LABORATORIO DI ARTI ESPRESSIVE

LABORATORIO DI ARTI ESPRESSIVE

_
iten
Codice
74419
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 3° anno di 9286 TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA (L/SNT2) GENOVA
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA)
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Il Seminario ha l'obiettivo di far sperimentare l'utilizzo dei materiali artistici: lo studente attraverso il contatto corporeo con essi potrà focalizzare le proprie sensazioni fisiche-sensoriali di risposta. L’esperienza si propone di rendere consapevole lo studente della differenza tra un laboratorio di arti espressive ed un percorso di arteterapia.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere i prerequisiti scientifici inerenti le artiterapie e loro potenzialità terapeutico-riabilitative; i principali modelli di tecniche riabilitative grafiche e ad espressività corporea, in particolare teatro e musicoterapia, e la loro applicazione nella progettualità riabilitativa psichiatrica acquisendo competenze di base, di accoglienza e relazione nei laboratori di musicoterapia e teatroterapia, oltre che abilità nella costruzione e nell'uso di strumenti e questionari in ambito espressivo e sonoro-musicale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Acquisire conoscenza dei materiali artistici che si utilizzano all'interno di un laboratorio di arti espressive
Comprendere attraverso l’esperienza personale le sensazioni ed emozioni che si attivano nel corso dell'esperienza pratica.
Comprendere quali siano i contesti riabilitativi in cui poter proporre un laboratorio di arti espressive
Acquisire consapevolezza delle difficoltà tecniche richieste dall'utilizzo dei materiali artistici in contesti riabilitativi psichiatrici. 
Saper individuare il bisogno riabilitativo-espressivo del paziente e la sua importanza, per poter proporre in ambito psichiatrico un laboratorio di arti espressive.
Saper distinguere un laboratorio di arti espressive da un percorso di arte terapia.
Sperimentare in modo consapevole la propria espressività corporea
Focalizzare il proprio stile comunicativo nella relazione con l'Altro.
Sviluppare abilità di studio indipendente e critico-riflessivo

 

Modalità didattiche

Utilizzo del laboratorio pratico per favorire la trasformazione di nozioni teoriche in competenze professionali. Presentazione di slide in Powerpoint per integrare riflessioni pratiche con concetti teorici.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il laboratorio di otto ore proporrà una fase di introduzione iniziale dove sperimentare in autonomia i materiali, un lavoro in coppia in cui riflettere sulle dinamiche Io- l'Altro, un lavoro sull'immagine corporea.
Si proporranno momenti di verbalizzazione in gruppo alla fine di ogni lavoro, questo per aiutare gli studenti ad esprimere le proprie riflessioni ed aiutarli ad esplicitare gli obiettivi formativi del laboratorio.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

TESTI D’APPROFONDIMENTO CONSIGLIATI:

• Muret Marc,  Arteterapia, Red Edizioni, edizione aggiornata 2005

• Bachelard G., L’intuizione dell’istante la psicoanalisi del fuoco, Edizioni Dedalo 1993

• Kramer E., Arte come terapia nell’infanzia, La Nuova Italia 

• Galimberti U., Il corpo, Saggi Universale Economica Feltrinelli 1983

• Merlau-Ponty , Fenomenologia della percezione, II saggiatore, Milano, 1972

• Neri C., Gruppo, Edizioni Borla, Roma, 1990

• Pierini M., Woodman Francesca, SilvanaEditoriale, 2010

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LAURA MARIA PEZZENATI (Presidente)

BARBARA FIOLETTI

BARBARA ZAMPA

GERARDO MANAROLO

LEZIONI

Modalità didattiche

Utilizzo del laboratorio pratico per favorire la trasformazione di nozioni teoriche in competenze professionali. Presentazione di slide in Powerpoint per integrare riflessioni pratiche con concetti teorici.

INIZIO LEZIONI

Secondo semestre

ESAMI

Modalità d'esame

Orale. La votazione nella prova orale terrà conto di quanto scritto in una relazione personale dello studente, relativa all'esperienza pratica svolta in aula durante il laboratorio, da inoltrare al Docente prima dell'esame.
 

 

Modalità di accertamento

In sede d'esame ai fini dello studio critico-riflessivo, si terrà conto delle considerazioni fatte dallo studente nello scritto rispetto all'esperienza personale. Si valuterà inoltre la capacità di distinguere un laboratorio di arti espressive da un percorso di arteterapia e le difficoltà di progettazione di un laboratorio di arti espressive in un servizio di riabilitazione psichiatrica.