LINGUA E TRADUZIONE INGLESE III

LINGUA E TRADUZIONE INGLESE III

_
iten
Codice
65321
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
12 cfu al 3° anno di 8741 TEORIE E TECNICHE DELLA MEDIAZIONE INTERLINGUISTICA (L-12) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-LIN/12
SEDE
GENOVA (TEORIE E TECNICHE DELLA MEDIAZIONE INTERLINGUISTICA )
periodo
Annuale

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Scopo specifico del terzo anno è l’analisi testuale. Oltre alla conoscenza del codice (primo anno) e della pragmatica (secondo anno), verranno impartite ulteriori tecniche dell’analisi testuale (concernente lo stile, il genere, ecc) onde sviluppare appieno le capacità di comprendere come viene formulato un messaggio, onde poter tradurre questo messaggio nella lingua di arrivo in tutti i suoi aspetti e componenti. Il corso prevede anche il supporto di esercitazioni tenute da collaboratori linguistici di madrelingua inglese e traduttori, finalizzate all'apprendimento pratico della traduzione inglese italiano (linguaggio scritto), nonché un’introduzione all’interpretazione consecutiva (linguaggio orale).

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Il discente aggiungerà al proprio bagaglio analitico ulteriori strumenti quale la modalizzazione, l’espressione e la rappresentazione del parlato e del pensiero, la grammatica sistemica funzionale, ideologia, genere, narratività, metafora cognitiva, onde poter analizzare testi e riconoscere i meccanismi linguistici utilizzato per convogliare il messaggio onde poter produrre un testo il più possibile “equivalente” nella lingua di arrivo.

 

Modalità didattiche

Lezioni frontali. Lo studente dovrà partecipare attivamente alla lezione, analizzando e commentando testi presentati dal docente onde inferire i principi teorici e dimostrare di saperli applicare. Inoltre lo studente dovrà paragonare traduzioni esistenti di un’opera onde identificare il tipo di traduzione eseguita, nonché pregi e difetti della traduzione rispetto alla teoria della traduzione.

Il libro di testo di DOUTHWAITE deve essere letto PRIMA DELL’INIZIO DEL CORSO.

Studio individuale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Scopo specifico del terzo anno è l’analisi testuale (stilistica). In aggiunta alla conoscenza del codice (primo anno) e della pragmatica (secondo anno), verranno impartite ulteriori tecniche dell’analisi testuale, soprattutto della scuola di stilistica, improntati alla linguistica, onde sviluppare appieno le capacità di comprendere il processo e i meccanismi linguistici e non-linguistici tramite i quali viene formulato un messaggio, onde poter tradurre questo messaggio nella lingua di arrivo in tutti i suoi aspetti e componenti (formali, pragmatici, affettivi, psicologici, sociali ecc.).
Gli argomenti trattati comprendono: foregrounding, stile, genere, metafora cognitiva, narratività, modalizzazione, presentazione del parlato, del pensiero e dello scritto, punto di vista, scopo.

Gli strumenti dovranno anche essere applicati a traduzioni di un’opera onde dimostrare di saper applicare i metodi analitici appresi al processo traduttivo.

Il corso prevede anche il supporto di esercitazioni tenute da collaboratori linguistici di madrelingua inglese e traduttori, finalizzati all'apprendimento pratico della traduzione inglese italiano (linguaggio scritto), nonché un’introduzione all’interpretazione consecutiva (linguaggio orale), e scrittura.

The course provides an overview of the methods of stylistics and those methods will be applied to the analysis of a wide range of narrative, theatrical, film and newspaper texts.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Parte A: La Teoria
Douthwaite J., 2000. Towards a Linguistic Theory of Foregrounding. Alessandria, Edizioni dell’Orso.
Fludernik M. (ed.), 2011. Beyond Cognitive Metaphor Theory. London, Routledge.
Gibbs R., (ed.), 2008, The Cambridge Handbook of Metaphor and Thought. Cambridge, Cambridge University Press.
Jeffries L., McIntyre D., 2010, Stylistics. Cambridge, Cambridge University Press.
Leech G and Short M., 2007, (2nd edition), Style in Fiction. London, Pearson.
Semino E. & Short M. 2014 (2nd edition). Corpus Stylistics: Speech, Writing & Thought Presentation in a Corpus of English Writing. London, Routledge.
Short, M., 1996. Exploring the Language of Poems, Plays and Prose. London: Longman.
Simpson P., 1993 Language, Ideology and Point of View. London, Routledge.
Toolan M., 1998, Language in Literature. London, Edward Arnold.
Wales K., 2011 (3rd edition) A Dictionary of Stylistics. London, Longman.
Parte B: L’analisi testuale
Joyce, James, 1914. Dubliners, (Introduction by Terence Brown). Rapallo, Cideb.
OPPURE
Gaskell, Elizabeth, 1854-5. North and South. Any edition.

Il discente dovrà dimostrare di aver acquisito e di saper applicare tutti gli strumenti teorico-critici acquisiti nei tre anni di corso analizzando un breve estratto (una pagina circa) tratto da Dubliners di James Joyce oppure da North and South di Elizabeth Gaskell, testo a scelta del discente. Il discente dovrà aver letto l'intero testo per l'esame. Il docente sceglierà una pagina a caso dell’opera e il discente avrà mezz’ora di tempo circa per preparare l’analisi stilistica, che esporrà oralmente, in inglese. Il discente dovrà quindi dimostrare la padronanza degli strumenti teorici nonché la capacità di applicarli. Eventuali domande teoriche scaturiranno quindi dall’analisi proposta dal discente medesimo. Il discente dovrà sapere offrire eventuali soluzioni traduttive giustificate dalla propria analisi stilistica.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Martedì ore 11.30 e su appuntamento.

Commissione d'esame

JOHN DOUTHWAITE (Presidente)

ELISABETTA ZURRU

CRISTIANO BROCCIAS

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali. Lo studente dovrà partecipare attivamente alla lezione, analizzando e commentando testi presentati dal docente onde inferire i principi teorici e dimostrare di saperli applicare. Inoltre lo studente dovrà paragonare traduzioni esistenti di un’opera onde identificare il tipo di traduzione eseguita, nonché pregi e difetti della traduzione rispetto alla teoria della traduzione.

Il libro di testo di DOUTHWAITE deve essere letto PRIMA DELL’INIZIO DEL CORSO.

Studio individuale.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni e le esercitazioni si tengono al secondo semetre poiché gli studenti sono in Erasmus al primo semestre.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

ALTRE INFORMAZIONI

LEGGERE IL LIBRO DI TESTO DI DOUTHWAITE PRIMA DELL'INIZIO DELLE LEZIONI

Lo studente deve aver superato l’intero esame di 2° anno prima di poter sostenere qualsiasi prova del 3° anno.

Lo studente deve aver superato tutte le prove dei moduli pratici prima di poter presentarsi all’esame del modulo teorico.