MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE 3

MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE 3

_
iten
Codice
84110
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 3° anno di 9291 TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

La prevenzione e il trattamento della malattia aterosclerotica e delle sue manifestazioni acute e croniche: infarto miocardico, scompenso cardiaco, angina instabile etc… è la sfida a cui sono chiamati gli operatori delle discipline della salute pubblica.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Conoscenza approfondita e capacità di comprensione delle metodiche strumentali non invasive applicate all’apparato cardiovascolare.

Il modulo fornisce le basi clinico-strumentali per:

1) esecuzione di test provocativi cardiaci di primo livello ( prova da sforzo al cicloergometro, treadmill test) per documentare e riprodurre sintomi riferiti da soggetti e valutarne la attribuzione a genesi cardiaca;

2) identificare sintomi e segni di scompenso cardiaco, e definirne lo stadio di progressione clinica.

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in n. 10 ore di lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Valutazione del rischio cardiovascolare ed extravascolare
  • Bersagli ed obiettivi della prevenzione
  • Fasi asintomatiche e sintomatiche di cardiopatia strutturale
  • Sintomi e segni di scompenso cardiaco congestizio

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense consegnate a lezione

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

MARCO GIAMBUZZI (Presidente)

FLAVIO SCARANO

DOMENICO PALOMBO

GIORGIO GHIGLIOTTI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in n. 10 ore di lezioni frontali

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame verte su una prova scritta (n. 15 domande a risposta multipla)

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che mira ad accertare l’  effettiva acquisizione da parte dello studente dei risultati di apprendimento attesi, vale a dire la Conoscenza approfondita e la capacità di comprensione delle metodiche strumentali non invasive applicate all’apparato cardiovascolare con particolare attenzione all’ esecuzione di test provocativi cardiaci di primo livello ( prova da sforzo al cicloergometro, treadmill test) per documentare e riprodurre sintomi riferiti da soggetti e valutarne l’ attribuzione a genesi cardiaca

ALTRE INFORMAZIONI

Il docente riceve su appuntamento concordato tramite mail all’indirizzo: 56182@unige.it