DIRITTO DEL LAVORO

DIRITTO DEL LAVORO

_
iten
Codice
63734
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
9 cfu al 3° anno di 8697 ECONOMIA AZIENDALE (L-18) GENOVA

6 CFU al ° anno di 8698 ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP. (L-18) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/07
SEDE
GENOVA (ECONOMIA AZIENDALE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il diritto del lavoro è una disciplina fondamentale di carattere specialistico.  Il corso si propone di fornire  le conoscenze indispensabili per la comprensione del funzionamento del mercato del lavoro mediante lo studio delle regole che lo governano. Per l’apprendimento del diritto del lavoro è necessario avere già acquisito le nozioni giuridiche di base (Istituzioni di diritto privato, Istituzioni di diritto pubblico).

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire le conoscenze di base del diritto sindacale e del diritto del rapporto individuale di lavoro nel settore privato ed al contempo di fornire gli strumenti interpretativi indispensabili per la comprensione delle dinamiche che interessano nel nostro paese il mondo del lavoro, con un approccio metodologico che consenta il successivo autonomo aggiornamento di una materia in continua evoluzione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Il corso ha come obiettivi principali: fornire le nozioni di base e gli strumenti interpretativi indispensabili per la conoscenza del sistema di relazioni industriali e dell'insieme delle regole che disciplinano il mercato del lavoro; particolare attenzione è dedicata allo studio dei contratti di lavoro, delle vicende dei rapporti di lavoro (dalla assunzione al lavoro alla cessazione del rapporto), degli ammortizzatori sociali e delle politiche attive e passive del lavoro. 

Il corso di Diritto del lavoro da 6 Cfu è messo a disposizione degli studenti che vogliano inserirlo tra gli insegnamenti a scelta (nell’ambito dei 12 Cfu disponibili per altre attività formative) per arricchire  la loro formazione con l’acquisizione delle nozioni di base relative alla disciplina del mercato del lavoro.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, integrate dalla analisi della giurisprudenza (leading cases e sentenze di particolare rilievo). Una prova di verifica intermedia potrà essere riservata agli studenti frequentanti.

Presente su Aulaweb: Si

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma del corso da 9 cfu

 

Parte I: Fonti del diritto del lavoro, con particolare riguardo alla contrattazione collettiva

Parte II: Subordinazione, autonomia, contratto di lavoro (a tempo indeterminato, a tutele crescenti, a termine); contratti di lavoro “atipici”.

Parte. III. Diritti fondamentali del lavoratore e Tutela della persona del lavoratore

Parte IV: Disciplina del rapporto di lavoro subordinato. Obblighi del lavoratore. Poteri del datore di lavoro. Tempo di lavoro e part time. Retribuzione. Sospensione del rapporto di lavoro. Cessazione del rapporto di lavoro e discipline dei licenziamenti individuali e collettivi.

Parte V: Garanzie dei diritti dei lavoratori

Parte VI. Discipline del mercato del lavoro e ammortizzatori sociali

Programma del corso da 6 cfu

Parte I: Subordinazione, autonomia, contratto di lavoro (a tempo indeterminato, a tutele crescenti, a termine); contratti di lavoro “atipici”(con esclusione dei rapporti speciali).

Parte. II Diritti fondamentali del lavoratore e tutela della persona del lavoratore.

Parte III: Disciplina del rapporto di lavoro subordinato. Obblighi del lavoratore. Poteri del datore di lavoro. Tempo di lavoro e part time. Retribuzione. Sospensione del rapporto di lavoro. Cessazione del rapporto di lavoro, con particolare riguardo ai licenziamenti individuali e collettivi)

Parte IV: Garanzie dei diritti dei lavoratori (limitatamente a rinunce e transazioni e prescrizione dei crediti del lavoratore)

Parte V. Discipline del mercato del lavoro e ammortizzatori sociali (esclusa la formazione e i contratti formativi).

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testo consigliato: M.V. Ballestrero, G. De Simone, Diritto del lavoro, Gappichelli, Torino, 2015; il testo tiene già conto delle modifiche introdotte dai decreti legislativi del 2015 (cosiddetto Jobs Act); gli aggiornamenti ulteriori sono forniti dal docente a lezione e mediante materiali resi disponibili in AulaWeb

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: http://www.economia.unige.it/index.php/il-dipartimento/personale/docenti-ad-economia/186-maria-vittoria-ballestrero

Commissione d'esame

MARIA VITTORIA BALLESTRERO (Presidente)

FRANCESCA SAVINO

ORSOLA RAZZOLINI

GISELLA DESIMONE

STEFANO COSTANTINI

MARCO NOVELLA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, integrate dalla analisi della giurisprudenza (leading cases e sentenze di particolare rilievo). Una prova di verifica intermedia potrà essere riservata agli studenti frequentanti.

Presente su Aulaweb: Si

INIZIO LEZIONI

Sem: I

19 settembre - 15 dicembre 2016

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO DEL LAVORO

ESAMI

Modalità d'esame

prova orale

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

Prova orale, consistente nella formulazione di alcune domande che, partendo dalle nozioni generali (ad esempio: il contratto di lavoro a termine) consentono di verificare, mediante ulteriori domande, se lo studente ha approfondito lo studio dell’argomento (disciplina vigente, questioni controverse).

Ripetizione dell’esame

L’esame è ripetibile nella medesima sessione. Non è imposto il salto di appello. Nella sessione con quattro appelli, il docente si riserva di consigliare allo studente, risultato gravemente insufficiente, di non presentarsi all’appello successivo.

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o pre requisiti consigliati

Istituzioni di diritto privato

Istituzioni di diritto pubblico

 

Prerequisito consigliato: Diritto commerciale

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze delle nozioni di base indispensabili per la comprensione delle dinamiche del mercato del lavoro, regolate da una legislazione complessa e in continua evoluzione, che disciplina la  struttura dei contratti di lavoro, la gestione dei rapporti di lavoro, la mediazione tra domanda e offerta di lavoro, gli ammortizzatori sociali. 
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti specialmente alla qualificazione dei rapporti di lavoro (subordinazione a autonomia), alla gestione corretta dei rapporti di lavoro (modalità flessibili e tutela dei diritti dei lavoratori) e della loro cessazione (licenziamenti individuali e riduzioni del personale), alle esternalizzazioni, al ricorso alla Cassa integrazione e alla utilizzazione degli ammortizzatori sociali resi disponibili dal diritto vigente.   
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

 Non sono previste specifiche modalità didattiche per gli studenti non frequentanti, i quali dovranno preparare l’esame studiando il programma sul testo consigliato, o su altro testo equivalente da loro scelto.

Obblighi

Non sono previsti specifici obblighi per gli studenti non frequentanti

Testi di studio

Testo consigliato: M.V. Ballestrero, G. De Simone, Diritto del lavoro, Gappichelli, Torino, 2015; il testo tiene già conto delle modifiche introdotte dai decreti legislativi del 2015 (cosiddetto Jobs Act); il materiale normativo è reso disponibile in AulaWeb

Modalità di accertamento

Prova orale, consistente nella formulazione di alcune domande che, partendo dalle nozioni generali (ad esempio: il contratto di lavoro a termine) consentono di verificare, mediante ulteriori domande, se lo studente ha approfondito lo studio dell’argomento (disciplina vigente, questioni controverse).  

Ripetizione dell’esame

L’esame è ripetibile nella medesima sessione. Non è imposto il salto di appello. Nella sessione con in quattro appelli, il docente si riserva di consigliare allo studente, risultato gravemente insufficiente, di non presentarsi all’appello successivo.