INGEGNERIA DEL VENTO

INGEGNERIA DEL VENTO

_
iten
Codice
80574
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
5 cfu al 2° anno di 9263 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE (LM-23) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE)
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Gli allievi acquisiscono padronanza nel calcolo delle costruzioni alle azioni del vento e sensibilità a riconoscere le costruzioni esposte ai fenomeni di instabilità aeroelastica.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo fornisce i fondamenti teorici dell'ingegneria del vento con una visione strutturale. Si trattano le proprietà della velocità del vento indisturbato, l'aerodinamica delle costruzioni, la risposta dinamica delle strutture soggette all'azione del vento. Si pongono le basi dell'aeroelasticità delle strutture e del controllo passivo e attivo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Si richiede la conoscenza dei fondamenti della dinamica delle strutture.

Modalità didattiche

Il corso si articola in lezioni durante le quali sono esposti aspetti teorici, sperimentali, numerici e applicativi, con esempi inerenti grandi opere dell’ingegneria. Gli allievi svolgono, in piccoli gruppi di lavoro, una relazione progettuale assistita relativa a una costruzione reale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

1. Introduzione all’ingegneria del vento. 2. Vento: Circolazione atmosferica. Velocità media. Turbolenza. Analisi probabilistica e climatologia. Fenomeni a mesoscala. 3. Aerodinamica: Aerodinamica delle costruzioni. Flussi interni. Comfort pedonale. Gallerie del vento. CFD. 4. Dinamica: Risposta longitudinale. Risposta 3D delle strutture snelle. Risposta 3D delle strutture tridimensionali. Risposta dinamica ai temporali. 5. Aeroelasticità: Distacco dei vortici e sincronizzazione. Interazione fluido-struttura nella direzione del vento. Galoppo nella direzione trasversale al vento. Instabilità torsionale. Aeroelasticità 3D delle strutture snelle. Flutter. 6. Conclusioni e prospettive.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Dispense del corso.
  • H. Sockel, Ed. (1994). Wind-induced vibrations of structures. Springer Verlag, Wien.
  • E. Simiu, R.H. Scanlan (1996) Wind effects on structures: Fundamentals and applications, John Wiley, NY.
  • J. Holmes (2001). Wind loading on structures, Spon Press, NY.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Come indicato su Aulaweb.

Commissione d'esame

GIOVANNI SOLARI (Presidente)

MARIA PIA REPETTO

LUISA PAGNINI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si articola in lezioni durante le quali sono esposti aspetti teorici, sperimentali, numerici e applicativi, con esempi inerenti grandi opere dell’ingegneria. Gli allievi svolgono, in piccoli gruppi di lavoro, una relazione progettuale assistita relativa a una costruzione reale.

INIZIO LEZIONI

All'inizio del secondo semestre come da orario di facoltà.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame prevede una prova orale basata su due/tre domande di teoria attinenti agli argomenti trattati nel corso. Durante la prova è anche discussa la relazione progettuale sviluppata dagli allievi in piccoli gruppi.

ALTRE INFORMAZIONI

Tutte le informazioni sono distribuite in aula e tramite il sito di aulaweb.