STORIA ECONOMICA DEL TURISMO

STORIA ECONOMICA DEL TURISMO

_
iten
Codice
83682
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
9 cfu al 1° anno di 9912 SCIENZE DEL TURISMO: IMPRESA, CULTURA E TERRITORIO (L-15) IMPERIA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/12
LINGUA
Italiano
SEDE
IMPERIA (SCIENZE DEL TURISMO: IMPRESA, CULTURA E TERRITORIO)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

In corso intende fornire agli studenti le basi metodologiche e culturali per comprendere l’evoluzione del fenomeno turistico dal punto di vista economico e sociale, collocata nelle più ampie dinamiche dello sviluppo economico europeo dal XVII secolo a oggi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Il corso ha come obiettivo principale di illustrare lo sviluppo del settore turistico all’interno dei più ampi mutamenti economici e sociali verificatisi in Europa a partire dal XVII secolo, e di fornire le basi metodologiche e culturali utili per una consapevole interpretazione della realtà economica attuale.

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni frontali, eventualmente integrate dall’analisi di casi di studio.

Presente su Aulaweb

Sì   ☒  No ☐

Lezioni frontali, eventualmente integrate dall’analisi di casi di studio.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte I: L’economia europea in età preindustriale

Parte II: La modernizzazione dell’economia tra Sette e Ottocento

Parte III: Le grandi tappe dell’economia internazionale nel Novecento

Parte IV: L’analisi storico-economica del turismo

Parte V: Dal Grand Tour al turismo moderno

Parte VI: Le dinamiche della domanda turistica nel XIX e nel XX secolo

Parte VII: L’evoluzione dell’organizzazione turistica

Parte VIII: Il caso italiano: modelli e profili regionali

Parte IX: L’esperienza ligure

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • P. Massa, G. Bracco, A. Guenzi, J.A. Davis, G.L. Fontana, A. Carreras, Dall’espansione allo sviluppo. Una storia economica d’Europa, con il coordinamento di A. Di Vittorio, Torino, Giappichelli, 2011, pp. 85-137, 203-329, 403-459.
  • P. Battilani, Vacanze di pochi, vacanze di tutti. L’evoluzione del turismo europeo, Bologna, Il Mulino, 2009, pp. 9-51, 86-166, 224-304, 313-322, 347-397.

Per la parte relativa alla Liguria verrà messo a disposizione su Aulaweb apposito materiale di studio.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Dipartimento di Economia - I livello - studio 1018 Telefono: (+39) 010209 - 5016 Email: zanini@economia.unige.it Orario ricevimento: fino alla ripresa delle lezioni il ricevimento studenti avviene su appuntamento (da concordare per e-mail).

Commissione d'esame

ANDREA ZANINI (Presidente)

MARINA ROMANI

MARIA STELLA ROLLANDI

LUISA PICCINNO

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni frontali, eventualmente integrate dall’analisi di casi di studio.

Presente su Aulaweb

Sì   ☒  No ☐

Lezioni frontali, eventualmente integrate dall’analisi di casi di studio.

INIZIO LEZIONI

Sem: 1°

19 sett. 2016 - 15 dic. 2016 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

STORIA ECONOMICA DEL TURISMO

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

È previsto un esame scritto, che si basa su domande aperte, vertenti su temi generali, e domande a risposta multipla, incentrate su aspetti specifici. Nell’insieme la prova è finalizzata a verificare la capacità di inquadrare e sviluppare adeguatamente gli argomenti, il possesso del lessico disciplinare e il grado di approfondimento delle principali problematiche.

Ripetizione dell’esame

Nella sessione d’esame in cui sono previsti quattro appelli, in caso di mancato superamento della prova non sarà possibile ripresentarsi all’appello immediatamente successivo della stessa sessione.

ALTRE INFORMAZIONI

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un’efficace capacità di comprensione dei principali mutamenti che hanno caratterizzato il settore turistico e del contesto socio-economico nel quale si collocano, in un’ottica comparata e di lungo periodo.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti problemi riferiti al contesto economico attuale come risultato dell’evoluzione storica che lo ha caratterizzato.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

Obblighi

Testi di studio

Gli stessi previsti per gli studenti frequentanti.

Modalità di accertamento

Le stesse previste per gli studenti frequentanti.

Ripetizione dell’esame

Si veda quanto indicato per gli studenti frequentanti.