MECCANICA DEI VEICOLI FERROVIARI

MECCANICA DEI VEICOLI FERROVIARI

_
iten
Codice
66215
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 2° anno di 9269 INGEGNERIA MECCANICA - PROGETTAZIONE E PRODUZIONE (LM-33) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/13
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA MECCANICA - PROGETTAZIONE E PRODUZIONE)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo intende fornire agli allievi un'adeguata preparazione sulla meccanica dei veicoli su rotaia. Al termine del corso gli studenti avranno inoltre le competenze su alcuni argomenti di particolare rilevanza relativi ad aspetti dinamici dei convogli ferroviari e connessi all’esercizio ferroviario (sicurezza di marcia, comfort vibro-acustico, manutenzione).

Modalità didattiche

Lezioni cattedratiche in aula; visite tecniche presso aziende.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Concetti introduttivi sui veicoli ferroviari. Richiami alle problematiche generali di aderenza. Caratteristiche di ruote, assali e rotaie. Analisi delle forze di contatto (ruota-rotaia). Funzione di guida della ruota ferroviaria. Le resistenze al moto dei veicoli ferroviari e misure di resistenza. La dinamica del moto in curva e la sopraelevazione della rotaia esterna. Massa equivalente di veicoli (definizione di metodi per la determinazione). La frenatura nei veicoli ferroviari: descrizione delle tipologie di freni utilizzati e di problematiche specifiche di frenatura. Dinamica del rotabile. Spettri di linea. Tipologie di trasmissioni in applicazioni ferroviarie. Fenomeni oscillatori torsionali causati dalle motorizzazioni. Comfort del passeggero (acustico e vibrazionale). Squilibrio dinamico causato dalle sale montate. Analisi di vita della linea ferroviaria. Alta velocità. Al termine del corso l'allievo dovrà avere conoscenze delle problematiche fondamentali della meccanica dei veicoli ferroviari.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

E. Stagni, Meccanica della locomozione, Patron, Bologna, 1980;

R. Panagin La dinamica del veicolo ferroviario, Levrotto & Bella, Torino, 1990;

G. Tesoriere, Strade Ferrovie Aeroporti. Vol. 1, UTET, Torino, 1980.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento

Commissione d'esame

ALERAMO LUCIFREDI (Presidente)

PAOLO SILVESTRI (Presidente)

MATTEO ZOPPI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni cattedratiche in aula; visite tecniche presso aziende.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame finale consiste in un colloquio orale della durata di circa un'ora.

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità :

Il corso richiede conoscenze di base nell'ambito della Meccanica, in particolare è richiesta la conoscenza dei

contenuti di Fisica, Matematica, Meccanica applicata.