IDRAULICA FLUVIALE

iten
Codice
72398
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
5 cfu al 1° anno di 9263 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE (LM-23) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Il corso di IDRAULICA FLUVIALE è il primo corso del curriculum Ambientale che gli studenti incontrano nell'ambito della Laurea Magistrale in Ingegneria Civile-Ambientale. Il corso è semestrale (I semestre) ed è unito al corso di IDRAULICA AMBIENTALE (II semestre) prevedendo un unico esame finale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo intende fornire gli strumenti interpretativi e predittivi sull'idrodinamica e morfodinamica delle correnti fluviali, i quali costituiscono i presupposti per la progettazione di opere di difesa dalle piene, di opere per la navigazione fluviale e così via.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il modulo intende fornire gli strumenti interpretativi e predittivi sull'idrodinamica dei moti a superficie libera in ambito fliviale partendo dalla formulazione monodimensionale del problema del moto di una corrente. Vengono analizzati i casi di correnti stazionarie ed uniformi, di correnti stazionarie non uniformi, di correnti non stazionarie e non uniformi, con particolare attenzione alla determinazione dei profili di rigurgito e alla propagazione di onde di piena e di marea negli estuari.

MODALITA' DIDATTICHE

Il corso è articolato in circa 50 ore di lezione frontale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I modelli nell'idrodinamica naturale. Correnti uniformi e stazionarie a superficie libera. Profondità di moto uniforme. Resistenza e conduttanza. Correnti stazionarie a superficie libera. Grandezze critiche. Profili in alvei cilindrici. Alvei fluviali, torrentizi e critici. Condizioni all'imbocco e allo sbocco. Fenomeni localizzati. Afflussi e deflussi laterali. Correnti non stazionarie a superficie libera. Onde di piena: il modello cinematico e il modello parabolico. Onde di marea. Estuari a larghezza costante. Estuari debolmente convergenti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Dispense del corso (disponibili su aulaWeb insieme al materiale per le esercitazioni).
  • Marchi-Rubatta, Meccanica dei fluidi principi e applicazioni, Utet, 1981. 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Tutti i giorni su appuntamento: scrivere a col@dicca.unige.it

Commissione d'esame

ALESSANDRO STOCCHINO (Presidente)

MARCO ENRICO COLOMBINI (Presidente)

PAOLO BLONDEAUX

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Il corso è articolato in circa 50 ore di lezione frontale.

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L'esame prevede un'unica prova orale, comprendente sia i contenuti del modulo di IDRAULICA FLUVIALE che quelli del modulo di IDRAULICA AMBIENTALE.