ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI NON BANCARI

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI NON BANCARI

_
iten
Codice
84198
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
3 cfu al ° anno di 8700 ECONOMIA E ISTITUZIONI FINANZIARIE (LM-56) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA E ISTITUZIONI FINANZIARIE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di presentare gli aspetti fondamentali che caratterizzano la gestione delle società di leasing, di credito al consumo, dei confidi.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, lavori di gruppo.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte I: Il processo produttivo e gestionale

Parte II: I prodotti

Parte III: La situazione patrimoniale e il conto economico

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Saranno comunicati all’inizio delle lezioni

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Giuseppe Lombardo Professore ordinario   Dipartimento di Economia - I livello - studio 1045 Telefono: (+39) 010209 - 5057 E-mail: giuseppe.lombardo@economia.unige.it Orario ricevimento: Lunedì: ore 15.00

Commissione d'esame

GIUSEPPE LOMBARDO (Presidente)

MARCO DI ANTONIO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, lavori di gruppo.

INIZIO LEZIONI

27 febbraio - 1 giugno 2017 (2° semestre)

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI NON BANCARI

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Seminari su alcuni aspetti fondamentali che caratterizzano la gestione degli intermediari finanziari non bancari.

ALTRE INFORMAZIONI

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione degli aspetti gestionali delle società di leasing, di credito al consumo, dei confidi.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti alla vendita dei prodotti delle società di leasing, di credito al consumo, dei confidi.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.

Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.