SEPARATION COLUMNS

SEPARATION COLUMNS

_
iten
Codice
72404
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
5 cfu al 1° anno di 10376 INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO (LM-22) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/25
LINGUA
Inglese
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso tratta le colonne per processi di separazione: absorbimento, distillazione ed estrazione liquido-liquido. In ciascun caso, dopo i richiami preliminari di termodinamica, viene sviluppato l'approccio teorico. La parte teorica è supportata da esercitazioni pratiche relative al calcolo (progettazione e verifica) delle colonne, svolte sia attraverso metodi analitici o grafici, sia al calcolatore (in aula informatica) mediante l’ausilio di uno dei più moderni software specifici (UniSim).  

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso ha finalità riconducibili all'acquisizione di strumenti teorici di base per affrontare la progettazione di un impianto dell'industria di processo, a partire dallo sviluppo teorico fino alla realizzazione in campo. Verranno inoltre affrontati i criteri di scelta, progettazione ed esercizio di alcune tipiche unità impiantistiche.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

  • Colonne di separazione: capacità di progettazione mediante l’utilizzo di metodi grafici e con l’ausilio dei uno dei più moderni software (UniSim). Il relativo caso studio in laboratorio informatico e' svolto in gruppo e consente di migliorare competenze trasversali quali abilita' comunicativa e capacita' di lavorare in team. Il caso studio costituisce un elemento di base per la preparazione per l'esame.  
  • Capacità di gestione di colonne pre-esistenti. Ottimizzazione dei parametri operativi di colonne pre-esistenti.

Modalità didattiche

Il corso è articolato in lezioni teoriche (50 ore) e lezioni in laboratorio informatico (10 ore). 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso tratta le colonne per processi di separazione, ovvero absorbimento, distillazione ed estrazione liquido-liquido. In ciascun caso, dopo alcuni richiami preliminari di termodinamica, vengono sviluppate le equazioni teoriche e vengono illustrati di metodi semi-grafici che costituiscono la base concettuale dei metodi di calcolo. In seguito sono trattati gli aspetti comuni a tutte le colonne, ovvero i criteri di scelta dei piatti e del riempimento, ed i problemi fluidodinamici (flooding). Inoltre, viene analizzato il problema dell’ottimizzazione delle colonne e lo studio delle colonne più complesse.

La parte teorica è supportata da esercitazioni pratiche relative al calcolo (progettazione e verifica) delle colonne. Le esercitazioni sono svolte sia attraverso metodi analitici o grafici, sia al calcolatore (in aula informatica) mediante l’ausilio di uno dei più moderni software specifici (UniSim).  

TESTI/BIBLIOGRAFIA

R. Sinnott & G. Towler, Chemical Engineering Design, Fifth edition, Elsevier Science (2009).

J.F. Coulson, J.H. Harker, Chemical Engineering, Vol. 2, Fifth Edition, Elsevier Science (2002).  

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

PAOLA COSTAMAGNA (Presidente)

CARLO SOLISIO (Presidente)

FEDERICO PUGLIESE

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso è articolato in lezioni teoriche (50 ore) e lezioni in laboratorio informatico (10 ore). 

INIZIO LEZIONI

L'insegnamento si svolge nel primo semestre (con inizio la settimana del 19 settembre).

ESAMI

Modalità d'esame

Esame scritto-orale.

Modalità di accertamento

L'esame consiste in uno scritto-orale in cui il docente assegna alcune domande, tipiche di un esame orale, da sviluppare e discutere in forma scritta.