• Obiettivi e contenuti
    • OBIETTIVI FORMATIVI

      Il corso di laboratorio si propone di introdurre gli studenti alla pratica di laboratorio, consentendo loro di apprendere le modalità per il corretto svolgimento delle operazioni più comuni (manipolazione dei reagenti chimici, preparazione di soluzioni, cristallizzazione, filtrazione, ecc.), e di proporre un approccio concreto ai concetti appresi nella parte teorica del corso. Il corso si propone inoltre di sviluppare capacità di condurre esperimenti in gruppo e di scrivere relazioni sull'attività di laboratorio.

      PROGRAMMA/CONTENUTO

      Dotazione base di laboratorio di chimica. La sicurezza in laboratorio. 
      Proprietà misurabili ed errori. Caratteristiche degli strumenti di misura: sensibilità, portata e prontezza di uno strumento. Incertezza nelle misure: errori casuali ed errori sistematici. Errore assoluto ed errore relativo. Cifre significative e cenni sulla propagazione degli errori. 
      Strumenti e operazioni di misura. Misure di massa. Bilancia tecnica ed analitica. Volumetria. 
      Operazioni fondamentali di laboratorio. Tecniche di separazione di fase da omogenee ed eterogenee. Cristallizzazione. Cenni sulla cristallizzazione frazionata e sulla ricristallizzazione. 
      Decantazione, filtrazione (per gravità ed in depressione con imbuto Buchner). 
      Stato gassoso e passaggi di stato. Caratteristiche dello stato gassoso. Gas perfetto. Leggi classiche dei gas perfetti. Equazione di stato per i gas perfetti. Miscele di gas e legge di Dalton sulle pressioni parziali.ÂÂÂ I gas nelle reazioni chimiche. 
      Cenni sulla tensione superficiale di un liquido e sulla bagnabilità delle superfici. Equilibrio liquido-vapore e solido-vapore. Passaggi di stato e diagrammi di fase P-T. 
      Soluzioni e proprietà colligative. Metodi per misurare le concentrazioni delle soluzioni. Cenni sul processo di solubilizzazione. Grado di dissoluzione. Tensione di vapore delle soluzioni: legge di Raoult. Cenni alla distillazione frazionata. Proprietà colligative di soluzioni di non elettroliti. Applicazioni pratiche. Metodi per la determinazione della massa molecolare. Proprietà colligative di elettroliti forti e deboli.

      ESERCITAZIONI DI LABORATORIO:
      Le seguenti esperienze, proposte per l’A.A. 2016/17 hanno lo scopo di mettere in pratica alcuni dei concetti di base sviluppati nelle lezioni di Chimica generale ed Inorganica

      1. Determinazione della curva di solubilità di KNO3
      2. Cristallizzazione frazionata di NaCl e KNO3
      3. Preparazione di BaCl2*2H2O
      4. Reazioni Redox e serie elettrochimica, reazioni di precipitazione, reazioni acido-base
      5. Preparazione di CuSO4*5H2O
      6. Determinazione del prodotto di solubilità di AgCl
      TESTI/BIBLIOGRAFIA
      • "CHIMICA", I. Bertini C. Luchinat F. Mani - Casa Editrice Ambrosiana
      • "CHIMICA GENERALE" Principi e Moderne Applicazioni”, R.H. Petrucci W.S.Harwood - PICCIN - 6a Ediz.
      • "PRINCIPI DI CHIMICA", P.Atkins, L. Jones - Zanichelli- Bologna
      • "FONDAMENTI DI CHIMICA", P. Chiorboli - UTET- Torino
  • Chi
  • Come
    • MODALITA' D'ESAME

      L'esame consiste in una prova scritta e una prova orale su argomenti svolti durante il corso. L'esame orale è sempre condotto da due docenti di ruolo con esperienza pluriennale di esami nella disciplina ed ha una durata di almeno 30 minuti. 

      MODALITA' DI ACCERTAMENTO

      La commissione è in grado di verificare con elevata accuratezza il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento. Quando questi non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire lo studio e ad avvalersi di ulteriori spiegazioni e chiarimenti da parte dei docenti titolari.

  • Dove e quando
    • RICEVIMENTO STUDENTI
      Gabriele Cacciamani

      Su appuntamento

      Simona Delsante

      Tutti i giorni su appuntamento

  • Contatti