CONSULENZA DEL LAVORO

CONSULENZA DEL LAVORO

_
iten
Codice
55546
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
6 cfu al 2° anno di 8706 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO (LM-77) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di fornire agli studenti nozioni specialistiche di carattere giuridico relative alla gestine e all'amministrazione dei rapporti lavoro.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire approfondimenti specialistici su tematiche giuridiche connesse all’esercizio della professione di consulente del lavoro e, più in generale, delle professioni relative alla gestione delle risorse umane nel settore del lavoro privato.

Modalità didattiche

Le lezioni teoriche di tipo tradizionale sono integrate dall’analisi della casistica, dall’esame della contrattualistica e dalla discussione con gli studenti. Sono previsti interventi in aula di professionisti e operatori che affiancheranno in alcune occasioni il docente. 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma è articolato in cinque sezioni. La prima sezione è di carattere propedeutico e consiste in un richiamo delle conoscenze di base del diritto del lavoro necessarie per potere affrontare gli approfondimenti tematici successivi. Le successive quattro sezioni sono di approfondimento specialistico.

Parte propedeutica: Il contratto di lavoro. Il lavoro subordinato e il lavoro autonomo. Autonomia privata e rapporto di lavoro. Indisponibilità del tipo contrattuale. Inderogabilità della disciplina ed eterointegrazione del contratto. L’invalidità del contratto di lavoro.

Area tematica n. 1: Tecniche di composizione stragiudiziale delle controversie di lavoro. Gli atti dispositivi dei diritti del lavoratore subordinato. Rinunce, transazioni, quietanze a saldo. Tecniche di redazione delle rinunce generali. La conciliazione delle controversie di lavoro. Conciliazione in sede amministrativa. Conciliazione in sede sindacale. L’arbitrato irrituale in materia di lavoro.

Area tematica n. 2: Contratto a tutele crescenti, forme contrattuali flessibili e procedura di certificazione dei contratti di lavoro. La certificazione dei contratti di lavoro: natura, oggetto, procedimento, effetti, impugnabilità. Esempi tratti dall'esperienza della Commissione di certificazione dell'Università degli Studi di Genova. La disciplina dello ius variandi del datore di lavoro. I controlli della prestazione lavorativa.

Area tematica n. 3: Frammentazione dell’impresa e esternalizzazione del lavoro. La somministrazione di lavoro. Gli appalti di servizi. Il distacco. Il contratto di rete. La codatorialità. Il trasferimento di ramo d'azienda.

Area tematica n. 4: Vigilanza e ispezione in materia di lavoro. L'organizzazione della vigilanza. I poteri degli ispettori. La diffida. Il verbale. La conciliazione monocratica. L'interpello. L’apparato sanzionatorio e il sistema dei ricorsi. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dato il contenuto specialistico delle lezioni, la preparazione verte su letture, diversificate per studenti frequentanti e non frequentanti. I materiali per gli studenti frequentanti sono forniti tramite Aulaweb.

I materiali di studio per gli studenti non frequentanti sono a disposizione presso la biblioteca.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti si svolge nei seguenti giorni: Lunedì 11-12.30, via Balbi 22, secondo piano, scala A, sezione di diritto commerciale e dell'economia. Mercoledì 9-10,30, c/o Darsena, via Vivaldi 5, II livello.

Commissione d'esame

MARCO NOVELLA (Presidente)

GISELLA DESIMONE

DANIELA DEL DUCA

GIULIA BANDELLONI

MARIA VITTORIA BALLESTRERO

ALBERTO ASTENGO

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni teoriche di tipo tradizionale sono integrate dall’analisi della casistica, dall’esame della contrattualistica e dalla discussione con gli studenti. Sono previsti interventi in aula di professionisti e operatori che affiancheranno in alcune occasioni il docente. 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni sisvolgono nel I semestre.

19 settembre - 15 dicembre 2016 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

CONSULENZA DEL LAVORO

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è orale.

Modalità di accertamento

Le domande sottoposte al candidato toccano almeno tre diverse tematiche tra quelle comprese nel programma d’esame. Nel primo appello successivo alla conclusione delle lezioni potrà essere concordata una prova scritta riservata agli studenti che hanno frequentato le lezioni.

Ripetizione dell’esame

Non è previsto il salto dell'appello in caso di mancato superamento dell'esame.

 

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o pre requisiti consigliati

E' utile, ma non indispensabile, avere sostenuto nel triennio l'esame di diritto del lavoro.

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione delle principali tematiche giuridiche implicate nella attività di consulenza del lavoro.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi che si possono manifestare nella prassi applicativa.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

Testi di studio

I materiali di studio per gli studenti non frequentanti sono a disposizione presso la biblioteca.

Modalità di accertamento

Esame orale 

Ripetizione dell’esame

Non è previsto il salto dell'appello in caso di mancato superamento dell'esame