SEGNALI E SISTEMI PER LE TELECOMUNICAZIONI

SEGNALI E SISTEMI PER LE TELECOMUNICAZIONI

_
iten
Codice
72512
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
12 cfu al 2° anno di 9273 INGEGNERIA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE (L-8) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-INF/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE)
periodo
Annuale

PRESENTAZIONE

Il corso ha lo scopo è di fornire i principi di base dell'analisi spettrale di segnali continui e discreti e della loro trasformazione mediante sistemi lineari e non lineari, della teoria della probabilità, delle variabili aleatorie, dei processi aleatori e delle tecniche di trasmissione dei segnali su canali rumorosi.Tali argomenti sono fondamentali sia per la comprensione dei contenuti di altri corsi in ambito telecomunicazioni, sia in relazione a metodi/ applicazioni che fanno uso di segnali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

La prima parte del corso si incentra su: sistemi lineari tempo invarianti, risposta all'impulso e convoluzione, Trasformata di Fourier e filtri notevoli, energia, potenza e spettro di densità, campionamento ideale e reale, codifica digitale di segnali analogici (PCM), Trasmissione numerica in banda base (PAM), Multiplexing nel tempo (TDM) e in frequenza (FDM). La seconda parte del corso ha lo scopo di fornire i principi di base della teoria della probabilità, delle variabili aleatorie, dei processi aleatori e delle tecniche di trasmissione dei segnali su canali rumorosi, con particolare riguardo alle modulazioni analogiche.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

La prima parte del corso si incentra su: sistemi lineari tempo invarianti, risposta all'impulso e convoluzione, Trasformata di Fourier e filtri notevoli, energia, potenza e spettro di densità, campionamento ideale e reale, codifica digitale di segnali analogici (PCM), Trasmissione numerica in banda base (PAM), Multiplexing nel tempo (TDM) e in frequenza (FDM). La seconda parte del corso ha lo scopo di fornire i principi di base della teoria della probabilità, delle variabili aleatorie, dei processi aleatori e delle tecniche di trasmissione dei segnali su canali rumorosi, con particolare riguardo alle modulazioni analogiche.

Modalità didattiche

Lezioni in aula ed esercitazioni di laboratorio.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Sistemi (o filtri) lineari tempo invarianti. Risposta all'impulso e integrale di convoluzione. Trasformata di Fourier. Funzioni caratteristiche (o risposte in frequenza) dei sistemi lineari tempo-invarianti. Filtraggio: passa-basso, passa-banda e passa-alto. Energia e potenza dei segnali; relativi spettri di densità. Teorema del campionamento. Campionamento ideale e reale. Codificazione numerica dei segnali analogici tramite sistemi PCM (conversione A/D e D/A). Trasmissione numerica (PAM) in canali a banda illimitata ed in canali a banda stretta. Multiplexing di più segnali nel dominio della frequenza (FDM) e del tempo (TDM).

Teoria della probabilità; probabilità condizionata, eventi indipendenti, esperimenti congiunti, esperimenti indipendenti, prove ripetute, legge dei grandi numeri. Variabili aleatorie, funzioni di distribuzione e densità di probabilità, funzione di una variabile aleatoria, media, dispersione, momenti. Due variabili aleatorie, distribuzione e densità congiunte, covarianza e coefficiente di correlazione. La media campione e la varianza campione. Processi aleatori, processi stazionari, funzione di correlazione e spettro di densità di potenza, processi ergodici. Segnale telegrafico e binario casuale. Rumore bianco.

Metodi di trasmissione in banda passante per segnali continui: le modulazioni lineari (AM, DSB, SSB, VSB) ed angolari (FM, PM). Occupazione di banda. Schemi di principio di modulatori e demodulatori. Calcolo del rapporto S/N a destinazione nei sistemi di modulazione lineari ed angolari. Effetto soglia. FM con enfasi. Confronto delle varie tecniche (prestazioni / costi / usi).

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale didattico e testi di riferimento

  • Trasparenze usate dai Docenti a lezione e rese disponibili su AulaWeb.
  • A.B. Carlson, P. B. Crilly, J. C. Rutledge, Communication Systems, Mc Graw-Hill, 2001 (4th edition).
  • A. Papoulis, S. U. Pillai, Probability, Random Variables and Stochastic Processes, McGraw-Hill, 2002 (4th edition).

Ulteriori testi per consultazione:

  • R. Cusani, Teoria dei Segnali, Edizioni Ingegneria 2000, Roma, 1996.
  • C. Prati, Segnali e sistemi per le telecomunicazioni, McGraw-Hill, Milano, 2003
  • A. Papoulis, Fourier Integral and its Applications, Mc Graw-Hill, 1962.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento

Ricevimento: Il ricevimento e' fissato su richiesta degli allievi concordando insieme data ed ora,.

Commissione d'esame

ANDREA TRUCCO (Presidente)

SEBASTIANO SERPICO (Presidente)

GABRIELE MOSER

SILVANA DELLEPIANE

ANDREA DE GIORGI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni in aula ed esercitazioni di laboratorio.

INIZIO LEZIONI

21 settembre 2016 ore 8:15

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto, Orale