Venezia: Marsilio, 2005.
  • Carbonara G., Trattato di restauro architettonico, Torino: Utet, 1996 (vol. I, sez. A, pp 3-73)
  • Musso S.F. (a cura di), Recupero e restauro degli edifici storici. Guida pratica al rilievo e alla diagnostica, Roma: EPC Libri, 2006 (3° edizione).
  • Torsello P.B. e Musso S.F. (a cura di), Tecniche di restauro architettonico, Torino: UTET, 2003 (saggi introduttivi ad ogni specifico settore di intervento).

Data la vastità e complessità degli argomenti affrontati, saranno forniti, durante lo svolgimento delle attività didattiche tramite il supporto online su AulaWeb, riferimenti bibliografici utili a una migliore comprensione dei temi oltre a materiale di supporto che consenta un agevole accesso alle informazioni di base. Il materiale caricato su AulaWeb è da ritenersi integrativo e di supporto rispetto alle lezioni in aula e, in alcun modo, sostitutivo della frequenza al corso.

 

Bibliografia di approfondimento (non obbligatoria ma consigliata)

Storia del restauro:

  • Di Biase C. (a cura di), Il restauro e i monumenti. Materiali per la storia e il restauro, Milano: CLUP, 2003.
  • Sette M.P., Il restauro architettonico. Quadro storico, Torino: Utet, 2001 (si trova anche in CARBONARA G., Trattato di restauro architettonico, Torino: Utet, 1996 (vol. I, sez. B, pp 111-299).

Conoscenza del costruito storico:

  • Cagnana A., Archeologia dei materiali da costruzione, Mantova: Società Archeologica Padana, 2000.
  • Doglioni F., Nel restauro. Progetti per le architetture del passato, Venezia: Marsilio, 2008.

Analisi archeologica:

  • Boato A., L’archeologia in architettura. Misurazioni, stratigrafie, datazioni, restauro, Venezia: Marsilio, 2008.
  • Doglioni F., Stratigrafia e restauro. Tra conoscenza e conservazione dell’architettura, Trieste: Lint, 1997.

Terminologia tecnica:

  • Galliani G.V. (a cura di), Dizionario degli elementi costruttivi, Torino: Utet, 2001.

 

Si suggeriscono inoltre, per un panorama sulla disciplina negli ultimi 20 anni e per un continuo aggiornamento, gli Atti del Convegno Internazionale Scienza e Beni Culturali di Bressanone (dal 1985 a oggi) e, tra gli altri, i seguenti periodici specializzati:

“Arkos”, “Kermes. Arte, conservazione, restauro”, “Palladio”, “Recuperare l’edilizia”, “Restauro & conservazione”, “TeMA. Tempo, Materia, Architettura”, “ANANKE”.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: La docente riceve il medesimo giorno delle lezioni nelle ore precedenti o successive. Inoltre è disponibile a ricevere anche in altri giorni e orari, su appuntamento da concordare via e-mail.

Commissione d'esame

RITA VECCHIATTINI (Presidente)

CHIARA ROMANO

ANNA SCHIAPPAPIETRA

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Le attività didattiche prevedono:

  • lezioni di carattere e contenuto monografico dedicate agli argomenti sopra enunciati;
  • attività di carattere laboratoriale, svolta in gruppi (composti da 3-5 studenti) relativa al progetto di restauro di un manufatto storico (che non dovrà necessariamente rivestire carattere “monumentale”). Le attività si svolgono in parte in aula e in parte sul luogo del tema di progetto che deve essere accessibile, dotato di riconoscibili qualità storico-spaziali-formali e manifestamente bisognoso di un intervento di restauro.

Gli argomenti sono affrontati integrando i momenti della riflessione e della sperimentazione, guidando gli studenti lungo il percorso che conduce alla redazione del progetto di restauro in forma definitiva.

ESAMI

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L’ammissione all’esame è condizionata al riconoscimento della frequenza da parte del docente e al completamento del progetto di restauro, svolto nell’ambito del Laboratorio di Restauro architettonico. L’elaborato, preparato secondo le indicazioni fornite durante il corso, deve essere consegnato al docente, in formato cartaceo e digitale, nei tempi concordati prima della data di esame.

La prova d’esame è divisa in due parti: la prima parte consiste nella valutazione del progetto di restauro elaborato dal gruppo nell’ambito del Laboratorio; la seconda parte consiste in un colloquio individuale sulle nozioni fondamentali dell’insegnamento di Restauro architettonico mirato alla verifica della preparazione del singolo studente sui temi sviluppati nel corso delle lezioni e individualmente approfonditi sui testi indicati nella bibliografia essenziale.

In generale, gli studenti devono dimostrare capacità di sintesi e di esposizione nonché capacità di rielaborare criticamente e utilizzare efficacemente le conoscenze acquisite.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
08/01/2018 09:00 GENOVA Laboratorio consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
08/01/2018 09:00 GENOVA Orale consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
05/02/2018 09:00 GENOVA Laboratorio consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
05/02/2018 09:00 GENOVA Orale consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
25/06/2018 09:00 GENOVA Laboratorio consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
25/06/2018 09:00 GENOVA Orale consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
16/07/2018 09:00 GENOVA Laboratorio consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
16/07/2018 09:00 GENOVA Orale consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
10/09/2018 09:00 GENOVA Laboratorio consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame
10/09/2018 09:00 GENOVA Orale consegnare la stampa del dossier finale e il relativo CD/DVD con tutti i contenuti il lunedì precedente la data di esame