MODULO DI MACCHINE

MODULO DI MACCHINE

_
iten
Codice
56624
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 1° anno di 9269 INGEGNERIA MECCANICA - PROGETTAZIONE E PRODUZIONE (LM-33) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/08
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA MECCANICA - PROGETTAZIONE E PRODUZIONE)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Con particolare riferimento alle macchine a fluido operatrici, il corso si prefigge l'obiettivo di fornire agli allievi le informazioni fondamentali per

la scelta di una macchina a fluido date le prestazioni richieste e

la comprensione del suo funzionamento, con le implicazioni funzionali e strutturali conseguenti

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire gli elementi di base per la scelta e l’impiego delle macchine operatrici nelle comuni applicazioni tecniche.

Modalità didattiche

Lezioni ed esercitazioni frontali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I principali problemi tecnici: problema di progetto, di verifica e di scelta. Richiami alle eq.ni fondamentali per lo studio dei sistemi aperti e delle turbomacchine (continuità, energia, Eulero) e definizioni delle quantità significative per lo studio delle macchine (prevalenza, rendimento, lavoro specifico). Legami fra statistica e teoria della similitudine; impiego della statistica per la scelta del tipo di macchina da installare: diagramma di Cordier. L’effetto del riscaldamento e delle dissipazioni sull’efficienza della compressione dei gas.

Le turbomacchine operatrici (compressori, soffianti, ventilatori e pompe, assiali e radiali): principio di funzionamento, tipologie di impiego, limitazioni al campo di funzionamento (stallo, cavitazione e bloccaggio).

Le macchine operatrici volumetriche (compressori e pompe alternativi e rotativi): principio di funzionamento, tipologie di impiego, limitazioni al campo di funzionamento (volume nocivo, massimo rapporto di compressione, cavitazione).

Teoria della similitudine e curve caratteristiche di pompe, ventilatori, soffianti e compressori. Tipiche curve caratteristiche degli utilizzatori: circuito con perdite di carico e differenza di quota, ugello in condizioni di bloccaggio. Determinazione del punto di lavoro: accoppiamento fra la caratteristica della macchina e quella dell’utilizzatore.

Il comportamento instazionario delle turbomacchine: instabilità di funzionamento e accorgimenti per evitarla.

Esempi applicativi: processo di riempimento di un serbatoio, circuito di distribuzione di fluidi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense del corso, a cura del docente, reperibili al link https://dime.aulaweb.unige.it/course/search.php?search=modulo+di+macchine

R.I. Lewis, Turbomachinery performance analysis, John Wiley and Sons

L. A. Catalano, M. Napolitano, Elementi di Macchine operatrici a fluido, Pitagora Editrice

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento da fissare per e-mail <Andrea.Cattanei@unige.it>

Commissione d'esame

VINCENZO BIANCO (Presidente)

ANDREA CATTANEI (Presidente)

LUCA ANTONIO TAGLIAFICO

FRANCESCO DEVIA

CARLO CRAVERO

EDWARD CANEPA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni ed esercitazioni frontali.

INIZIO LEZIONI

Secondo l'orario ufficiale, reperibile al link http://www.ingegneria.unige.it/index.php/orario-e-calendario-delle-lezioni

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

MODULO DI MACCHINE

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale volto ad accertare la comprensione del significato fisico degli argomenti trattati nonché della loro utilità applicativa.

Modalità di accertamento

Discussione di argomenti del corso a partire da due domande

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità :

Conoscenza delle basi di Meccanica dei fluidi, Termodinamica e Macchine a fluido.