DISEGNO TECNICO INDUSTRIALE

DISEGNO TECNICO INDUSTRIALE

_
iten
Codice
86745
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
6 cfu al 1° anno di 9921 INGEGNERIA INDUSTRIALE E GESTIONALE (L-9) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/15
LINGUA
Italiano
SEDE
SAVONA (INGEGNERIA INDUSTRIALE E GESTIONALE )
periodo
2° Semestre

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire agli studenti le conoscenze di base, secondo normativa ISO, per la corretta lettura e comprensione di disegni tecnici e per la messa in tavola, tramite software CAD, di componenti meccanici con descrizione della geometria e di tutte le ulteriori informazioni (tolleranze, lavorazioni, materiale, ecc.) necessarie alla loro realizzazione. Inoltre, sono illustrate le rappresentazioni simboliche dei principali elementi costruttivi delle macchine, nonché date indicazioni per il loro dimensionamento e per la scelta da catalogo delle parti commerciali.

Modalità didattiche

Lezioni teoriche ed esercitazioni al calcolatore in aula informatica.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Direttiva Europea Macchine e D. Lgs. 81/2008.

Cenni di Design for Assembly and Manufacturing.

Normalizzazione: norme internazionali e nazionali. La normativa nel disegno tecnico. Classificazioni dei tipi di disegni. Rappresentazione della forma e delle dimensioni di un pezzo meccanico: il modello grafico. Schizzi a mano libera. Proiezioni ortogonali, sezioni, quotatura e norme relative. Cenni su altri tipi di proiezioni (assonometrie, proiezioni oblique). Riconoscimento di semplici pezzi meccanici.

Tolleranze di lavorazione: dimensionali, geometriche, rugosità. Accoppiamenti: sistema foro base ed albero base. Principio del massimo materiale. Esigenza di inviluppo.

Filettature. Classi per la bulloneria. Cuscinetti: tipi, modalità di montaggio, rappresentazione semplificata. Organi di tenuta. Nozioni sugli organi di collegamento smontabili (perni, spine, biette, chiavette, linguette, viti di pressione, anelli di arresto, profili scanalati) e sui collegamenti stabili (rivettatura, chiodatura, bulinatura, saldatura).

Avvertenze per la morfologia dei pezzi in funzione delle tecnologie utilizzate per ottenerli.

Esercitazioni: le esercitazioni saranno svolte al calcolatore utilizzando il software CAD Microstation.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • R. Razzoli “Dispense del corso”, disponibili sul sito "Aulaweb" della Facoltà di Ingegneria di Genova.
  • E. Chirone, S. Tornincasa “Disegno tecnico industriale”, vol. 1 e 2, Ed. Il Capitello, Torino, 2001.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente è disponibile per il ricevimento di studenti/laureandi al termine di ciascuna lezione.

Commissione d'esame

ROBERTO RAZZOLI (Presidente)

LUCIA CASSETTARI (Presidente)

FABIO ROLANDO

ROBERTO MOSCA

PIETRO GIRIBONE

GIOVANNI BERSELLI

ILARIA BENDATO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni teoriche ed esercitazioni al calcolatore in aula informatica.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DISEGNO TECNICO INDUSTRIALE

ESAMI

Modalità d'esame

La valutazione dell'apprendimento è effettuata aggregando i risultati della prova grafica al calcolatore (messa in tavola di un pezzo meccanico) e dell'esame orale.

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità :

Nozioni fondamentali di geometria. Conoscenza del sistema operativo Windows.