METODI DECISIONALI PER L'ANALISI ECONOMICA

METODI DECISIONALI PER L'ANALISI ECONOMICA

_
iten
Codice
80675
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
6 cfu al 3° anno di 8699 ECONOMIA E COMMERCIO (L-33) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MAT/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA E COMMERCIO)
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire agli studenti una conoscenza adeguata dei principali metodi quantitativi di supporto ai processi decisionali in ambito economico e di saper utilizzare, con una certa padronanza, gli ambienti software di riferimento. Da un punto di vista metodologico, saranno illustrate in particolare situazioni di interazioni tra soggetti, competitivi e cooperativi, proprie della teoria dei giochi, e algoritmi di programmazione convessa per l’ottimizzazione di determinate funzioni obiettivo, quali massimizzazione di profitto e utilità e minimizzazione dei costi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Il Corso introduce gli studenti a modelli e metodi di ottimizzazione matematica utilizzabili per la soluzione di problemi decisionali in ambito economico-sociale.

Obiettivo del corso è la presentazione della materia nei suoi aspetti metodologici ed applicativi al fine di fornire allo studente conoscenze sugli strumenti risolutivi utilizzabili, nonché su software specifico. Al termine del corso lo studente dovrebbe avere acquisito competenze che gli permettano di affrontare i problemi reali sviluppando modelli e metodi anche originali e utilizzando, con una certa padronanza, gli ambienti software di riferimento.

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi di studio, esercitazioni e lezioni in aula informatica con utilizzo di software applicativi.

Presente su Aulaweb

Si   ☒  No ☐

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

In ogni parte del corso la trattazione teorica, volta a fornire i contenuti di base, sarà affiancata dalla parte pratica svolta in aula informatica attraverso l'utilizzo di adeguati strumenti software.

 

Parte I:

  • Introduzione ai problemi decisionali e al problem solving: dai problemi reali ai modelli matematici.
  • Classificazione dei modelli decisionali.
  • Studio di funzioni in più variabili: massimi e minimi non vincolati.
  • Ottimizzazione vincolata, funzioni Lagrangiane e interpretazione economica dei moltiplicatori di Lagrange.

Parte II:

  • Introduzione ai modelli di programmazione matematica non lineare, convessa, lineare e intera.
  • Modelli di scelta del consumatore e massimizzazione dell’utilità.
  • Modelli di scelta dell’impresa: minimizzazione dei costi e massimizzazione del profitto.
  • Modelli domanda e offerta.
  • Modelli per la selezione degli investimenti in condizioni di rischio.

 

Parte III: 

  • Alberi decisionali e teoria delle decisioni in condizioni di incertezza e di rischio.
  • Ottimizzazione del valore economico atteso delle decisioni.
  • Teoria dell’utilità.
  • Introduzione alla Teoria dei giochi.
  • Studio e modellizzazione di situazioni di interazioni tra soggetti, competitivi e cooperativi, strategie pure e miste. Teoria dei giochi e ottimizzazione.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I testi e le eventuali dispense integrative saranno comunicati all’inizio delle lezioni e pubblicati su Aulaweb

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: http://www.economia.unige.it/index.php/il-dipartimento/personale/docenti-ad-economia/183-elena-tanfani

Commissione d'esame

ELENA TANFANI (Presidente)

ANNA FRANCA SCIOMACHEN

DANIELA AMBROSINO

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi di studio, esercitazioni e lezioni in aula informatica con utilizzo di software applicativi.

Presente su Aulaweb

Si   ☒  No ☐

 

INIZIO LEZIONI

Sem: II

27 febbr. 2017 - 1 giu. 2017

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

METODI DECISIONALI PER L'ANALISI ECONOMICA

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi è valutata con una prova scritta e con lo svolgimento di un progetto (individuale o a gruppi) o una prova pratica in aula informatica. In particolare, la prova scritta è volta a valutare il grado di conoscenza e appprendimento degli argomenti trattati a lezione. Mentre, la capacità di elaborazione critica dei contenuti e di applicare la conoscenza acquisita sono valutate tramite i lavori di gruppo o la prova pratica.

Ripetizione dell’esame

Nel caso in cui lo Studente non superi l’esame o riporti un voto inferiore alle sue aspettative potrà ripetere l’esame al massimo tre volte per ogni sessione di esame. Ossia il salto di appello è previsto solo nella sessione di esami con 4 appelli di esame.

 

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o pre requisiti consigliati

Matematica generale

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione e utilizzo degli strumenti metodologici che permettano di formalizzare le decisioni individuali in ambito economico-sociale.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere i problemi ed i relativi modelli di interazione sociale ed economica in situazioni di interesse applicativo.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

 

Obblighi

Nessun obbligo frequenza