NOZIONI GENERALI. DIRITTI, ATTI E SOGGETTI.

iten
Codice
64898
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
6 cfu al 1° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
1° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 3 frazioni:
  • A
  • B
  • C
  • moduli
    Questo insegnamento è un modulo di:
    materiale didattico

    PRESENTAZIONE

    Il corso si prefigge l'obiettivo di fornire allo studente la conoscenza delle istituzioni  del diritto privato con particolare riferimento all diritto delle persone, alle obbligazioni e al contratto in generale. Lo studio delle fonti normative è accompagnato dall'esame della giurisprudenza e dei materiali necessari agli approfondimenti tematici. 

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Nozioni generali introduttive al diritto privato come diritto “comune”: norme giuridiche e interpretazione, diritto privato e diritto pubblico; le fonti del diritto privato (decodificazione e ricodificazione; diritto privato europeo); categorie ordinanti delle situazioni e attività di diritto privato (posizioni giuridiche e rapporti giuridici; fattispecie ed effetti giuridici; fatti, atti e negozi, diritti soggettivi, beni e patrimonio); soggetti del diritto privato (persone fisiche, capacità e incapacità; organizzazioni associative e istituzionali, di profitto e non di profitto, con personalità e senza personalità giuridica; cenni su impresa e società; diritti della personalità).
    Teoria e discipline generale delle obbligazioni (diritti di obbligazione e diritti reali; vicende delle obbligazioni; inadempimento e responsabilità, garanzie)

     

    MODALITA' DIDATTICHE

    lezioni frontali, esercitazioni, discussione in aula, redazione di tesine e relazioni scritte 

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Il corso e l’esame vertono sulle nozioni fondamentali del diritto privato (fonti, interpretazione, categorie, soggetti e sulle obbligazioni e i contratti in generale. Il programma si integra con quello del corso di Istituzioni di diritto privato II e tiene conto dei corsi di Diritto costituzionale e Diritto commerciale.

    Nozioni generali. Diritti, atti e soggetti 1.1. – Nozioni generali introduttive al diritto privato come diritto “comune”. - Le norme giuridiche - L’interpretazione delle norme giuridiche - Diritto privato e diritto pubblico - Le fonti del diritto privato: decodificazione e ricodificazione - Il diritto privato europeo 1.2. – Categorie ordinanti delle situazioni e delle attività di diritto privato - Situazioni giuridiche e rapporti giuridici - Fatti, atti ed effetti giuridici - I diritti soggettivi - I beni e il patrimonio - Le vicende dei diritti e la circolazione giuridica - La pubblicità - La tutela giurisdizionale e le prove- 1.3. – Soggetti del diritto privato - I soggetti del diritto - Le persone fisiche - Le organizzazioni: classificazioni -Impresa e società - I diritti della personalità.

    Obbligazioni e contratto in genere
    2.1. – Teoria e disciplina generale delle obbligazioni - L’obbligazione nel quadro delle situazioni soggettive - L’adempimento delle obbligazioni - L’estinzione delle obbligazioni - Le modificazioni delle obbligazioni - L’inadempimento delle obbligazioni e la mora del debitore - La responsabilità per inadempimento - Le garanzie del credito - Le garanzie reali - 2.2. Contratto in genere - Il contratto: nozione e principi fondamentali - La formazione del contratto - La rappresentanza - Gli elementi del contratto - La determinazione del regolamento contrattuale - Gli effetti del contratto e il vincolo contrattuale - Effetti del contratto, interessi delle parti e autonomia privata - I rimedi contrattuali: le impugnazioni - Altri rimedi: le risoluzioni.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    V. ROPPO, Diritto privato, Torino, Giappichelli, ultima edizione, Parti I, II, III, V, VI, con la seguente precisazione: del Capitolo 3 solo i paragrafi 3, 4, 5, 6 e 9. Inoltre: della Parte X, solo i Capitoli 49 e 51.
    In alternativa al manuale sopra indicato, la preparazione può essere svolta anche su uno dei seguenti manuali, per la parte corrispondente al programma del corso:

    - Alpa, Istituzioni di diritto privato, Torino, Utet.

    - Galgano, Diritto Privato, Padova, Cedam.

    - Rescigno, Manuale del diritto privato italiano, Napoli, Iovene.

