RECUPERO E RICICLAGGIO DEI MATERIALI POLIMERICI

RECUPERO E RICICLAGGIO DEI MATERIALI POLIMERICI

_
iten
Codice
43062
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
4 cfu al 3° anno di 8765 SCIENZA DEI MATERIALI (L-30) GENOVA

4 CFU al 3° anno di 8757 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE (L-27) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZA DEI MATERIALI )
periodo
2° Semestre
propedeuticita

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisizione di conoscenze sulle problematiche di uno sviluppo sostenibile e della salvaguardia dell’ ecosistema , in riferimento a produzione, uso, recupero e riciclo di materie platiche , sintetizzate da materie prime derivanti da fonti non- rinnovabili

Modalità didattiche

Lezioni frontali e sildes presentate diponibili su Aulaweb durante lo svolgiemnto del corso

PROGRAMMA/CONTENUTO

1. Rifiuti solidi: impatto ambientale e problematiche relative alle fonti dei mate­riali e alle crescenti esigenze mondiali

2. Le materie plastiche: principali tipi di polimeri : produzione ,consumi e relativi campi di impiego (esempi), in Italia e in Europa ; aspetti ambientali; termoresistenza e termostabilità dei materiali polimerici; le materie plastiche e loro diffusione: considerazioni di tipo chimico-fisico e meccanico

3. Le materie plastiche nei residui solidi urbani (RSU):miscibilità e compatibilità tra polimeri: considerazioni termodinamiche e tecnologiche ; la raccolta differen­ziata ;la separazione dai RSU

4.Riciclo dei rifiuti plastici - generalità /riciclabilità/ disassemblaggio,ecc.

-riciclo primario di scarti e sfridi; effetto sulle proprietà finali del manufatto

-riciclo secondario : mescolamento di componenti eterogenei: compatibilizzazione chimica e/o fisica; tecnologia, prodotti finali ; riciclo terziario o chimico con ricupero di monomeri / idrocarburi vari / gas di sintesi ; riciclo quaternario con ricupero di energia per incenerimento o produzione di RDF (refuse derived fuel).

5. Processi di riciclo: aspetti economici e di impatto ambientale; metodologia LCA- “case studies”

6. Il riciclo in Italia: riciclatori, potenzialità e relativi consorzi

TESTI/BIBLIOGRAFIA

1. A. Azapagic, A.Emsley, I.Hamerton ,’ Polymers , The environmentand substainable development’ , Ed. I. Hamerton, Wiley and Sons , England, 2003 ;

2. A.A. V.V. , Feed-stock recycling and pyrolysis  of waste plastics : converting waste plastics into Diesel and other fuels ‘, Ed. J. Scheirs , E.W. Kaminsky, Wiley and Sons, England , 2006

3. M. Aglietto, M.B. Coltelli "Riutilizzo dei materiali polimerici" Ed. Nuova Cultura 2015

4. Distribuzione fotocopie curate dal Docente

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

SILVIA VICINI (Presidente)

MAILA CASTELLANO (Presidente)

MARINA ALLOISIO

ORIETTA MONTICELLI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali e sildes presentate diponibili su Aulaweb durante lo svolgiemnto del corso

INIZIO LEZIONI

26 Febbraio 2018

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

RECUPERO E RICICLAGGIO DEI MATERIALI POLIMERICI

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale

Modalità di accertamento

L'esame orale è condotto da due docenti e ha una durata di almeno circa 30 minuti. Con queste modalità, la commissione è in grado di verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento. Quando questi non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire lo studio e ad avvalersi di ulteriori spiegazioni da parte del docente. Per garantire la corrispondenza tra gli argomenti dell'esame e quelli effettivamente svolti durante il corso, viene inserita nella pagina di AulaWeb sia il programma dettagliato che il registro delle lezioni dell’insegnamento, in modo che gli studenti stessi possano verificarne l'aderenza.