AERODINAMICA

AERODINAMICA

_
iten
Codice
65906
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 2° anno di 9270 INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E AERONAUTICA (LM-33) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E AERONAUTICA)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Corso di base di aerodinamica.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire le basi dell'aerodinamica dei corpi immersi in un fluido a velocità subsonica, facendo riferimento principalmente ai concetti di strato limite e di potenziale di velocità, e mettendo l'accento su forze e momenti agenti sul corpo, che ne provocano il movimento.

Modalità didattiche

Il corso consisterà di lezioni frontali e di sedute di esercizi, dove i concetti appresi verranno usati per la soluzione di problemi pratici di aerodinamica.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Introduzione all’aerodinamica
  • Dinamica della vorticità

Vorticità e circuitazione; l’equazione della vorticità; generazione di vorticità in moti incomprimibili

  •  Fluidi ideali e moti irrotazionali

Moti piani a potenziale; trasformazioni conformi e trasformazione di Joukowsky; moto potenziale attorno ad un cilindro; profili alari portanti e profilo di Joukowsky; moto potenziale attorno ad un corso bidimensionale di forma arbitraria; moti potenziali tridimensionali; resistenza indotta e massa aggiunta

  •  Moto attorno a profili alari

Moto a bassa velocità attorno a profili alari: lo strato vorticoso; la condizione di Kutta; il teorema della circuitazione di Kelvin e il vortice di distacco; profili alari simmetrici e asimmetrici

  • Moto attorno ad ali di lunghezza finita

Il filamento vorticoso, la legge di Biot-Savart e i teoremi di Helmholtz; teoria della linea portante di Prandtl

  • Strati limite

Soluzioni di similarità di Falkner-Skan; il moto di Hiemenz; strato limite su un’ala infinita a freccia (FS-Cooke); prime nozioni sulla transizione verso la turbolenza dello strato limite.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

 J.D. Anderson Jr., “Fundamentals of Aerodynamics”, McGraw-Hill 2007

 T. von Karman, “Aerodynamics”, McGraw-Hill 1963

  • R.H. Barnard & D.R. Philpott, “Aircraft Flight”, Prentice Hall 1995
  •  J.S. Denker, “See how it flies”, http://www.av8n.com/how/

            (versione italiana: http://utenti.quipo.it/volare/how.htm#contents)

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento, dopo aver inviato una email al docente (alessandro.bottaro@unige.it)

Commissione d'esame

ALESSANDRO BOTTARO (Presidente)

JAN OSCAR PRALITS

ANDREA MAZZINO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso consisterà di lezioni frontali e di sedute di esercizi, dove i concetti appresi verranno usati per la soluzione di problemi pratici di aerodinamica.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

AERODINAMICA

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consisterà in una prova scritta ed una prova orale.

Modalità di accertamento

Nel corso del semestre gli studenti svolgono due "compitini" obbligatori volti ad accertare il raggiungimento dei risultati di apprendimento. Per verificare ulteriormente la loro maturità, capacità critiche e di sintesi, si richiede agli studenti l'elaborato di un "term paper", da presentare in classe, su un soggetto a piacere relativo all'aerodinamica.

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità :

Almeno un corso di base di meccanica dei fluidi.