DIRITTO DEL LAVORO

DIRITTO DEL LAVORO

_
iten
Codice
64992
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
12 cfu al 3° anno di 7996 GIURISPRUDENZA (LMG/01) IMPERIA

12 CFU al 3° anno di 8709 GIURISTA DELL'IMPRESA E DELL'AMMINISTRAZIONE (L-14) IMPERIA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/07
LINGUA
Italiano
SEDE
IMPERIA (GIURISPRUDENZA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di fornire un'adeguata conoscenza della disciplina del rapporto di lavoro, con i necessari riferimenti alle regole del mercato del lavoro, alle forme di rappresentanza dei lavoratori in azienda, alla contrattazione collettiva.

L’approccio metodologico è volto a far acquisire agli studenti gli strumenti indispensabili per la comprensione delle dinamiche che interessano nel nostro paese il mondo del lavoro, in modo da permettere l'autonomo aggiornamento della disciplina.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Le fonti del diritto del lavoro Le origini del diritto sindacale L'organizzazione sindacale Il contratto collettivo Sistema contrattuale e contrattazione collettiva Le origini del contratto di lavoro La subordinazione giuridica Collaborazioni coordinate e continuative, lavoro a progetto, lavoro autonomo Il contratto di lavoro subordinato I contratti di lavoro Mercato del lavoro e occupazione Formazione e contratti formativi L'intervento pubblico a sostegno del reddito Eguaglianza e non discriminazione libertà e dignità del lavoratore i diritti sindacali Poteri del datore di lavoro Obblighi del lavoratore La retribuzione La tutela della salute e della sicurezza Il tempo di lavoro La sospensione del rapporto di lavoro Le esternalizzazioni Il recesso unilaterale Il licenziamento individuale I licenziamenti collettivi Le garanzie dei diritti del lavoratore.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione delle principali tematiche giuridiche affrontate nel corso delle lezioni.

Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi che si possono manifestare in sede di applicazione.

Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.

Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.

Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina.

Modalità didattiche

Le lezioni si svolgono secondo le modalità della didattica frontale. Alle nozioni di carattere teorico è affiancata l'illustrazione di casi e di esempi.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Le fonti del diritto del lavoro – Le origini del diritto sindacale – L'organizzazione sindacale – Il contratto collettivo – Sistema contrattuale e contrattazione collettiva - Le origini del contratto di lavoro – La subordinazione giuridica – Collaborazioni coordinate e continuative, lavoro a progetto, lavoro autonomo – Il contratto di lavoro subordinato – I contratti di lavoro – Mercato del lavoro e occupazione – Formazione e contratti formativi – L’intervento pubblico a sostegno del reddito – Eguaglianza e non discriminazione – libertà e dignità del lavoratore – I diritti sindacali – Poteri del datore di lavoro – Obblighi del lavoratore – La retribuzione – La tutela della salute e della sicurezza – Il tempo di lavoro – La sospensione del rapporto di lavoro – Le esternalizzazioni – Il recesso unilaterale – Il licenziamento individuale – I licenziamenti collettivi – Le garanzie dei diritti del lavoratore.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti frequentanti 
M.V. Ballestrero – G. De Simone, Diritto del lavoro, Giappichelli, Torino, nuova edizione, 2015. Gli approfondimenti e gli eventuali aggiornamenti svolti a lezione fanno parte del programma d’esame. I materiali integrativi sono a disposizione degli studenti frequentanti in Aulaweb. La frequenza ha validità per tutti gli appelli dell’a.a. 2016-2017. 
 

Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti non frequentanti 
1) M.V. Ballestrero, Diritto sindacale, Giappichelli, Torino, V ed., 2014 (limitatamente alle pagine pp. 35-318, 353-406).

2) M.V. Ballestrero – G. De Simone, Diritto del lavoro, Giappichelli, Torino, nuova edizione, 2015 ad esclusione delle parti indicate di seguito: a) Il contratto collettivo come fonte. Organizzazione sindacale e contrattazione collettiva (parte I, Capitolo II, pp. 23 - 80); b) I diritti sindacali (Parte IV, Capitolo IV, pp. 309-321).

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti si svolge nei seguenti giorni: Lunedì 11-12.30, via Balbi 22, secondo piano, scala A, sezione di diritto commerciale e dell'economia. Mercoledì 9-10,30, c/o Darsena, via Vivaldi 5, II livello.

Commissione d'esame

MARCO NOVELLA (Presidente)

ORSOLA RAZZOLINI

FRANCESCA SAVINO

GISELLA DESIMONE

GIULIA BANDELLONI

DANIELA DEL DUCA

ALBERTO ASTENGO

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni si svolgono secondo le modalità della didattica frontale. Alle nozioni di carattere teorico è affiancata l'illustrazione di casi e di esempi.

 

INIZIO LEZIONI


II SEMESTRE dal 1° marzo al 19 maggio 2017 (12 settimane)


 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO DEL LAVORO

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si articola in una prova scritta a cui segue un esame orale.

Modalità di accertamento

Nella prova scritta lo studente risponde, di norma, a sei/sette domande a risposta aperta, eventualmente articolate in specifici quesiti, senza possibilità di consultare testi normativi. Il voto della prova scritta deriva dalla media aritmetica dei voti (espressi in trentesimi) riportati in ciascuna risposta. Coloro che raggiungono almeno la sufficienza (18/30) nella prova scritta accedono (nel pomeriggio della giornata degli scritti, o nei giorni successivi, a seconda del numero dei candidati) alla prova orale, che prevede una o due domande. Il voto finale dell’esame tiene conto in modo ponderato della votazione riportata nello scritto e della valutazione dell’orale.

Gli studenti frequentanti possono accedere (iscrivendosi su Aulaweb con le modalità e nei termini che saranno resi noti a lezione) ad una prova scritta intermedia. Il superamento della prova scritta intermedia consente di sostenere l’esame finale in forma orale, sul programma frequentanti residuo.

La votazione (espressa in trentesimi) riportata nella prova infrannuale e la correlata esenzione dalla prova scritta in sede di esame finale hanno validità per tutti gli appelli dell’a.a. 2016-2017.