    - Torrente-Schlesinger, Manuale di diritto privato, Milano, Giuffré.

    - Trimarchi, Istituzioni di diritto privato, Milano, Giuffrè. –

    - Zatti-Colussi, Lineamenti di diritto privato, Padova, Cedam.


    Ai fini della preparazione dell’esame è necessario consultare un codice civile, con appendice di leggi speciali, nella versione più aggiornata.

    Oltre ai testi indicati per gli studenti frequentanti, quelli non frequentanti dovranno aggiungere materiale casistico per un totale di non oltre 40 pagine che potranno richiedere al docente all’inizio del corso.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    MAURO GRONDONA (Presidente)

    VALENTINA DI GREGORIO (Presidente)

    GIOVANNA SAVORANI (Presidente)

    CINZIA AMERI

    FRANCESCA BARTOLINI

    ALBERTO MARIA BENEDETTI

    MARCO FARINA

    MAURIZIO VITTORIO FLICK

    ANNA MARIA OCCASIONE

    DIEGO SCHIESARO

    LEZIONI

    MODALITA' DIDATTICHE

    lezioni frontali, esercitazioni, discussione in aula, redazione di tesine e relazioni scritte 

    INIZIO LEZIONI

    I SEMESTRE dal 19 settembre al 9 dicembre 2016 (12 settimane)
    II SEMESTRE dal 1° marzo al 19 maggio 2017 (12 settimane)

     

     

     

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Scritto Prof. Grondona, Scritto, Orale Prof.ssa DI GREGORIO, Orale

    L’esame consiste in colloquio orale sul programma del corso; l’ammissione all’esame si basa sul metodo della preiscrizione telematica. A fine corso solo gli studenti frequentanti potranno eventualmente concordare con il docente lo svolgimento di una prova scritta vertente sul programma e sui materiali analizzati e discussi a lezione. Il superamento della prova scritta consente allo studente di non sostenere la prova orale. 2. Riguardo ai limiti di ripetibilità dell’esame in precedenza sostenuto e non superato, valgono le regole del vigente ordinamento accademico.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    22/05/2017 09:00 GENOVA Orale In caso di sopravvenuta intenzione di non sostenere l'esame, l'annullamento della prenotazione è un OBBLIGO previsto dal dal Manifesto degli studi (p.13). Si invitano gli studenti a rispettare quest'obbligo, onde evitare problemi organizzativi alla commissione e, quindi, che dell'omissione si tenga conto in sede di esame.
    22/05/2017 09:00 GENOVA Orale
    05/06/2017 09:00 GENOVA Orale In caso di sopravvenuta intenzione di non sostenere l'esame, l'annullamento della prenotazione è un OBBLIGO previsto dal dal Manifesto degli studi (p.13). Si invitano gli studenti a rispettare quest'obbligo, onde evitare problemi organizzativi alla commissione e, quindi, che dell'omissione si tenga conto in sede di esame.
    05/06/2017 09:00 GENOVA Orale
    26/06/2017 09:00 GENOVA Orale In caso di sopravvenuta intenzione di non sostenere l'esame, l'annullamento della prenotazione è un OBBLIGO previsto dal dal Manifesto degli studi (p.13). Si invitano gli studenti a rispettare quest'obbligo, onde evitare problemi organizzativi alla commissione e, quindi, che dell'omissione si tenga conto in sede di esame.
    26/06/2017 09:00 GENOVA Orale
    17/07/2017 09:00 GENOVA Orale In caso di sopravvenuta intenzione di non sostenere l'esame, l'annullamento della prenotazione è un OBBLIGO previsto dal dal Manifesto degli studi (p.13). Si invitano gli studenti a rispettare quest'obbligo, onde evitare problemi organizzativi alla commissione e, quindi, che dell'omissione si tenga conto in sede di esame.
    17/07/2017 09:00 GENOVA Orale
    15/09/2017 09:00 GENOVA Orale In caso di sopravvenuta intenzione di non sostenere l'esame, l'annullamento della prenotazione è un OBBLIGO previsto dal dal Manifesto degli studi (p.13). Si invitano gli studenti a rispettare quest'obbligo, onde evitare problemi organizzativi alla commissione e, quindi, che dell'omissione si tenga conto in sede di esame.
    15/09/2017 09:00 GENOVA Orale