SCIENZE TECNICHE: SUPPORTI MECCANICI PER L'ASSISTENZA CARDIOPOLMONARE E NUOVE TECNOLOGIE

SCIENZE TECNICHE: SUPPORTI MECCANICI PER L'ASSISTENZA CARDIOPOLMONARE E NUOVE TECNOLOGIE

_
iten
Codice
84129
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 3° anno di 9291 TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/50
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Il Corso fornisce le conoscenze e il sapere scientifico che, nell'ambito delle attività relative alla formazione caratterizzante, consentono al Tecnico di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare, al termine del suo percorso universitario, di operare al meglio nell'esercizio della sua professione che negli anni sta acquisendo un ruolo sempre più importante all'interno del sistema salute.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Il Corso si propone i seguenti obiettivi:

- Apprendere le caratteristiche, le varie  tipologie conformative, i materiali dei quali sono costituiti  e i principali utilizzi  (V-V / V-A) dell’ ECMO - Extra Corporeal Membrane Oxygenation.

- Apprendere le caratteristiche, le varie  tipologie conformative, i materiali dei quali sono costituiti  e i principali utilizzi  dei VAD – Ventricular assist device.

- Conoscere le nuove tecniche di ricondizionamento polmonare EXVLP - ex vivo lungs perfusion, gli scopi e i due metodi principali d’esecuzione (LUND e TORONTO).

Modalità didattiche

L’ insegnamento si articola in 10 ore di attività formative  in aula basate su lezioni teoriche frontali e momenti di discussione interattiva con gli allievi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

- ECMO-Extra Corporeal Membrane Oxygenation.

 - VAD- Ventricular assist device.

 - EXVLP-ex vivo lungs perfusion.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Presentazioni power point, dispense, filmati.

Materiale attinto in gran parte dal testo: “Circolazione extracorporea e supporti circolatori” di R.Lodi, G.Noera, C.Costantini. e da protocolli e linee guida.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

FRANCO ROGGERO

FRANCESCO SANTINI

TOMMASO REGESTA

BIANCA PANE

MANRICO BALBI

BENEDETTA LOLLI

GIOVANNI BIZZARRO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’ insegnamento si articola in 10 ore di attività formative  in aula basate su lezioni teoriche frontali e momenti di discussione interattiva con gli allievi.

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento viene eseguita sottoponendo l’allievo a domande inerenti le argomentazioni discusse.

L’allievo dovrà dimostrare di aver appreso le nozioni espresse in aula e, quindi, di aver acquisito i risultati di apprendimento attesi.

La prova d’esame si ritiene superata con un voto non inferiore ai 18/30.

Il voto di 30/30 con eventuale lode, viene conferito quando l’allievo mostra di avere padronanza della materia, chiarezza, sintesi, fluidità espositiva e capacità di argomentare in maniera trasversale ed eccellente gli argomenti richiesti.