ELEMENTI DI MATEMATICA

ELEMENTI DI MATEMATICA

_
iten
Codice
72565
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
7 cfu al 1° anno di 8765 SCIENZA DEI MATERIALI (L-30) GENOVA

7 CFU al 1° anno di 8757 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE (L-27) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MAT/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZA DEI MATERIALI )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il modulo Elementi di Matematica (I semestre) e il modulo Elementi di Matematica 2 (II semestre) costituiscono l'insegnamento Istituzioni di Matematiche, il cui argomento  è lo studio delle funzioni reali di una o due variabili reali, con il calcolo differenziale ed integrale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire strumenti e contenuti da utilizzare nei corsi successivi di carattere chimico e fisico: studio di funzioni di una variabile, calcolo differenziale e integrale, numeri complessi, sistemi lineari e matrici.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Acquisizione di un approccio metodologico corretto all'apprendimento di discipline scientifiche, basato sull'uso del linguaggio e del ragionamento matematico come strumento per l'interpretazione del mondo reale e non come bagaglio astratto di nozioni.

Acquisizione dei vari concetti inerenti lo studio delle funzioni reali di una variabile reale, del calcolo differenziale ed integrale, dei numeri complessi, dei sistemi lineari attraverso il metodo di riduzione di Gauss.

Acquisizione della capacità di applicare le conoscenze precedenti a problemi di carattere chimico e fisico.

Modalità didattiche

Il corso viene erogato tramite lezioni frontali sia di carattere teorico che di esercizi, basate su metodologie didattiche che mirano ad incoraggiare gli studenti ad avere un ruolo attivo nello sviluppo del processo di apprendimento.

Il corso si avvale anche di tutorati didattici che, attraverso un approccio di tipo laboratoriale, permettono percorsi flessibili di apprendimento a seconda delle esigenze dei singoli studenti.

Il materiale relativo al corso si trova sul modulo del corso su Aulaweb: le dispense delle lezioni teoriche, fogli di esercizi, testi e soluzioni delle esercitazioni guidate, testi e soluzioni delle prove in itinere e delle prove di esame degli anni precedenti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • I numeri reali.
  • Funzioni di una variabile reale: funzioni elementari, limiti e continuità, derivabilità. Teoremi sulle funzioni continue e derivabili.
  • Applicazione delle derivate: la formula di Taylor.
  • Calcolo integrale:primitive e regole di integrazione. Calcolo di aree. Integrali impropri.
  • I numeri complessi.
  • Sistemi lineari: il metodo di riduzione di Gauss.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Istituzioni di Matematica , M.Bertsch, Ed. Bollati Boringhieri
Analisi Matematica 1 e 2, M.Bramanti, C.D. Pagani, S.Salsa Ed. Zanichelli

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ricevimento alla fine delle lezioni o su appuntamento.

Ricevimento: su appuntamento per email

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso viene erogato tramite lezioni frontali sia di carattere teorico che di esercizi, basate su metodologie didattiche che mirano ad incoraggiare gli studenti ad avere un ruolo attivo nello sviluppo del processo di apprendimento.

Il corso si avvale anche di tutorati didattici che, attraverso un approccio di tipo laboratoriale, permettono percorsi flessibili di apprendimento a seconda delle esigenze dei singoli studenti.

Il materiale relativo al corso si trova sul modulo del corso su Aulaweb: le dispense delle lezioni teoriche, fogli di esercizi, testi e soluzioni delle esercitazioni guidate, testi e soluzioni delle prove in itinere e delle prove di esame degli anni precedenti.

INIZIO LEZIONI

A partire dal 26/9/2016, secondo l'orario indicato sul sito www.fisica.unige.it/scienzadeimateriali/ e sul sito http://www.ctc.unige.it/

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ELEMENTI DI MATEMATICA

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste di una prova scritta e dell'orale che vertono sugli argomenti svolti nel corso. La prova scritta e l'orale devono essere sostenuti nella stessa sessione (giugno-luglio, settembre, gennaio-febbraio).

L'esame scritto può essere sostituito dal superamento di due prove in itinere svolte durante il corso. Durante lo scritto di un qualsiasi appello di esame, si può recuperare una delle prova in itinere. Le prove in itinere sono valide fino a febbraio 2018.

Modalità di accertamento

Vengono valutati l'acquisizione dei concetti contenuti nel corso, l'abilità di applicare tali concetti alla risoluzione di esercizi e la capacità di ragionamento dello studente.

Le prova scritte (intermedie o di esame) sono organizzate su più domande con difficoltà graduate che permettono di effettuare un accertamento preciso del grado di raggiungimento degli obiettivi formativi. La commissione di esame stabilisce dei criteri per attribuire dei punteggi parziali alle varie risposte, che tengano anche conto della difficoltà degli argomenti proposti. In base a tali criteri è possibile associare in modo preciso il punteggio totale acquisito al raggiungimento dei risultati di apprendimento.

L'esame orale è sempre condotto da due docenti di ruolo con esperienza pluriennale di esami nella disciplina. La commissione verifica con elevata accuratezza il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento. Se gli obiettivi vengono considerati raggiunti, viene fatta una media pesata delle valutazioni della prova scritta (o delle prove intermedie) e dell'orale. La commissione decide, per ogni a.a., quale peso relativo dare a ciascuna prova.

L'esame non è superato quando gli obiettivi formativi non sono stati raggiunti; in questo caso lo studente è invitato ad approfondire lo studio e ad avvalersi di ulteriori spiegazioni da parte del docente titolare, sia su alcuni contenuti che sul metodo di studio da adottare.

ALTRE INFORMAZIONI

Per il Corso di Studi in CTC l'insegnamento di Istituzioni di Matematiche è propedeutico all'insegnamento di Chimica Fisica 2 del secondo anno e a tutti gli insegnamenti del terzo anno.