PROGETTAZIONE GEOTECNICA PER LA DIFESA DEL TERRITORIO

PROGETTAZIONE GEOTECNICA PER LA DIFESA DEL TERRITORIO

_
iten
Codice
72482
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
10 cfu al 2° anno di 9263 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE (LM-23) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/07
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE)

PRESENTAZIONE

Il corso di PROGETTAZIONE GEOTECNICA PER LA DIFESA DEL TERRITORIO fornisce le metodologie di analisi e gli strumenti progettuali, con riferimento a molti problemi che interessano l’ingegnere geotecnico e ambientale.

 

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Finalità del corso e quella di trattare alcuni dei principali problemi che interessano l’ingegnere geotecnico e ambientale, con particolare riferimento ai rischi naturali ed antropici. Si forniscono le metodologie di analisi e i relativi strumenti progettuali e applicativi.

Modalità didattiche

Lezioni teoriche ed esercitazioni.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Rischi naturali e antropici. Definizioni, analisi di rischio e aspetti normativi.
  • Aspetti geotecnici in relazione al rischio sismico. Propagazione di onde nel terreno. Dinamica dei terreni. Grandezze rappresentative del moto sismico. Pericolosità e effetti di sito. Valutazione sperimentale dei parametri. Normativa.
  • Rischio di Frana. Classificazione dei fenomeni franosi. Cause predisponenti e scatenanti. Analisi di stabilità in campo statico e dinamico. Richiami sui criteri di resistenza nei terreni e nelle discontinuità di ammassi rocciosi. Analisi in condizione di parziale saturazione. Metodi dell’equilibrio limite. Metodi numerici. Indagini e riconoscimento. Indagini e controlli in sito e laboratorio, monitoraggi piezometrici e inclinometrici, monitoraggi satellitari, GIS. Aspetti normativi.
  • Rischio di liquefazione. Liquefazione indotta da sisma, liquefazione “statica”. Perdita di stabilità di dighe in terra, argini, rilevati. Metodi per la valutazione del potenziale di liquefazione. Normativa.
  • Metodi di miglioramento e rinforzo. Tecniche di precarico (consolidazione radiale) e drenaggio, compattazione superficiale e profonda, miscelazione, iniezioni. Geosintetici in ingegneria geotecnica: funzioni e applicazioni, dimensionamento di sistemi di miglioramento e rinforzo. Dimensionamento di opere in Terra Armata e rinforzata. Interventi geotecnici di rinforzo su strutture esistenti
  • Progettazione di opere di consolidamento e stabilizzazione di versanti. Interventi di profilatura e disgaggio. Interventi di drenaggio superficiale e profondo. Opere di rinforzo e sostegno (terre rinforzate - chiodature dei terreni e degli ammassi rocciosi – reticoli di pali - tiranti di ancoraggio – pozzi di sostegno). Interventi di Ingegneria Naturalistica.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

-Dispense del Corso
-P.Colombo-F. Colleselli: “Elementi di Geotecnica” 2° Ed. - Zanichelli (1996)
-L.W. Abramson et al “ Slope Stability And Stabilization Methods ” John Wiley and Sons.(1996)

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento.

Ricevimento: Su appuntamento.

Commissione d'esame

ROSSELLA BOVOLENTA (Presidente)

RICCARDO BERARDI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni teoriche ed esercitazioni.

ESAMI

Modalità d'esame

Esame costituito da prova orale.
 

Modalità di accertamento

La prova orale è volta ad accertare la preparazione e le capacità operative acquisite dallo studente nel corso. La prova orale consiste in alcune domande riguardanti gli argomenti trattati. Durante lo svolgimento dell’esame, possono essere richieste dimostrazioni, calcoli e rappresentazioni grafiche e può essere verificata la conoscenza di software impiegati durante il corso.