CANCELLERIE E DOCUMENTI DELLE ISTITUZIONI CITTADINE MOD. II

CANCELLERIE E DOCUMENTI DELLE ISTITUZIONI CITTADINE MOD. II

_
iten
Codice
53272
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
6 cfu al 1° anno di 9917 SCIENZE STORICHE (LM-84) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE STORICHE )
periodo
2° Semestre
moduli

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli obiettivi didattici del corso sono la conoscenza dell’evoluzione dei caratteri estrinseci e intrinseci dei documenti prodotti dalle curie vescovili e dalle cancellerie comunali; l’apprendimento delle moderne norme di edizione; la capacità di riconoscere e leggere scritture documentarie degli stessi ambiti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

La documentazione vescovile: caratteristiche, redattori e rapporti con le istituzioni.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il materiale bibliografico e i facsimili dei documenti, presentati e discussi durante il corso, saranno scaricabili tramite pendrive (chiavetta usb) presso lo studio del docente (via Balbi, 2 al 2° piano).

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ANTONELLA ROVERE (Presidente)

SANDRA MACCHIAVELLO (Presidente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

13 febbraio 2017

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

CANCELLERIE E DOCUMENTI DELLE ISTITUZIONI CITTADINE MOD. II

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Il corso prevede una prova orale. Il metodo di accertamento della preparazione dello studente è basato su un colloquio che consente alla commissione esaminatrice di valutare la capacità di inquadrare gli argomenti dal punto di vista della conoscenza delle fonti, supportata da una solida base storiografica, dimostrando pieno possesso del lessico disciplinare, capacità e prontezza di argomentazione, padronanza dei contenuti della disciplina. Nel corso dell’interrogazione sarà parimenti valutata la capacità di lettura e analisi delle fonti documentarie e la prontezza dello studente nel collegare contesti storico-istituzionali e casi di studio concreti. La commissione valuterà anche il lavoro svolto dallo studente nel corso delle lezioni, che hanno carattere seminariale.