PROCESSO CIVILE DI COGNIZIONE - PRIMA ISTANZA

PROCESSO CIVILE DI COGNIZIONE - PRIMA ISTANZA

_
iten
Codice
64994
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
9 cfu al 3° anno di 7996 GIURISPRUDENZA (LMG/01) IMPERIA

9 CFU al 3° anno di 8709 GIURISTA DELL'IMPRESA E DELL'AMMINISTRAZIONE (L-14) IMPERIA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/15
LINGUA
Italiano
SEDE
IMPERIA (GIURISPRUDENZA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea magistrale a ciclo unico in giurisprudenza ed è finalizzato a impartire una conoscenza approfondita dei principi generali del diritto processuale civile (Libro I), della funzione e della struttura del processo di cognizione (Libro II), di primo grado e di impugnazione, con particolare attenzione al diritto delle prove e al "diritto alla prova".

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Analisi delle culture e ideologie del processo civile, verifica delle strutture del procedimento con attenzione critica alle relative riforme. Questioni del diritto delle prove analizzate con riferimento alle esigenze di adeguazione del modello probatorio alle necessità delle “nuove” controversie civili. Seconda istanza del processo vista nella prospettiva dell'estensione del suo oggetto e della sua concreta funzionalità. Giurisdizione di esecuzione, anche con raffronti comparati.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Al termine del corso gli studenti saranno tenuti a conoscere:

- i principi generali del diritto processuale civile (giurisdizione: funzione e relativi limiti; competenza; presupposti processuali; condizioni dell'azione; oggetto del processo; le parti; la difesa tecnica; ecc.)

- il giudizio di cognizione di primo grado e il sistema delle impugnazioni

- il diritto delle prove

 

 

 

Modalità didattiche

L'insegnamento verrà impartito con lezioni frontali e seminari di approfondimenton della durata totale di 54 ore complessive (9 CFU) che si svolgono in aula con l'ausilio di presentazioni power point. Saranno altresì esaminate le decisioni giurisprudenziali maggiormente significative in riferimento a ciascuno degli istituti processuali che sono parte integrante del programma d'esame. La frequenza delle lezioni è consigliata.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma del corso si sviluppa in tre parti.

Parte Prima: Ordinamento giudiziario ed attività giurisdizionale – Disposizioni generali del Codice di procedura civile. Funzione e struttura dell’attività giurisdizionale con particolare riferimento all’oggetto e ai soggetti del processo civile e agli atti del procedimento. Particolare attenzione sarà quindi riservata all’esame delle disposizioni generali del I Libro del Codice di rito e dei principi fondamentali che improntano la materia, anche alla luce delle più significative riforme in materia.

Parte Seconda: Processo civile di cognizione – prima istanza ed impugnazioni. Strutture del processo civile di cognizione e dei giudizi di impugnazione, in particolare in appello e davanti alla Corte di Cassazione, con attenzione critica alle più recenti riforme.

Parte Terza: Istruzione probatoria – diritto delle prove. Il diritto delle prove sarà oggetto di approfondita indagine con attenzione alle esigenze di adeguamento del modello probatorio alla struttura, sempre in evoluzione, del giudizio civile ed ai principi del giusto processo.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti frequentanti 

Relativamente alla 1ª parte del Corso:

- MANDRIOLI, Diritto Processuale Civile, vol. I, XXVª ed., Giappichelli, Torino, 2016 (senza le note, ad eccezione di quelle che potranno essere indicate durante le lezioni)

oppure, in alternativa:

- LUISO, Diritto Processuale Civile. Principi generali, vol. I, VIIIª ed., Giuffrè, Milano, 2015.

oppure, in ulteriore alternativa:

- VERDE, Diritto Processuale Civile. Parte Generale, vol. I, IIIª ed., Zanichelli, Bologna, 2012.

inoltre, relativamente alla 2ª e 3ª parte del Corso:

- MANDRIOLI, Diritto Processuale Civile, vol. II, XXVª ed., Giappichelli, Torino, 2016 (senza le note, ad eccezione di quelle che potranno essere indicate durante le lezioni)

oppure, in alternativa:

- LUISO, Diritto Processuale Civile. Il processo di cognizione, vol. II, VIIIª ed., Giuffrè, Milano, 2015.

oppure, in ulteriore alternativa:

- VERDE, Diritto Processuale Civile. Processo di cognizione, vol. II, IIIª ed., Zanichelli, Bologna, 2012.

E’ comunque indispensabile la consultazione di un codice di procedura civile aggiornato.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti avviene, di regola, prima dell'inizio o al termine delle lezioni previo appuntamento con il docente da fissarsi inviando una mail all'indirizzo: enricorighetti@unige.it. Nel periodo in cui non si svolgono le lezioni, specifici appuntamenti potranno essere fissati inviando una mail al docente sempre all'indirizzo di cui sopra.  

Commissione d'esame

ENRICO RIGHETTI (Presidente)

VINCENZO ANSANELLI (Presidente)

PAOLO COMOGLIO (Presidente)

CESARE BRUZZONE

TOMASO GALLETTO

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento verrà impartito con lezioni frontali e seminari di approfondimenton della durata totale di 54 ore complessive (9 CFU) che si svolgono in aula con l'ausilio di presentazioni power point. Saranno altresì esaminate le decisioni giurisprudenziali maggiormente significative in riferimento a ciascuno degli istituti processuali che sono parte integrante del programma d'esame. La frequenza delle lezioni è consigliata.

INIZIO LEZIONI

I SEMESTRE dal 19 settembre al 9 dicembre 2016 (12 settimane)
II SEMESTRE dal 1° marzo al 19 maggio 2017 (12 settimane)


 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

PROCESSO CIVILE DI COGNIZIONE - PRIMA ISTANZA

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

L’iscrizione all’appello deve avvenire almeno 24 ore prima dell’ora fissata per l’appello.

Modalità di accertamento

Prova orale. N.B.  L’esame orale è condotto dal docente titolare del Corso e si sviluppa normalmente attraverso la formulazione di tre domande di carattere generale riferite ad istituti trattati in ciascuna delle tre parti del corso (una domanda per ciascuna parte), con le opportune domande di approfondimento, ove necessario. L’esame orale ha una durata media di circa 20 minuti. Quando lo studente non dimostra un sufficiente grado di conoscenza della materia (e comunque quando non dimostra di conoscere sufficientemente un istituto che ha formato oggetto di una delle tre domande generali) è invitato ad approfondire la materia, anche mediante letture integrative, ove necessario indicate dal docente.