INGEGNERIA MARITTIMA

INGEGNERIA MARITTIMA

_
iten
Codice
80342
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
6 cfu al 3° anno di 8715 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE (L-7) GENOVA

6 CFU al 3° anno di 8722 INGEGNERIA NAVALE (L-9) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/02
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Photo by albertocarmagnani.com

Il corso di Ingegneria Marittima si focalizza sullo studio della dinamica legata alla generazione, propogazione e trasformazione del moto ondoso dal largo verso riva e dei loro effetti sulla dinamica costiera sia da un punto di vista idrodinamico (circolazione costiera, correnti litoranee e di ritorno) che da quello morfodinamico (trasporto solido, evoluzione della linea di costa e morfodinamica costiera).

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo intende fornire le conoscenze di base per un inquadramento complessivo dei problemi relativi a: rappresentazione delle onde generate dal vento considerate al largo e sottocosta; valutazione del trasporto di sedimenti nella zona litoranea; opere di protezione costiera; pianificazione e progetto delle strutture marittime.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

L’insegnamento intende fornire le conoscenze di base per un inquadramento generale dei problemi relativi a:
- rappresentazione delle onde generate dal vento considerate al largo e sottocosta;
- valutazione del trasporto di sedimenti nella zona litoranea;
- dimensionamento di massima e opere di protezione portuale.

Modalità didattiche

L’attività formativa comprende: lezioni (45 ore), esercitazioni (15 ore).

PROGRAMMA/CONTENUTO

Onde generate dal vento: schemi di rappresentazione riferiti alle onde regolari e irregolari.
Stati di mare e mareggiate.
Clima ondoso su profondità infinita.
Propagazione del moto ondoso dal largo verso riva.
Clima ondoso su profondità finita.
Onda di progetto.
Dinamica del litorale.
Strutture per il controllo del trasporto di sedimenti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • CERC, 1984, Shore Protection Manual, Dept. of Army, U.S. Corps of Engineers
  • Dean R.G. & Darlymple R.A., 1984, Water wave mechanics for engineers and scientists
  • Komar P.D., 1998, Beach Processes and Sedimentation, Prentice Hall
  • Costal Engineering Manual (EM 1110-21100), U.S. Army Corps of Eng. 2006

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceve su appuntamento in seguito ad accordo telefonico o via e-mail

Commissione d'esame

GIOVANNI BESIO (Presidente)

LAURA LANDO' REBAUDENGO

PAOLO BLONDEAUX

LEZIONI

Modalità didattiche

L’attività formativa comprende: lezioni (45 ore), esercitazioni (15 ore).

INIZIO LEZIONI

All'inizio del secondo semestre come da orario ufficiale

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

L'esame prevede una prova orale. Gli allievi inoltre devono consegnare una relazione sulle esercitazioni svolte durante l'anno, oggetto di discussione in sede di esame. La prova orale tende ad accertare le capacità operative acquisite dallo studente nel corso. Le domande generalmente sono tre e vertono sulla dinamica del moto ondoso, sulla sua descrizione statistica e sulla dinamica dei litorali.