ECONOMIA DELL'AMBIENTE

ECONOMIA DELL'AMBIENTE

_
iten
Codice
64799
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 3° anno di 8699 ECONOMIA E COMMERCIO (L-33)
6 CFU al 2° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1)
6 CFU al 3° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1)
6 CFU al 3° anno di 9916 SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI (L-32)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA E COMMERCIO)
periodo
1° Semestre
propedeuticita

PRESENTAZIONE

Il Corso fornisce un quadro teorico di riferimento per analizzare il processo di presa delle decisioni nel settore ambientale e l'uso degli strumenti di politica in relazione a casi specifici di gestione delle risorse ambientali e di attività economiche a cui sono connessi gravi impatti sull'ambiente

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

"Il corso si propone di fornire un quadro teorico dei legami che intercorrono tra sistema economico e ambiente e di analizzare sia dal punto di vista normativo sia da quello positivo il processo decisionale dell’operatore pubblico per fare fronte ai problemi ambientali derivanti dalle attività economiche."

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il programma prevede l’approfondimento di alcune tematiche di particolare rilievo nella definizione e nella comprensione delle relazioni tra: salvaguardia ambientale, perseguimento dell’efficienza economica e Fallimento del mercato.

Modalità didattiche

Il Corso prevede lezioni frontali, seminari, analisi di casi, eseritazioni a casa e in classe e lavori di gruppo.

Il Corso è presente su Aulaweb.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Gli argomenti trattati comprendono:

  • L’Economia dell’Ambiente
  • Scarsità, allocazione delle risorse e ottimizzazione
  • Risorse non rinnovabili: modelli intertemporali per l’estrazione ottimale
  • Politiche per le risorse rinnovabili. Sostituibilità del capitale naturale e scarsità
  • Sviluppo sostenibile e modelli di crescita
  • Efficienza e controllo dei problemi ambientali
  • Esternalità ambientali e ottimo inquinamento
  • Strumenti di politica economica e fiscale per il controllo ambientale
  • Analisi economica delle scelte e dei processi collettivi di presa delle decisioni
  • estensione all’ambiente delle tecniche di valutazione economica di costi e benefici sociali
  • equità intergenerazionale
  • valutazione di impatto ambientale, valutazione ambientale strategica e tecniche di analisi multicriteriale
  • tecniche di analisi non market e democrazia deliberativa finalizzate alla definizione di un criterio operativo di sostenibilità ambientale

Le metodologie considerate includono:

  • prezzi edonici
  • valutazione contingente
  • choice experiment

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il libro di testo di riferimento e ogni altro materiale didattico verrà reso disponibile su Aulaweb all'inizio delle lezioni.

Si invitano tutti gli studenti a consultare periodicamente la pagina di questo insegnamento sul portale dell’e-learning AulaWeb (raggiungibile dal sito di Ateneo o all’indirizzo: http://www.aulaweb.unige.it/). Tutte le informazioni e i materiali relativi a questo insegnamento sono pubblicate esclusivamente in tale sito.

DOCENTI E COMMISSIONI

Barbara Cavalletti

Lunedì 14-16

Commissione d'esame

BARBARA CAVALLETTI (Presidente)

MARCELLO MONTEFIORI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il Corso prevede lezioni frontali, seminari, analisi di casi, eseritazioni a casa e in classe e lavori di gruppo.

Il Corso è presente su Aulaweb.

INIZIO LEZIONI

Semestre I

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame prevede una verifica di apprendimento scritta e orale.

 

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento previsti

Le modalità di accertamento dei risultati di apprendimento prevedono, duante lo svolgimento delle lezioni, laboratori, esercitazioni, seminari e lavori di gruppo.

Risultati di Apprendimento previsti da accertare

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione teorica e applicata delle relazioni tra salvaguardia ambientale, perseguimento dell’efficienza economica e Fallimento del mercato, il criterio di sostenibilità inteso come la sintesi tra la capacità di promuovere la crescita attraverso l’allocazione ottimale delle risorse e dei beni e la capacità di preservare la base ecologica dello sviluppo stesso
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e valutare, con spirito critico e autonomia di giudizio, il ruolo della politica ambientale e dell’intervento pubblico nell’orientare e  regolamentare i mercati e gli operatori verso l’obiettivo della sostenibilità: valutare come le scelte pubbliche e private in materia ambientale influiscano sulla distribuzione delle risorse e del reddito  sull’economia nazionale, tra  paesi ricchi e paesi poveri del mondo e sulla allocazione delle risorse allo sviluppo futuro, valutare autonomamente i principali effetti economici di ipotesi alternative di  strumenti e politiche ambientali (tassazione ambientale, certificati di inquinamento,  green economy, ecc.)
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi. Al termine dell’insegnamento gli studenti conseguiranno capacità di giudizio autonomo e spirito critico sulle proposte e sulle scelte di politica ambientale. Saranno in grado di analizzare i principali effetti economici delle scelte pubbliche e private in materia ambientale, sia dal punto di vista dell’equità sia da quello dell’efficienza
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti: imprese e istituzioni che si rapportano con le variabili ambientali ed economiche nel formulare le proprie decisioni
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare. L’insegnamento offrirà agli studenti diverse metodologie di valutazione  dei costi e dei benefici ambientali, caratterizzate da una rigorosa impostazione formale.

ALTRE INFORMAZIONI

ono prerequisiti consigliati la conoscenza dei principi di base di Microeconomia