TECNICA DELLE COSTRUZIONI

iten
Codice
65407
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
8 cfu al 4° anno di 8695 ARCHITETTURA (LM-4 C.U.) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ARCHITETTURA)
periodo
Annuale
propedeuticita
Propedeuticità in ingresso
Per sostenere l’esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
  • ARCHITETTURA 8695 (coorte 2013/2014)
  • STATICA E MECCANICA DELLE STRUTTURE 56429
  • SCIENZA DELLE COSTRUZIONI 72611
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il Corso di TECNICA delle COSTRUZIONI, posto al quarto anno del Corso di Laurea Magistrale quinquennale a ciclo unico ad esaurimento in Architettura,  si propone di introdurre l’Allievo architetto al Progetto di Strutture approfondendo la sua formazione in ambito strutturale, che potrà avere compimento in Corsi specifici di indirizzo opzionali posti all’ultimo anno di Corso.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Nel I semestre, mantenendo uno stretto collegamento con i Corsi di Statica e di Scienza delle Costruzioni svolti negli anni precedenti, si finalizzano le verifiche di sicurezza strutturale ai materiali acciaio e cemento armato, che ancora interessano maggiormente le costruzioni.
Oggetto dell’attenzione sono le sezioni e i nodi di collegamento degli elementi strutturali, che costituiscono il manufatto.

Nel II semestre le lezioni vertono più specificamente su aspetti applicativi di progettazione strutturale in cui gli Allievi anche individualmente svolgono applicazioni pratiche.
Tali applicazioni sviluppano il dimensionamento di semplici manufatti su cui si deve svolgere preliminarmente l’analisi strutturale.
Deve essere curato in modo particolare lo studio delle congruenze tra elementi portanti e portati, che compongono il manufatto in oggetto, tenendo in giusto conto gli aspetti strutturali non disgiunti dagli aspetti tecnologici, compositivi e legati all’analisi del costruito.

Il Corso di TECNICA delle COSTRUZIONI e PROGETTAZIONE STRUTTURALE infine si pone l’obiettivo di mettere in luce come nella progettazione strutturale, indipendentemente dal materiale impiegato, sussistano criteri di base identici e come le varie specificità si innestino in un corpo comune.

MODALITA' DIDATTICHE

L’attività del Modulo didattico TECNICA delle COSTRUZIONI si svolge nell’arco di due semestri e comprende lezioni teoriche e esercitazioni applicative svolte in aula quattro ore alla settimana per un totale di circa cento ore.
Le applicazioni pratiche vertono sull’analisi strutturale di semplici manufatti.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

 

 

  • Costruzioni in acciaio

 

  • Il materiale acciaio
  • Cenni sul processo siderurgico
  • Gli elementi strutturali prodotti
  • Le caratteristiche meccaniche e le relative prove
  • La sicurezza strutturale
  • Criteri di scelta del tipo di acciaio

 

  • I collegamenti degli elementi strutturali
  • Le unioni bullonate:          - unioni bullonate a taglio

- unioni bullonate ad attrito

  • Le unioni saldate:              - cenno ai procedimenti di saldatura

- unioni saldate a completa penetrazione

- unioni saldate con cordoni d’angolo

 

  • Le sollecitazioni semplici e composte
  • Membrature tese:                              - verifiche di resistenza

                                                                      - le unioni di aste tese

  • Membrature compresse:                - verifiche di resistenza

- verifiche di stabilità

- le unioni di elementi compressi

  • Membrature inflesse:                       - verifiche di resistenza

- verifiche di stabilità

- le unioni di travi  inflesse a parete piena

  • Membrature presso o tenso-inflesse:            - verifiche di resistenza

               - verifiche di stabilità

               - le unioni

 

  • Le unioni tra gli elementi strutturali
  • Unioni trave-trave
  • Unioni trave-colonna
  • Unioni a ripristino di sezione
  • Nodi di travature reticolari
  • Unioni colonna-fondazione

 

 

  • Costruzioni in cemento armato

 

  • Il materiale calcestruzzo
  • Considerazioni introduttive
  • Calcestruzzo ordinario e calcestruzzi speciali
  • Le proprietà fisiche e meccaniche
  • I fenomeni lenti: il ritiro e lo scorrimento viscoso

 

  • Il calcolo degli elementi strutturali in cemento armato
  • I fondamenti della teoria classica
  • Gli  elementi soggetti a forza normale semplice
  • Gli elementi compressi
  • Gli elementi tesi

 

  • Gli  elementi soggetti a flessione
  • Il calcolo elastico della sezione
  • La deformazione flessionale delle travi
  • Il comportamento a taglio delle travi in c.a.

 

  • Gli  elementi soggetti a presso o tenso-flessione
  • Calcolo elastico per sollecitazione retta

 

 

 

 

 

 

 

  • Strutture per edifici multipiano

 

  • Considerazioni generali sulla progettazione strutturale
  • Azioni che sollecitano le strutture
  • I carichi verticali
  • L’azione del vento
  • Variazioni termiche e cedimenti dei vincoli
  • La combinazione dei carichi

 

  • Edifici multipiano con struttura in c.a.
  • Gli effetti dei carichi verticali
  • I pilastri
  • Le travi

 

  • Edifici multipiano con struttura in acciaio
  • Gli impalcati
  • Le strutture di controvento verticale e orizzontale
  • Gli usuali collegamenti a nodi rigidi e a cerniera

 

  • Le strutture elementari ricorrenti
  • I solai in c.a.
  • I solai in lamiera grecata
  • Le scale

 

  • Strutture per edifici monopiano in acciaio

 

  • Basi per la progettazione
  • I principali schemi strutturali delle coperture, delle tettoie, dei capannoni

Il progetto e il calcolo degli elementi strutturali 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

P. Pozzati, Teoria e tecnica delle strutture, vol. II-2, Torino, 1986.

E.F. Radogna, Tecnica delle costruzioni, Bologna, 2002

G. Toniolo, Tecnica delle costruzioni, Milano, 1990.

 E. Giangreco, Ingegneria delle strutture, Torino, 2002

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

GIAN MICHELE GANCIA (Presidente)

LUIGI GAMBAROTTA

FEDERICA TUBINO

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

L’attività del Modulo didattico TECNICA delle COSTRUZIONI si svolge nell’arco di due semestri e comprende lezioni teoriche e esercitazioni applicative svolte in aula quattro ore alla settimana per un totale di circa cento ore.
Le applicazioni pratiche vertono sull’analisi strutturale di semplici manufatti.

 

Orari delle lezioni

TECNICA DELLE COSTRUZIONI

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Scritto