ETICA DELLA COMUNICAZIONE

ETICA DELLA COMUNICAZIONE

_
iten
Codice
72980
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
9 cfu al 1° anno di 8769 INFORMAZIONE ED EDITORIA (LM-19) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

6 CFU al 2° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFORMAZIONE ED EDITORIA )
periodo
1° Semestre

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento ha lo scopo di chiarire le implicazioni morali della comunicazione, attraverso l’analisi di diverse teorie e modelli di comunicazione da Aristotele al dibattito contemporaneo. In campo applicativo le problematiche e le regole della comunicazione nei media, nelle istituzioni, nel rapporto medico-paziente, nella pubblicità, nella mediazione culturale, nell’impresa sono studiate in gruppi di lavoro, attraverso l'analisi di codici deontologici, protocolli, linee-guida e casi di studio particolari. I lavori seminariali e le attività di supporto a distanza, per studenti che non possano frequentare regolarmente le lezioni, sono organizzati in Aulaweb.

Modalità didattiche

La prima parte del corso sarà svolta attraverso lezioni teoriche.

La seconda parte avrà carattere seminariale, attraverso la lettura del testo classico di J. Milton.

I temi di etica della comunicazione visuale saranno proposti e analizzati in forma laboratoriale. Saranno organizzati laboratori di gruppo su singoli argomenti di etica applicata.

Per gli studenti che parteciperanno ai laboratori, anche attraverso AulaWeb, sarà possibile sostituire parte dell'esame orale con la discussione di un elaborato scritto o con una presentazione, il cui titolo è da concordare con la docente.

Gli studenti sono invitati a iscriversi in Aulaweb: Etica della comunicazione.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  Guardare le figure, interpretare il mondo. Visual Communication and Ethics.

Il corso di quest'anno è focalizzato sulle implicazioni etiche della comunicazione visuale.

Il programma si articola in tre momenti nei quali
1. si presenteranno le teorie e i modelli interpretativi della comunicazione e dell'etica della comunicazione;
2. si discuterà il legame tra libertà d’espressione e dilemmi morali;
3. si studierà l'etica della comunicazione visuale in diversi contesti (giornalismo e fotogiornalismo; comunicazione sociale; pubblicità; moda e design; fiction e web).

TESTI/BIBLIOGRAFIA

1. Per il primo punto del programma:
A. Fabris, Etica della comunicazione, Carocci, Roma 2014.
G. Cheney, S. May, D. Munshi (edd.), The Handbook of Communication Ethics, Routledge, NY 2011.

2. Per il secondo punto:
J. Milton, Areopagitica, Laterza, Bari 1987; il testo in inglese è reperibile anche on-line.

3. Per laparte laboratoriale:
La bibliografia specifica su ogni argomento sarà fornita nel corso delle lezioni e pubblicata in Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Martedì 18-19 Giovedì 12-14 DAFIST - sede di Via Balbi 30/24 - VII piano

Commissione d'esame

MIRELLA PASINI (Presidente)

DANIELE ROLANDO

VALERIA OTTONELLI

ALBERTO GIORDANO

LEZIONI

Modalità didattiche

La prima parte del corso sarà svolta attraverso lezioni teoriche.

La seconda parte avrà carattere seminariale, attraverso la lettura del testo classico di J. Milton.

I temi di etica della comunicazione visuale saranno proposti e analizzati in forma laboratoriale. Saranno organizzati laboratori di gruppo su singoli argomenti di etica applicata.

Per gli studenti che parteciperanno ai laboratori, anche attraverso AulaWeb, sarà possibile sostituire parte dell'esame orale con la discussione di un elaborato scritto o con una presentazione, il cui titolo è da concordare con la docente.

Gli studenti sono invitati a iscriversi in Aulaweb: Etica della comunicazione.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno il 27 settembre 2016 alle ore 12 in aula 5 del Palazzo di via Balbi 2.

E proseguiranno con il seguente orario

martedi 12-14 aula 5  - Balbi 2

giovedì 10-12 aula 3  - Balbi 2

venerdì 14-16 aula 3 - Balbi 2

 

.

ESAMI

Modalità d'esame

Il processo di valutazione, che si conclude con l’esame orale, prevede la valutazione della partecipazione attiva alle lezioni, la valutazione della partecipazione ai laboratori e della relazione e/o della presentazione inerente.
Tutti gli studenti sono tenuti a produrre prima dell’esame orale una relazione scritta concordata con la docente su uno dei saggi raccolti ne The Handbook of Communication Ethics, Routledge, NY 2011.