SICUREZZA DEGLI IMPIANTI

iten
Codice
72518
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
6 cfu al 2° anno di 9305 INGEGNERIA DELLA SICUREZZA: TRASPORTI E SISTEMI TERRITORIALI (LM-26) GENOVA

6 cfu al 2° anno di 9269 INGEGNERIA MECCANICA - PROGETTAZIONE E PRODUZIONE (LM-33) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/17
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA DELLA SICUREZZA: TRASPORTI E SISTEMI TERRITORIALI)
periodo
1° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso introduce la nozione di sicurezza nellámbito della tecnosfera, presenta la normativa vigente e le principali sorgenti di rischio in ambito industriale. Sono anche analizzate le problematiche di modellazione e gestione degli effetti conseguenti ai disasrti industriali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso ha l'obiettivo di sviluppare una solida conoscenza delle problematiche di sicurezza sui luoghi di lavoro con particolare riferimento agli aspetti di rischio industriale (chimico, elettrico, antincendio, sistemi informativi), rischio di cantiere, rischio di incidente rilevante e rischio associato alle operazioni logistiche. Il corso affronta le tematiche da un punto di vista sistemistico, operativo e normativo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

vedi programma di dettaglio

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali, esercitazioni numeriche, discussione di casi industriali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte I - Generalità
1) Introduzione e presentazione corso

2) Elementi di Ingegneria della Sicurezza:
 Elementi di ingegneria della sicurezza
 Sistemi complessi
 Definizione di Rischio
 Prevenzione e protezione

3) Analisi dei rischi_Procedure e metodi:
 Analisi dei rischi
 Procedure di ispezione per l’analisi dei
rischi
 Metodi di analisi dei rischi

4) Normativa di riferimento:
 Norme cogenti e volontarie
 Ruoli e responsabilità nella normativa
 Quadro delle norme di riferimento
5-6) DLgs 81/2008 e s.m.i.


Parte II – I Rischi
8) Rischi di natura elettrica:
 Effetti dannosi delle scariche elettriche
 Guasti elettrici
 Protezioni elettriche
9) Rischio incendio:
 Incendi e rischio di incendio
 Classificazione degli incendi
 Prevenzione e protezione incendi
 Normativa di riferimento
10) Rischi meccanici:
 Rischio Meccanico
 Fattori di rischio meccanico
 Le Protezioni
 Gli Organi di Comando
 La Direttiva Macchine
11) Ergonomia, qualità dell’ambiente di lavoro, inquinamento chimico aerodisperso
 Elementi di ergonomia ed ergotecnica
 Qualità dell’ambiente di lavoro
 Inquinamento chimico aerodisperso
12) Ergonomia, ambiente termico:
 Ambiente termico
 Ambienti moderati
 Ambienti caldi
 Ambienti freddi
 Interventi in ambienti termicamente difficili
13) Ergonomia, rumore:
 Rumore
 Analisi dell’ambiente sonoro
 Fonoassorbimento
 Fonoisolamento
14) Ergonomia, Illuminazione:
 Ambiente luminoso
 Criteri di progettazione ergonomica di un ambiente luminoso
 criterio del flusso totale
 criterio punto a punto

Parte III – I modelli
15) Elementi di statistica e di teoria della probabilità

16) Elementi di teoria dell’affidabilità, manutenibilità e disponibilità

17) LCCA – Metodi di analisi di affidabilità Tecniche innovative – Telemanutenzione:
 Life Cycle Cost Analysis
 Metodi di analisi di affidabilità (FMEA-FMECA-HAZOP-FTA-ETA)
 Tecniche innovative (Algoritmi genetici, Fuzzy logic, Reti neurali artificiali)
 Telemanutenzione
18) Attività di ispezione. Generalità:
 ISPEZIONE IMPIANTI ELETTRICI
 ISPEZIONE IMPIANTI A PRESSIONE
 ISPEZIONE IMPIANTI ASCENSORE
 ISPEZIONE DISPOSITIVI MEDICALE
 ISPEZIONE MATERIALI DA COSTRUZIONE
19) Attività di ispezione. Dall’ispezione alla certificazione:
 CRITERI GENERALI PER I TECNICI CHE EFFETTUANO ATTIVITA’ DI ISPEZIONE
 CRITERI GENERALI RELATIVI ALL’ ATTIVITA’ DI CERTIFICAZIONE DI PRODOTTO
 ISPEZIONE DI MACCHINE
20) Progettazione e gestione della manutenzione:
 Elementi di Ingegneria della Manutenzione
 Elementi di progettazione della Manutenzione
 Organizzazione della Manutenzione
 Logistica dei materiali a domanda indipendente
21) Human Factor:
 Human Factor
 Elementi di comportamento organizzativo
 Errori
 Tipologia dei compiti
 Procedure e comunicazione
 Gestione degli errori


