ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE DI TRASPORTO

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE DI TRASPORTO

_
iten
Codice
60027
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
9 cfu al 3° anno di 8698 ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP. (L-18) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/08
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP.)
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso, specialistico e di natura tecnico aziendale, si propone di esaminare l'evoluzione delle strategie competitive delle imprese di trasporto operanti nelle varie modalita', nonché nel quadro dell'intermodalita', inserendole nell'ambito delle trasformazioni degli scenari internazionali e dei sistemi di trasporto

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Particolare rilievo verrà riservato allo studio delle funzioni aziendali della produzione e del marketing. Saranno oggetto di specifici approfondimenti gli elementi essenziali alla base delle scelte manageriali, nonché i fattori competitivi operanti nei vari comparti trasportistici a servizio della domanda cargo e passeggeri.

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Il corso viene svolto mediante lezioni frontali di tipo istituzionale. Nell’ambito del corso verrà conferito spazio a testimonianze di operatori e alla discussione di casi aziendali.

Presente su Aulaweb

Si   ☒  No ☐

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

PARTE 1 – Concetti introduttivi sulle imprese di trasporto. 1.A. I trasporti nei “servizi”, 1.B. Caratteri strutturali dei modi di trasporto, 1.C. La domanda di trasporto cargo e passeggeri, 1.D. La produzione e l’erogazione del servizio di trasporto, 1.E. Integrazione operativa e inter-aziendale nei trasporti, 1.F. L’influenza del macro-ambiente, 1.G. Il micro-ambiente: concorrenza allargata e co-opetition, 1.H. Le imprese di trasporto: alcune tipologie, 1.I. Le funzioni aziendali. La rilevanza delle “operations”, 1.J. Il marketing nelle imprese di trasporto, 1.K. Le opzioni strategiche di base, 1.L. Le strategie di crescita aziendale;

PARTE 2 – Approfondimenti tematici sui settori di trasporto. 2.A. Trasporto marittimo: ambiente, attori e strategie; 2.B. Trasporto aereo: ambiente, attori e strategie; 2.C. Trasporto ferroviario: ambiente, attori e strategie; 2.D. Trasporto Combinato e Centri logistici: ambiente, attori e strategie.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Midoro R., Parola F., Le strategie delle imprese nello shipping di linea e nella portualità, 2013, seconda edizione, FrancoAngeli, Milano. Parte prima - capp. 1-2-3-4, Parte seconda - capp. 7-8.

Materiali reperibili su AulaWeb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti ha luogo il lunedì dalle 8,45 alle 10,15 presso lo studio del docente (primo piano).

Commissione d'esame

FRANCESCO PAROLA (Presidente)

GIOVANNI SATTA

RENATO MIDORO

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Il corso viene svolto mediante lezioni frontali di tipo istituzionale. Nell’ambito del corso verrà conferito spazio a testimonianze di operatori e alla discussione di casi aziendali.

Presente su Aulaweb

Si   ☒  No ☐

 

INIZIO LEZIONI

2° semestre

27 febbr. 2017 - 1 giu. 2017

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE DI TRASPORTO

ESAMI

Modalità d'esame

Esame scritto e orale.

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

Esame scritto e orale.

Ripetizione dell’esame

Come da regolamento didattico.

 

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o pre requisiti consigliati

Propedeuticità: Economia Aziendale.

Pre-requisiti consigliati: Economia e Gestione delle Imprese, Economia dei Trasporti.

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione delle strategie delle imprese di trasporto.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti al settore trasportistico.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

Il corso viene svolto mediante lezioni frontali di tipo istituzionale. Nell’ambito del corso verrà conferito spazio a testimonianze di operatori e alla discussione di casi aziendali.

Obblighi

 

Testi di studio

Midoro R., Parola F., Le strategie delle imprese nello shipping di linea e nella portualità, 2013, seconda edizione, FrancoAngeli, Milano. Parte prima - capp. 1-2-3-4, Parte seconda - capp. 7-8.

Materiali reperibili su AulaWeb.

Modalità di accertamento

Esame scritto e orale.

Ripetizione dell’esame

Come da regolamento didattico.