Parte IV – Ruoli e Professionalità
22) Ruoli e responsabilità. Elementi per la gestione tecnico-amministrativa degli appalti. Il Direttore dei Lavori. La dichiarazione di inizio attività:
 La direzione dei lavori e la gestione tecnico amministrativa degli appalti
 La dichiarazione di inizio attività
23) Sistemi di gestione per la salute e la sicurezza

24) Le opportunità professionali nel campo della Sicurezza. Conclusioni del corso:
 Ambiti professionali e figure
 Aggiornamento professionale
 Tirocinio
 Curriculum vitae e selezione
 Inquadramento lavorativo

Esercitazioni

  1. Modellazione secondo la FTA di un impianto industriale (trasporto carbone)
  2. Modellazione degli effetti di un incidente catastrofico in ambito industriale  con rilascio di sostanze tossico nocive ed esplosive.


Argomenti di approfondimento (non parte dell'esame)
 Pericolosità impianto chimico-industriale
 Aramis: case study
 La metodologia TapRoot Analisys
 La fatica delle strutture aeronautiche
 Sicurezza dei sistemi informatici

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il materiale didattico è costituito dalle slide presentate dal docente a lezione, dalla Normativa vigente in materia di Sicurezza e Salute del Lavoro (D.Lgs 81/2008 e successive modificazioni intercorse). 

Nota al materiale didattico

Il materiale e didattico è costituito da lucidi, appunti e altro materiale raccolto dal docente da pubblicazioni, documenti di pubblico dominio, siti internet e dalla normativa vigente. Ogni serie di lucidi riporta in calce la bibliografia e le fonti citate ove queste sono state identificate, per materiali raccolti dalla rete dove non è stato possibile identificare l'autore o il titolare dei diritti di autore è stata apposta la dicitura "materiale non riconducibile al titolare di diritti di autore" nel caso fosse in seguito identificabile detto materiale si prega segnalare la fonte al docente per l'aggiornamento delle fonti.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Sempre nei giorni di Lezione Su appuntamento per altri giorni. Contatti del docente Ufficio: DIME - Via Opera Pia, 15 16145 Genova - Piano Terra, tel. +39 333 987 4234 - mob. +39 320 7982156 - e-mail: roberto.revetria@unige.it   

Commissione d'esame

ROBERTO REVETRIA (Presidente)

LORENZO DAMIANI

ROBERTO MOSCA

MASSIMO PAOLUCCI

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali, esercitazioni numeriche, discussione di casi industriali.

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Modalità di esame

Esame orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

1 argomento a scelta o di approfondimento con eventuale tesina o presentazione, 

2 domande a scelta del docente sugli argomenti del programma.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
11/04/2017 11:00 GENOVA Orale Gentilissimi Studenti, per improvvise attività istituzionali l'esame previsto per domani 6 giugno ore 11:00 è posticipato alle ore 13:30 presso aula DIP della sezione MIG del DIME Via Opera Pia 15 piano interrato. Grazie, Cordialmente Roberto Revetria
16/05/2017 11:00 GENOVA Orale Gentilissimi Studenti, per improvvise attività istituzionali l'esame previsto per domani 6 giugno ore 11:00 è posticipato alle ore 13:30 presso aula DIP della sezione MIG del DIME Via Opera Pia 15 piano interrato. Grazie, Cordialmente Roberto Revetria
06/06/2017 11:00 GENOVA Orale Gentilissimi Studenti, per improvvise attività istituzionali l'esame previsto per domani 6 giugno ore 11:00 è posticipato alle ore 13:30 presso aula DIP della sezione MIG del DIME Via Opera Pia 15 piano interrato. Grazie, Cordialmente Roberto Revetria
11/07/2017 11:00 GENOVA Orale Gentilissimi Studenti, per improvvise attività istituzionali l'esame previsto per domani 6 giugno ore 11:00 è posticipato alle ore 13:30 presso aula DIP della sezione MIG del DIME Via Opera Pia 15 piano interrato. Grazie, Cordialmente Roberto Revetria
05/09/2017 11:00 GENOVA Orale Gentilissimi Studenti, per improvvise attività istituzionali l'esame previsto per domani 6 giugno ore 11:00 è posticipato alle ore 13:30 presso aula DIP della sezione MIG del DIME Via Opera Pia 15 piano interrato. Grazie, Cordialmente Roberto Revetria
03/10/2017 11:00 GENOVA Orale Gentilissimi Studenti, per improvvise attività istituzionali l'esame previsto per domani 6 giugno ore 11:00 è posticipato alle ore 13:30 presso aula DIP della sezione MIG del DIME Via Opera Pia 15 piano interrato. Grazie, Cordialmente Roberto Revetria
07/11/2017 11:00 GENOVA Orale Gentilissimi Studenti, per improvvise attività istituzionali l'esame previsto per domani 6 giugno ore 11:00 è posticipato alle ore 13:30 presso aula DIP della sezione MIG del DIME Via Opera Pia 15 piano interrato. Grazie, Cordialmente Roberto Revetria